Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Comunicato stampa - Mottarone

Cosa pensiamo della vicenda Mottarone

Comunicato stampa - Mottarone
Apprendiamo sconcertati i termini della vicenda della chiusura delle piste da sci del Mottarone e del contenzioso tra la società S4, che gestisce gli impianti di risalita, e la famiglia Borromeo, proprietaria di alcune aree su cui insistono le strutture sportive.
Dopo che a tutti i livelli i politici teorizzano sulle opportunità dell’offerta turistica come risorsa del VCO, è a dir poco deludente peraltro constatare l’inefficienza ad oggi della classe dirigente in situazioni come queste.
Se si lavorasse in un’ottica di squadra, si potrebbero proporre a turisti e residenti delle interessanti formule di utilizzo delle risorse territoriali come l’ andare a sciare o a teatro in battello, ottimizzando accordi con Stresa e con la navigazione Lago Maggiore e col Centro Congressi.
Viceversa ci si perde in contorte questioni di principio e di normativa, a scapito di un coinvolgimento interlocutorio e proficuo di soggetti portatori di interesse.
Ma se in Regione l’impegno preferito è la gestione degli scontrini, quale è stato il ruolo di coordinamento della Provincia nel caso specifico? E il Comune di Verbania, ad esempio, non potrebbe assumersi un ruolo di mediatore proponendo una visione più complessa e produttiva del territorio del Lago?
Se poi le cifre in discussione sono quelle riportate dai giornali e confermate nell’intervista al conte Borromeo che indicano in 10.000,00 € l’arretrato dovuto dai gestori degli impianti per la morosità degli affitti, ci viene proprio facile affermare che bastava che i nostri Consiglieri Regionali rinunciassero a qualche optional dilettantistico o a qualche gozzoviglia, a carico del contribuente, per sopperire ad una reale necessità del territorio che dovrebbero rappresentare e valorizzare come primo unico assoluto obiettivo del loro mandato.
Se il golfo Borromeo dovesse davvero essere inserito nel patrimonio mondiale dell’Unesco, la stazione sciistica del Mottarone con le sue strutture e la funivia, che ogni anno è in procinto di chiudere e che viene sempre salvata in extremis, sono delle presenze che dovrebbero essere valorizzate e garantite come eccellenze territoriali qualificanti.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti