Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

QUARTIERI PREOCCUPATI PER LA SANITA'

 


 


Immagine 1


 


Verbania 20 .11.2012


 


Al Presidente della Regione Piemonte R. Cota


All'Assessore alla Sanità Monferrino

Al Direttore Generale ASLVCO A. Giacoletto


Ai Consiglieri Regionali


Ai Sindaci del Verbano


 


I Presidenti dei quartieri di Verbania riunitisi il giorno 15 c m. congiuntamente hanno preso in considerazione le ultime notizie che si riferiscono al ridimensionamento dell'Ospedale Castelli, alle notizie di chiusura di Rianimazione e Unità Terapia Intensiva. Già aveva disorientato la notizia che l'emodinamica prevista a suo tempo a Verbania con discrezionalità fosse successivamente destinata all'Ospedale S. Biagio, nonostante i casi d'infartuati siano in netta superiorità numerica a Verbania che assorbe anche quelli dirottati di Omegna.


Che cosa dire poi dei reparti che via via seguiranno verso il triste declino in un presidio ospedaliero privato dei due principali reparti Rianimazione e UTIC, indispensabili per affrontare varie emergenze e o interventi complessi?


I Presidenti, preoccupati per la chiusura di questi reparti e la perdita dell'emodinamica in questo territorio, si domandano se ciò sarà un preludio alla cancellazione di altri importanti reparti o al ridimensionamento a cronicario o addirittura alla sua chiusura dell'ospedale Castelli. La preoccupazione che i cittadini hanno espresso e che i Presidenti condividono  riguarda il dubbio di subire una differente proposta di cure sanitarie per immediatezza, qualità e tipologia con il rischio di diventare cittadini di serie B, che prescinde da discorsi campanilistici.


La questione economica non è meno importante poiché i commercianti già avevano più volte espresso preoccupazione per la situazione attuale e ne ravvedono un possibile peggioramento nel futuro di minore disponibilità economica delle famiglie che si dovranno spostare per lavoro, per visite o per accudire i propri cari. Non per ultimo anche il turismo del Verbano e Cusio sicuramente a ricaduta ne risentirà, infatti, i turisti non sprovveduti preferiranno recarsi in un'altra località altrettanto bella quanto più adeguata per le proprie patologie anche importanti.


Il contenimento della spesa è obbligo della ASLVCO, a questo si riferisce il ridimensionamento dei due reparti. 


I Presidenti dubitano che queste scelte siano basate su dati tecnici validi e si chiedono se verrà data pari dignità e sicurezza sanitaria alle zone del Verbano e del Cusio .


Richiamano i Tecnici, i Sindaci, i Parlamentari della zona a provvedere al più presto nell'analizzare con coscienza questa situazione in un tavolo che non sia di parte e ragioni con dati concernenti il turismo, gli accessi al DEA che, nell'anno, a Verbania sono 27.000 +11.000 Omegna e a Domodossola 26.000, oltre  al numero di popolazione delle relative zone e afferenze.


I Presidenti dei quartieri di Verbania


Baldissone Angelo, Carniel Adriano, Bazzacchi Loredana, Francioli Ettore, Calegari Ennio




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giuseppe Non ci resta che piangere??
Giuseppe
27 Novembre 2012 - 16:29
 
Su che affidabilità possiamo contare?
Purtroppo tra il dire e il fare c\'è di mezzo
il mare. Vince sempre chi grida più forte?
se è così dobbiamo scendere in piazza!
Vedi il profilo di Giuseppe commento
Giuseppe
27 Novembre 2012 - 16:36
 
Non ci resta che piangere?? Su quale affidabilità possiamo contare....visto il declino del NOSTRO ospedale Castelli? Tra il dire e il fare c\'è di mezzo il mare.
Vince sempre chi grida più forte? Se è così allora scendiamo in Piazza , con i \"forconi\"!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti