Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

CAMPANELLO D'ALLARME

 


Immagine 1


 


Un altro campo da Golf a Fondotoce? Tanto basta per lanciare un grido d'allarme. Non certo perché avversi a tale pratica sportiva, ma se la localizzazione dell'impianto è la Riserva Naturale Speciale alla foce del fiume Toce ce n'è abbastanza per rabbrividire.


Precisiamo subito che questa area protetta è un SIC, un Sito di Importanza Comunitaria individuato per la protezione della biodiversità nella Comunità Europea, un'eccellenza naturalistica che il nostro comune può fregiarsi di avere. La sola definizione rende già l'idea dell'importanza di questo territorio e quindi non è nemmeno il caso di soffermarsi a ribadirne tutte le importantissime caratteristiche e funzioni dal punto di vista idrogeologico e delle forme di vita faunistiche e vegetali integrate in un prezioso ecosistema.

Ecco qui sarebbe previsto un campo da golf di 18 buche pari ad una superficie di 37,8 ettari la cui realizzazione comporterebbe una movimentazione di 34.000 mc di materiale e il cui mantenimento comporterà invece un regolare utilizzo di diserbanti e fitofarmaci: sufficiente per intuire la devastante ricaduta su un delicato equilibrio che la natura riesce a mantenere.


Lo sconsiderato progetto deve essere preceduto da una variante al Piano Naturalistico della Riserva e al Piano Regolatore Comunale e, nel frattempo, l'Ente di Gestione delle Aree Protette del Ticino e del Lago Maggiore ha richiesto all'Arpa Piemonte una valutazione tecnica finalizzata a stabilirne l'incidenza ecologica.


La chiara e circostanziata relazione dell'Arpa non lascia spazio a dubbi sull'assoluta negatività delle ricadute ambientali: alterazione del canneto, frammentazione dell'ecosistema, depauperamento dell'habitat, compromissione della biodiversità, peggioramento della qualità delle acque, consumo del suolo e trasformazione paesaggistica, disturbo da rumori e illuminazione sono alcune delle devastanti conseguenze.


Ma non vogliamo disperare. Nonostante tutti i disastri ambientali che hanno colpito il nostro paese, vogliamo provare ad essere fiduciosi nel buon senso e nella sensibilità dei soggetti istituzionali preposti agli atti autorizzativi e di conseguenza sperare di non dover essere testimoni di ulteriori scempi sul territorio.


Il nostro territorio, in particolare, delle cui bellezze non ci rendiamo abbastanza conto, come ho sentito dire ancora di recente in un'occasione pubblica, delle cui ricchezze non ci sentiamo abbastanza responsabili e che andrebbero protette, mantenute, esaltate e fatte conoscere con passione, anziché violate.


I temi di grande attualità, che per fortuna si stanno sviluppando, trattano di porre fine al consumo indiscriminato del territorio, di riuso e di recupero di aree e immobili dismessi, di risparmio degli spazi rimasti, di turismo ecocompatibile sempre più richiesto, di ricerca di paesaggi incontaminati da parte del viaggiatore consapevole, di ambiente e natura come beni insostituibili per la qualità della vita e il benessere dell'uomo.


Si tratta di decidere se finalmente vogliamo progredire intelligentemente nel rispetto dell'ambiente in cui viviamo o se vogliamo continuare in un'ostinata regressione.




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di William Paradosso del paradosso
William
27 Gennaio 2013 - 22:47
 
Mi pare inconcepibile che la direzione della Riserva Naturale che si occupa del controllo e della gestione del territorio in questione, non si opponga con risolutezza al volere di pochi politici e privati che vogliono sfruttare anche le bellezze naturali di Verbania, arrecando danni irreparabili con sterramento, riporto di terriccio certamente mescolato e snaturato, ed introducendo nella riserva naturale motivo di disturbo per la fauna presente. E\' necessario che anche gli ambientalisti del territorio si muovano, visto che abbiamo la Lega Ambiente, i Verdi e quant\'altro. Oltrettutto un progetto insensato come quello dei campi da golf rappresenta uno schiaffo morale nei confronti delle tante persone disoccupate, che invece di spendere i soldi per partite a golf, come possono fare pochi agiati, debbono preoccuparsi di poter arrivare a fine mese con la attuale crisi di lavoro. Bisogna fare qualcosa per fermare questo scempio ! ! ! ! !
Vedi il profilo di verbanus Anni 30
verbanus
28 Gennaio 2013 - 08:27
 
Ieri è comparso un articolo sulla Stampa dove l\'assessore Balzarini nonchè membro votante dell\'Ente, ci comunicava che il golf non è nuovo ma veniva ricostruito quello degli anni 30 dimenticandosi che in questi 80 anni qualcosa è combiato nella zona.
Allora se dovessimo recuperare quello che c\'era in quegli anni perchè non prooviamo a rifare la tramvia Intra - Premeno magari è più utile di un campo da golf.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti