Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Pluralismo di idee per la Verbania di domani

Città Giardino: dai parchi alla valorizzazione del territorio. Molteplici gli spunti di riflessione, anche sulla aree industriali dismesse.

Pluralismo di idee per la Verbania di domani
Immagine 2E’ confortante constatare che una nostra formula, più volte vagheggiata sia in Consiglio Comunale che sul nostro sito, sia stata fatta propria dal gruppo “Verbania niente paura”. Si tratta di un’ipotesi progettuale incentrata sul tema della “Città Giardino” che, al di là degli specifici contesti urbani dei parchi e del verde pubblico oggetto di discussione l'altra sera a Madonna di Campagna, abbiamo sempre considerato come una più ambiziosa e articolata idea di città del futuro, non certo intesa in un’ottica immobilista e velleitaria.
Una città dove sia possibile riappropriarsi del piacere di viverci, dove si possano privilegiare scelte di qualità e buone pratiche, dove la nostra ormai unica e preziosa risorsa ambientale e paesaggistica sia messa al centro dell’interesse politico, dove le potenzialità e le bellezze che la nostra zona ci offre possano essere riscoperte e valorizzate al fine del godimento degli abitanti e della fruizione turistica.
Un “contenitore simbolico” non solo inteso come una realtà dove il verde e la natura siano elementi caratterizzanti, ma dove tutte le componenti del territorio e i settori produttivi siano gestiti in termini di sostenibilità e di oculata ottimizzazione col pensiero rivolto alle future generazioni.
Un "marchio distintivo", nel contempo, riconoscibile in termini di peculiarità e di ricaduta di immagine, da costruire nel tempo.
Con ciò, siamo contenti di aver fornito uno spunto per alimentare approfondimenti e discussioni come quelle che in città stanno avvenendo e che sono un segnale di vitale interesse che ci auguriamo si mantenga tale anche in fase post elettorale.
Crediamo quindi di aver buttato lì uno contributo meritevole di rispetto, compreso quello di pensare ad un polmone verde dalla multiforme fruibilità nell’area Acetati, che non ci sembra affatto un’idea "sciocchina", mentre pensiamo, ad esempio, per analogia, alle interessantissime e innovative proposte progettuali per trasformare i 400 ettari dell’ex aeroporto berlinese di Tempelhof in parco urbano; oppure alla trasformazione di ettari si superficie del bacino della Ruhr nel multifunzionale Parco Paesaggistico dell' Emscherin con grosse ricadute occupazionali; oppure all’ex area industriale di Manchester ripensata come cuore pulsante di vita urbana culturale e ricreativa. Ma gli esempi di ripensamenti di aree industriali dismesse anche meno importanti in alternative lungimiranti sono parecchi e anche più vicini a noi. Riconosciamo che i percorsi sono lunghi e tortuorsi, ma se mai si comincia…




3 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Maria Cerutti Verbania città giardino
Maria Cerutti
25 Ottobre 2013 - 11:28
 
Veramente molto interessante l'idea da sviluppare con progetti concreti.
Da parte mia un piccvlo suggerimento: perchè non riqualificare le sponde dei torrenti San Giovanni e San Bernardino in percorsi ciclopedonali?
Vedi il profilo di rino romano Verbania città giardino
rino romano
25 Ottobre 2013 - 13:52
 
Mi permetto di ricordare che il maggiore contributo per una politica di valorizzazione e di recupero del verde e delle sue potenzialità per il nostro territorio è venuto dagli interventi precisi e appassionati che negli ultimi tempi della sua vita Pierangelo Garella ha fatto su verbania settanta. Per lui un sentito ringraziamento e un caro ricordo.
Vedi il profilo di Marcella precisazioni
Marcella
26 Ottobre 2013 - 00:08
 
A Maria confermo la nostra convinzione a sostenere la riqualificazione delle sponde fluviali, argomento che abbiamo ripreso più volte in varie sedi.
A Rino ricordo che anche sul nostro sito sono stati riportati i preziosi contributi che Pierangelo ci faceva puntualmente pervenire e che hanno contribuito ad affinare concretamente la nostra sensibilità sull'importanza delle nostre ricchezze territoriali.
Grazie per la vostra attenzione.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti