Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

CITTADINANZA: UN SEGNALE SIMBOLICO

Scritto da Bava - Zorzit


Immagine 1


 


Per completezza di informazione, riteniamo utili alcune precisazioni dopo i comunicati del Sindaco e della Lega Nord che hanno criticato la nostra proposta di conferire la cittadinanza onoraria ai bambini stranieri nati a Verbania.


Innanzitutto crediamo che la proposta sia ampiamente motivata da una serie di fattori all'interno dei quali si contestualizza:

- il 20 novembre 2012, in occasione della Giornata Nazionale dell'Infanzia e dell'Adolescenza, l'Unicef ha invitato i comuni italiani a conferire detta cittadinanza;


- il Capo dello Stato ha avanzato più volte solleciti in tal senso e ha rivolto un plauso al Comune di Domodossola perché ha già proceduto a questo conferimento;


- oltre 300 comuni italiani hanno già dato riscontri positivi;


- a livello locale i recenti dati anagrafici confermano che la popolazione verbanese cresce grazie agli stranieri e la prima nata del 2013 è una bambina cinese;


- l'inarrestabile evoluzione socio-demografica va nella direzione della multietnicità e della multiculturalità.


In rapporto a tutte queste sollecitazioni, le reazioni della maggioranza ci sembrano improprie e pretestuosamente politicizzate.


Il Sindaco ha dimostrato scarso tatto democratico anticipando la sua contrarietà prima del Consiglio Comunale e snobbando il valore simbolico della nostra proposta. Non possiamo giustificare questa sua presa di posizione alla luce delle sue molteplici esperienze di mondialità e delle finalità legate alla sua Associazione Verbania Center e ai relativi progetti umanitari e solidali rivolti anche a favore dei bambini del sud del mondo. Salvo registrare una contraddizione di fondo.


Inoltre, nel momento in cui sostiene che non basta "una patacca" di cittadinanza per l'integrazione e che l'amministrazione lavora quotidianamente per favorirla, allora si parifichi il criterio di assegnazione del "bonus bebè" a tutti i bambini anche stranieri e si ripristini il contributo all'Esom che supporta anche le famiglie straniere.


Come se non bastasse il "pataccari" del Sindaco, la Lega ci taccia di "becero buonismo". Ci chiedessero di fare del cabaret, potremmo farci sopra una risata, ma poiché dobbiamo occuparci di "cosa pubblica", il tutto è molto deprimente.


Becero è forse il modo di fare politica che traspare dal comunicato stampa: contrastano la nostra richiesta di onorificenza agli stranieri con l'illazione che noi avremmo ostacolato l'onorificenza ad un cittadino locale defunto. Oppure il credere che un cittadino qualunque non sia in grado di leggere la delibera di consiglio dove si dice tutt'altra cosa. Rivendicavamo il metodo fissato in precedenza sulle intitolazioni e criticavamo il mettere in mezzo ad una discussione pubblica il nome ed il ricordo di una persona che non c'è più. Ma tant'è che nel comunicato stampa reiterano la finezza: non é una strumentalizzazione questa? Usare un nome, una persona, per esasperare il conflitto tra "locale e straniero" ? La proposta di una cittadinanza simbolica ci sembra un atto terribilmente semplice, non compromettente o non favorente nessuno sia dal punto di vista giuridico che amministrativo.


Bellissimo, poi il riferimento al Presidente Napolitano! Lasciamo una certezza: meglio una pacca sulla spalla da Napolitano che un abbraccio da Borghezio.


Detto ciò rivendichiamo la schiettezza e la genuinità della nostra proposta che ha un valore, ripetiamo, squisitamente simbolico, educativo; la consideriamo un segnale di sensibilità sui temi dell'integrazione e della solidarietà, di attenzione verso i bambini stranieri che frequentano le stesse scuole e gli stessi ambienti sportivi o ricreativi del nostri figli; una buona pratica amministrativa come sostegno all'auspicata Legge sulla cittadinanza.




1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Paola Maestrini Cittadinaza
Paola Maestrini
30 Gennaio 2013 - 09:29
 
Come collaboratrice dell\'Associazione Nonsoloaiuto - solidarietà e intercultura V.C.O., comunico che anche il Comune di Omegna sta organizzando una manifestazione per il conferimento della cittadinanza onoraria per i bambini stranieri residenti in città, prevista per inizio Primavera.
Si tratta di un primo passo per favorire e rinforzare il senso di appartenenza al tessuto sociale dove le giovani generazioni di migranti attualmente vivono.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti