Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

CI AVEVANO PROMESSO 8...!!!

Scritto da Marco Sconfienza


Immagine 1


 


Concludiamo l'analisi del programma del Sindaco Zacchera  prendendo in considerazione l'ultimo tema trattato, quello del teatro, che ha giocato un ruolo determinante in campagna elettorale.


 


IL PROBLEMA DEL TEATRO



"Ribadiamo l' importanza che Verbania si doti di uno o più centri di cultura che siano segnale per un rilancio di tutta la città anche in questo settore. Riteniamo quindi che questo rilancio culturale cittadino sia un' opera utile e positiva, da portare avanti con impegno ed attenzione.


Dobbiamo però anche avanzare molte perplessità che - in termini assolutamente sereni e trasparenti - comunichiamo fin d' ora a tutti i verbanesi perché, prima di prendere decisioni definitive ed irrevocabili sulla realizzazione del nuovo teatro cittadino, occorre secondo noi avere maggiori certezze.


Va anche preso atto che l' amministrazione Zanotti non ha voluto acquistare l' immobile ex Teatro VIP per una somma di circa 600.000 euro (meno di un venticinquesimo del costo del teatro proposto per p.zza Macello!) che è stato invece acquistata da privati e che, debitamente ristrutturato, entro il 2009 fornirà a Verbania Intra tre sale cinematografiche e d' incontro sopperendo così in tempi brevi ad una necessità molto avvertita nell' opinione pubblica. Ad Intra ci sarà quindi sempre bisogno di una struttura teatrale, ma meno di una nuova struttura cinematografica e sarà presto disponibile una nuova sala per incontri, meeting e conferenze".


Nelle premesse relative al tema teatro, si evidenziano in prevalenza i toni critici che sottolineano unicamente gli aspetti problematici legati al progetto Zanotti senza peraltro porre delle soluzioni alternative secondo le intenzioni dello schieramento di centro destra. Di conseguenza i cittadini verbanesi sono stati chiamati a votare su una linea programmatica monca perché mancante di una diversa progettualità. Sarebbe stato più corretto indicare agli elettori la soluzione che il candidato sindaco aveva in mente.


Tutto il nuovo percorso progettuale è stato calato dall'alto ad elezioni avvenute, senza alcun consulto e coinvolgimento della popolazione.


 


"Ciò premesso, circa il teatro abbiamo quattro serie di fondate perplessità:


 


SUL COSTO COMPLESSIVO DELL OPERA


"Era stato pubblicizzato che il teatro doveva costare 10 milioni di euro e questo era stato il limite imposto ai progettisti per la partecipazione e lo sviluppo del loro concorso di idee. Prendiamo atto che il costo è già salito a 13.600.000 euro ma purtroppo siamo molto lontani dal prevedibile costo complessivo dell'opera sulla base del progetto dell' architetto Arroyo. Posto infatti che quelle presentate siano le linee architettoniche definitive, è bastato un superficiale esame del progetto e le prime domande poste allo stesso progettista per renderci conto che LE DOTAZIONI TECNICHE previste per il teatro sono comprese nella spesa complessiva necessaria per realizzare il teatro solo in termini molto parziali. Mancano molte strutture ed è discutibile la qualità interna del manufatto: in un teatro non si può fare tutto , o non si fa nulla per bene! A queste osservazioni lo studio Arroyo ha risposto con commenti della lunghezza di una pagina e mezza, a moltiplicare i nostri dubbi e perplessità. NONOSTANTE QUESTO, L'AMMINISTRAZIONE ZANOTTI PRETENDE DI AFFIDARE ALLO STESSO STUDIO ANCHE IL PROGETTO ESECUTIVO: 400.000 euro in più ai progettisti dopo i già 200.000 dello studio definitivo: noi diciamo stop e faremo di tutto per far risparmiare al Comune questi soldi pubblici che non vanno spesi prima di aver definito bene non tanto e non solo le linee architettoniche del teatro".


Si stigmatizza la cifra di circa 13.600.000 euro rispetto ai 10 di partenza evidenziando il fatto che non sia realistica rispetto alle dotazioni tecniche solo parziali e alla qualità interna del manufatto. Si avanza in proposito anche una critica allo studio Arroyo che non scioglierebbe le perplessità e i dubbi sollevati dalla minoranza di allora. Nonostante questi dubbi, quando si è deciso di trasferire il teatro all'Arena, rimodellandolo come Centro Eventi,forse era il caso..(continua)





4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Marco zacchera Grazie del lavoro, e adesso...
Marco zacchera
30 Dicembre 2012 - 23:16
 
Caro Scofienza,
Al termine del suo duro lavoro si ponga due domandina facili facili:
1) le condizioni generali del paese e dell\'economia italiana, della città ecc.ecc. Sono uguali, migliori o peggiori del 2009 ? Conseguentemente questa amministrazione rispetto alla precedente ha avuto maggiori, uguali o minori trasferimenti e in che ordine di grandezza ( le do un aiutino: in due anni siamo passati da 6,7 milioni di trasferimenti a 1 (uno!)
2) questa amministrazione però ha fatto diverse cose in più rispetto a quanto previsto, cominci a farne un doveroso, piccolo elenco.
Grazie comunque per la sua fatica di un critico attento e preciso.
Le auguro buon anno.
Marco zacchera
Vedi il profilo di marco sconfienza Bontà sua....
marco sconfienza
31 Dicembre 2012 - 08:09
 
Innanzitutto La ringrazio per gli auguri che ricambio con piacere, estendendoli alla nostra città che io e tantissimi come noi amiamo.
Detto questo vengo al punto, è innegabile quello che Lei afferma riguardo la situazione economica del paese e di riflesso di tutte le amministrazioni pubbliche, Le rammento che Lei nel suo programma aveva sottolineato più volte i primi sintomi della crisi (peraltro sempre negata dal governo di cui Lei era uno zelante elettore)per questo il suo programma avrebbe dovuto essere meno \"sfarzoso\" invece di spaziare su tutto (certo le promesse in campagna elettorale in Italia vengono presto dimenticate dai cittadini)inoltre abbiamo già più volte assistito ai suoi lamenti riguardo i mancati trasferimenti dello Stato, ma forse Lei fino a un anno orsono non era un parlamentare della maggioranza e aveva votato disciplinatamente tutti i tagli orizzontali di Tremonti? non crede di essere ambiguo in tutto ciò?
Riguardo le opere messe in cantiere (Lei stesso mi da atto di attenzione e precisione nelle critiche doverose per chi sta all\'opposizione, almeno così Lei ha sempre fatto nei decenni in cui era dall\'altra parte)certo non avrà potuto attuare tutto a causa della crisi, ma non Le sembra che manchi tantissimo rispetto alle promesse?
Non Le sembra di chiedere un po troppo facendo l\'elenco delle opere realizzate? per questo Lei e la sua Ammnistrazione vi siete dotati di una grandissima cassa di risonanza come un addetto stampa a tempo pieno, che non manca mai di informarci anche delle cose più minute realizzate, credo che alla fine del suo mandato, Verbania passerà nell\'elenco del Guinness dei primati per il numero dei comunicati sfornati in un quinquennio.
D\'altronde se Lei ha letto tutti gli articoli che ho scritto (sapendolo assiduo nostro lettore non ho dubbi in merito e Le dirò che mi fa molto piacere) saprà che tale elenco è già presente in essi, non starò certo ora a dilungarmi oltre.
Le invio i miei saluti cordiali e l\'auspicio di buon lavoro tutto al servizio della nostra comunità...
Marco Sconfienza
Vedi il profilo di Bolognesi Mariano Ma che risposta è?
Bolognesi Mariano
31 Dicembre 2012 - 08:30
 
Buongiorno
A Sconfienza la mia a non solo mia gratitudine per aver pazientemente fatto questo puntiglioso e meritorio lavoro di verifica dei risultati sul programma elettorale di questa Amministrazione cittadina. Ha creato un precedente e, spero, le condizioni affinché le Amministrazioni che si succederanno alla guida della Città, siano più concrete e realiste nel proporsi ai cittadini, evitando bugie e promesse fasulle che oggi stiamo scontando.
Al signor Sindaco che ha risposto in modo così superficiale evitando di ribattere alle critiche puntuali contenute nelle otto, diconsi otto, puntate complessive, anch\'io avrei due domande da porgli:
- Quando sono stati decisi i primi tagli delle risorse in Parlamento, anche con il suo voto, Lei non era già Sindaco di Verbania?
- Possibile che già allora da quell\'osservatorio privilegiato che è il Parlamento non si sia accorto a differenza del capo del suo partito, che la crisi era reale e tangibile e che la situazione poteva solo peggiorare?
Per queste ragioni le sue giustificazioni appaiono puerili.
Buon anno a Lei, ma sarebbe un buon anno per noi se, viste le comatose condizioni della sua maggioranza al governo della città e l\'immobilismo che ne deriva, si decidesse di chiudere in anticipo questa ..... esperienza amministrativa.
Vedi il profilo di Flavo Marchetto all\'attenzione del Sig. Sindaco Zacchera
Flavo Marchetto
7 Gennaio 2013 - 15:33
 
Riguardo alla lista delle \"diverse cose in più rispetto a quanto previsto\", potrei cominciare io:
-eliminazione del servizio \"liberobus\", unico in Italia (ma non l\'eliminazione dell\'addizionale che serviva per pagarlo!);
-eliminazione (di fatto) dell\'infogiovani;
-eliminazione del previsto servizio di bikesharing (con la perdita di svariate migliaia di euro);
-\"vendita\" del tendone sito in piazza macello (per la quale è in corso, se non sbaglio, un\'indagine della magistratura);
-aumento dei parcheggi a pagamento in tutta la città a discapito dei parcheggi liberi;
-aumento del tempo minimo di sosta nei suddetti parcheggi a pagamento;
-abbattimento (a volte indiscriminato) di svariate piante ad alto fusto in tutto il territorio cittadino;
-applicazione dell\'IMU con una percentuale tra le più alte di tutta Italia;
-smantellamento dell\'Arena (costruita con fondi europei) per far posto al teatro da Lei tanto criticato prima delle elezioni, che costerà alla cittadinanza svariati milioni di euro (8 se va bene, una ventina se i lavori non finiscono in tempo e se, conseguentemente, i fondi del PISU verranno revocati);
-chiusura della più importante azienda cittadina (verbanese) nell\'assoluta apatia dell\'amministrazione comunale;
-ridimensionamento dell\'ospedale Castelli, sempre sull\'onda dell\'apatica sopra accennata;
-sempre riguardo all\'apatia di cui sopra, la perdita dello status di capoluogo di provincia di Verbania (che potrebbe essere stato difeso meglio da chi, fio a qualche mese fa, sedeva in Parlamento);
e la lista è ancora lunga. Vuole davvero che continui, Egr. Sindaco Zacchera?...



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti