Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

UNA CITTA’ ABBANDONATA 1

di Livio Serafini

UNA CITTA’ ABBANDONATA 1
La Giunta Zacchera/Schettino, per colpa di una lettera anonima (?), che normalmente si cestina, ha dato forfait lasciando la città in mano a un Commissario Prefettizio che non sarà in grado di fare miracoli non essendo stanziale ed essendo presente sul territorio a corrente alternata.
La nostra Comunità quindi versa, senza mezzi termini, in uno stato pietoso, esattamente come durante i quattro anni della succitata Giunta.
Quali sono dunque i punti di riferimento per i cittadini di fronte alle cose che non funzionano? Suppongo siano la Polizia, i Carabinieri, la Guardia di Finanza e i Vigili Urbani i quali, soprattutto, dovrebbero vigilare....
Potrei riempire diverse pagine sulle cose da fare, anche promesse e non mantenute, ma mi sia concesso di soffermarmi per un attimo sui Vigili che nella nostra città hanno una speciale caratteristica: o non se ne trova uno, neanche a cercarlo con il famoso lanternino, oppure te li ritrovi a gruppi di 3/4 tutti concentrati in area taxi (foto disponibile a richiesta). Certamente staranno eseguendo un certo tipo di servizio, ma quello che non mi riesce di capire, ad esempio, è il continuo indisturbato andirivieni di auto e motorette da via 25 Aprile verso corso Garibaldi e viceversa senza nessun controllo, idem dicasi per via De Bonis con l'aggravante della sosta selvaggia in piazza San Rocco nelle ore serali con buona pace della telecamera.
Per variare l’ambito, che dire di quei possessori di deliziosi cagnolini che passeggiano indisturbati in mezzo alle aiuole del lungo lago? E di quelli che buttano dappertutto quintalate di cicche di sigaretta(che ben si abbinano alle cicche da masticare spiccicate a terra) con lanci da record?
E ancora, e lo ripeto per la centesima volta, perché al sabato il quartiere Sassonia deve subire l'invasione selvaggia delle auto con relativo inquinamento senza alcuna sanzione? Perchè in quel giorno ognuno è libero di parcheggiare ovunque ... sulle strisce pedonali, sui marciapiedi, in curva, contromano, sui scivoli degli handicappati?
E che dire dei rami sporgenti dalle proprietà private? Dell'erba alta ai bordi della strade?
E degli imbrattatori ufficiali che continuano imperterriti a "decorare" gli spazi rimasti indenni in città: se ne conoscono i nomi, le loro sigle sono note "HORO" “SHULTZ" ”REKO" , e ultimamente un certo “PIT”, non solo continuano nella loro prediletta espressione grafica, ma si prendono anche il gusto di sbeffeggiare...andate a leggere cosa ha scritto HORO in quel di Santa Marta sotto l'unica telecamera e vi renderete conto che siamo al ridicolo! Non è più tollerabile, inoltre, che non si riesca a ripulire la facciata della sede comunale di via Fratelli Cervi che continua da troppo tempo a offrire un’immagine sconcia agli utenti.
E quei baldi giovani e leggiadre pulzelle che stendono asciugamani attorno al Monumento ai Caduti..tutto normale vero? Così come fare tuffi dalla scaletta transennata perché pericolosa sotto gli occhi di plaudenti ragazzine sedute sulle panchine con i piedi sullo schienale e le scarpe sulla seduta, panchine ovviamente decorate con i vari TVB, numeri telefonici, esaltazioni di presunte prestazioni sessuali delle varie Giò, Frà, ecc.
Considerando le croniche carenze monetarie del Comune, non sarebbe il caso di rimpinguarne le casse, oltre che con quelle più consuete che piovono facili e implacabili, con qualche multa alternativa, dando così un segno di presenza più generalizzata e restituendo un po' di dignità alla città e facendo rispettare la legge, soprattutto in un momento dove sembra che nel PAESE ognuno faccia quel che gli pare?

PS: ho assistito alle richieste urgenti di fare pipì di una bambina alla propria mamma in area Biglietteria Navigazione, e solo la cortesia di un "batelot" ha favorito l’utilizzo della toilette del traghetto… quella sulla terra ferma è "fuori uso" da almeno 10 anni....ma questo è un altra storia!



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti