Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Diffondere la cultura? Ci pensa il Centro Eventi

Scritto da Sara Locci

Immagine 1

 

Sono una cittadina verbanese, ho 32 anni e sto portando a termine i miei studi di dottorato in Storia dell'Arte.

Cosa significa nel 2013 essere una lauerata di 32 anni a Verbania? Fondamentalmente significa essere una tra le tante persone precarie che ingrassano le fila dei disoccupati/inoccupati del paese; che non può permettersi da sola una casa in affitto e tantomeno pensare di cambiare un'automobile vecchia di 15 anni. Certo, lo ammetto, una buona parte delle mie sfortune me la sono andata a cercare scegliendo di compiere studi umanistici, quel che peggio nel campo dell'arte. Insomma più volte nel corso degli anni mi è stato indistintamente detto che ero un'inguaribile sognatrice, che non avrei mai trovato un lavoro decente, che la cultura in Italia non paga, che un conto è la passione e un conto la professione che si va poi a svolgere, ecc.


Io ho sempre risposto che se all'università esistevano i corsi di studio umanistici evidentemente un posto dove mettere queste anime elette ci sarà pure stato!


In effetti non è proprio così, e l'amara realtà mi ha colpito, sia fuori che dentro la nostra provincia, già qualche anno fa, poco dopo la laurea. I posti ci sarebbero, le persone in grado di ricoprirli anche, ma pare manchi la materia prima: il denaro con cui pagarle, queste persone. Piccolo trascurabile dettaglio visto che ormai ovunque impazza la moda degli stages, quei capolavori di contratti di "lavoro" in cui si mette la propria conoscenza e competenza a disposizione dell'azienda/associazione/ente che dir si voglia in cambio di...niente, o meglio in cambio di un'esperienza da aggiungere al proprio curriculm. Fortunelli noialtri.


Ma per noi verbanesi che di cultura vorremmo campare non è il caso di disperare, perché a breve alla città sarà fatto un inestimabile dono, niente po' po' di meno che il Centro Eventi, luogo così altamente polifunzionale che noi giovani e meno giovani laureati in queste ostiche materie o diplomati delle accademie artistiche, potremo dare il meglio di noi! Una piece teatrale? Eccola! Un concerto? Basta chiedere! Una performance artistica? Servita! Insomma dalla creazione, alla gestione e poi presentazione del prodotto ce n'è per tutti i gusti e per tutti noi il lavoro è assicurato. Solo un dubbio mi si insinua: in un'epoca di così forti tagli alla cultura, che a livello comunale non vede nemmeno possibile un concreto appoggio al sostentamento del Museo del Paesaggio, con quali fondi si pretende di mantenere le spese di gestione del mastodonte dell'Arena? Su come si è deciso di finanziarne la costruzione siamo stati più o meno informati, ma poi? Al mantenimento si è pensato? Non è che si pensa di contrattarci tutti con un bel rimborso spese e dei ticket restaurant usufruibili da McDonald's?


 Ai posteri l'ardua sentenza.




4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di livio commento
livio
9 Febbraio 2013 - 08:06
 
Gentile Sara,innanzitutto grazie per aver onorato questo sito con il suo brillante articolo che condivido in toto,faccio mio e rilancio il suo \"grido di dolore\"per quanto attiene il piano occupazionale, ma non solo il suo e relativo settore,ma per una intera generazione che, stante le attuali condizioni,non ha futuro.
\"Con la cultura non si mangia\"ha affermato un poveraccio del precedente governo,mentre in questo disgraziato Paese si potrebbe vivere anche grazie alla cultura e al turismo...ma tant\'è!
Sulla questione CEM la posizione di questa Lista Civica è ben nota,personalmente mi auguro che, in un momento di lucidità, si soprassieda dal costruire un mastodonte cementizio che , oltre a distruggere un luogo bellissimo, comporterà tasse future per almeno due generazioni.
Al piacerejamu di leggerLa nuovamente, Le auguro un profiquo 2013.
Buona fortuna!
Vedi il profilo di sara commento
sara
12 Febbraio 2013 - 20:40
 
Grazie Livio, è stato un piacere per me scrivere questa mia piccola riflessione. Purtroppo so che il problema è di ben più ampia portata e che quasi nessun giovane verbanese (e non) ne è esente. Riguardo al CEM, mi auguro sinceramente che questa sciagurata giunta ci farà il grande piacere di levare le tende prima di vederne la realizzazione.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti