Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza

 


Immagine 1


 


Come ha pubblicizzato con enfasi su stampa e TV il Sindaco di Verbania vuole dare avvio alla costruzione DELL'ENORME TEATRO/CENTRO CONGRESSI SULL'AREA DELL'ARENA. La Regione ha infatti inviato un primo finanziamento di € 2,5 milioni pari a meno del 15% del P.I.S.U. , il programma di interventi presentato dal Comune di Verbania tra cui spicca il costo di ben 17 milioni di euro del C.E.M. Centro eventi multimediale .


 

IL COMITATO DEI CITTADINI A CUI I VERBANESI HANNO ADERITO CON OLTRE 3.000 FIRME NATO IN DIFESA DELL'AREA VERDE DELL'ARENA privilegiandone il mantenimento a verde pubblico per le sue qualità ambientali e la sua elevata fruibilità, E DEL TEATRO SOCIALE DI PALLANZA proponendone quindi la molto meno costosa riqualificazione per mantenere nel centro storico, senza consumo di suolo, una sala per spettacoli già facilmente fruibile ai cittadini ed ai turisti degli alberghi .


SI DOMANDA : C.E.M. DISGRAZIA O FORTUNA PER VERBANIA ?


Verbania perde :


- gli attuali prati verdi con le loro alberature che necessariamente spariranno quasi completamente per far posto alle auto e non più agli amanti di passeggiate nel verde,


 - una bella spiaggia facilmente fruibile anche a piedi: non pericolosa quindi da raggiungere di giorno per giovani, mamme e bambini. La via da seguire sarebbe di attrezzarla meglio per aumentarne fruibilità , sicurezza e attrattività .


- un luogo di spettacolo all'aperto: l'arena è una struttura spartana che, con una copertura leggera di riparo dalla pioggia, svolgerebbe una funzione di richiamo importante per spettacoli di vario genere ma soprattutto per giovani.


Cosa guadagna?


- Anni di quasi totale inagibilità per i cittadini dell'area per il protrarsi del cantiere che, se non rispetterà i tempi previsti, costerà interamente sulle spalle dei cittadini di Verbania: obbligata per contratto a restituire i soldi del finanziamento in caso di ritardi nella realizzazione del CEM.


- Una spesa di soldi comunali che non sarà comunque completamente coperta dai finanziamenti regionali: già attualmente i costi di acquisto dell'area e di sfratto dell'attuale gestore del bar sono a carico della città per oltre 500 mila euro, per non parlare della bonifica dell'area e delle attrezzature che saranno necessarie.


- Una struttura che si propone di accentrare tutti gli eventi : per manifestazioni, spesso a pagamento, rivolte ad un pubblico specifico di cinema, teatro e congressi prevalentemente di una certa età non tanto disponibile a muoversi a piedi soprattutto di sera, e i giovani ...?


- Spese consistenti di gestione della struttura, considerata la dimensione delle due sale di oltre 500 posti, la tecnologia necessaria ed il luogo dove è posta. Sperando che il lago non salga e provochi danni alle fondamenta che insistono su un terreno instabile di riporto: con danni ipotetici molto consistenti.


- Necessità, come accennato prima, data la posizione fuori città del C.E.M. di avere dei parcheggi vicini anche per gestire un solo evento nell'anno. E i parcheggi vicino dove saranno necessariamente? nei prati dove adesso c'è tanta erba e in futuro ci sarà tanto cemento.


QUINDI , ANCHE SE COMPLETAMENTE REGALATO, IL MASTODONTE DI CEMENTO DEL PROGETTATO C.E.M. SAREBBE UN CATTIVO AFFARE PER LA CITTÀ DI VERBANIA. IL COMITATO DEI CITTADINI PROSEGUE LA SUA ATTIVITÀ DI DENUNCIA DI QUESTO SPRECO PROPONENDO DI UTILIZZARE DAVVERO PER LA RIQUALIFICAZIONE DI AREE URBANE DEGRADATE I SOLDI A TAL FINE DEVOLUTI DAL FINANZIAMENTO REGIONALE.




16 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di marco zacchera commento
marco zacchera
5 Agosto 2012 - 22:10
 
Sostenere queste cose significa che questi ANONIMI cittadini non conoscono i progetti e non hanno minimamente ascoltato - o voluto ascoltare - le RISPOSTE che puntualmente sono state date (e si possono sempre ripetere) a chi fa delle domande. Inoltre dimostrano ancora una volta di non conoscere obiettivi, limiti e obblighi imposti dal PISU.
Ma se le risposte da parte degli ANONIMI promotori non vengono poi comunque minimamente prese in considerazione e anno dopo anno, mese dopo mese si ripetono le stesse questioni si conferma a mio avviso che C'E' UNA OPPOSIZIONE PRECONCETTA che non ascolta ragioni di sorta, perchè ritiene comunque di avere ragione. Se qualcuno di loro avesse assistito all'ultimo consiglio comunale forse - se fosse stato in buona fede - lo avrebbe capito. Ribadisco infine che la gran parte dei fantomatici 3.000 firmatari della petizione di due anni fa (molti dei quali poi non sono risultati all'anagrafe...) non erano a mio avviso assolutamente informati di quello che firmavano e forse - visto che si insiste a raccontar frottole - NON SI VUOLE CHE SIANO INFORMATI. Qualcuno di voi prenda in considerazione alcune ragioni che - anche nei giorni scorsi - ho cercato di spiegare a Tele VCO, l'intervista è sul sito della TV.
A domande precise risposte precise, a timori infondati la risposta verrà dai fatti, ai preconcetti non si può dare risposta.
Marco Zacchera
Vedi il profilo di Marco Sconfienza Abbiamo capito........
Marco Sconfienza
6 Agosto 2012 - 06:17
 
Egr. Sig. Sindaco, come sempre Lei ci dispensa il suo pistolotto (ormai trito e ritrito) Le rammento che la maggioranza dei cittadini informati sanno cosa sia il PISU ed i suoi contorni/limiti, malgrado questo esiste un rifiuto di tutto ciò in buona parte di loro (che Lei elegantemente definisce fantomatici, che Lei puntualmente irride e deride raccontandoci la storiella che le oltre 3500 firme raccolte dal nostro comitato siano state praticamente estorte ai cittadini (anche Lei non ha letto il testo della nostra petizione che era ed è molto chiaro sugli obiettivi che si prefiggeva).
L'opposizione del comitato non è assolutamente preconcetta ma assolutamente motivata, circostanziata e da moltissimi condivisa, noi siamo contrari non in modo prevenuto ma molto avveduto, pensiamo che consumare il territorio verde sia di questi tempi un assurdo, (specialmente per una città che dovrebbe privilegiarlo sia per i propri cittadini che per la sua vocazione turistica), così come ci sembra assurdo spendere una cifra tanto elevata per un solo progetto, Lei è convinto della bontà del progetto CEM?, perchè allora non ha aderito alla nostra richiesta formulata nel Dicembre scorso di indire un referendum sulla materia?
Nel caso di una vittoria dei Si Lei sarebbe stato in una botte di ferro e ogni cittadino avrebbe dovuto accettare il verdetto popolare, questo non è stato fatto evidentemente perchè si temeva e si teme un verdetto negativo, come d'altronde si percepisce parlando con la gente.
Vedi il profilo di Marco Sconfienza Promemoria....
Marco Sconfienza
6 Agosto 2012 - 06:19
 
Il Comitato per la difesa e la valorizzazione del Cine Teatro Sociale di Pallanza" Indice la seguente petizione:



I sottoscritti cittadini del Comune di Verbania chiedono alla Amministrazione comunale della propria Città:



1) Di recedere dal progetto di costruzione (Arroyo 2) del Teatro Civico
in zona Arena. Il progetto in questione appare sovradimensionato
rispetto alle esigenze cittadine, eccessivamente oneroso in termini di
costi economici realizzativi e di gestione, impattante dal punto di
vista ambientale;

2) Di intraprendere gli atti progettuali ed
amministrativi per realizzare il Teatro Civico, all'interno di una
struttura polivalente e polifunzionale, in luogo dell'attuale "Cine
Teatro Sociale di Pallanza";



I sottoscritti cittadini del Comune di Verbania ritengono che:



1) La scelta sopra indicata, in tempi
di crisi economica e contrazione occupazionale, risponda a esigenze di
ottimizzazione della finanza pubblica. Ed eviti uno spreco
imperdonabile di risorse economiche;

2) La scelta sopra indicata
liberi una riflessione più ampia sulla valorizzazione urbana e
turistica della Città, troppo a lungo sequestrata dal dibattito sulla
ubicazione del Teatro Civico. A questo proposito si auspica che le tre
aree interessate da questo dibattito vengano valorizzate attraverso:


3) La riqualificazione di Piazza F.lli Bandiera (zona mercato) con
la realizzazione di parcheggi interrati e una vasta area verde in
superficie, connessa alla ristrutturazione dell’ex Camera del Lavoro ed alla valorizzazione delle vicine sponde fluviali.


4) La realizzazione di un progetto di "Lake Park" (parco del
lago) in zona Arena che comprenda la valorizzazione delle attigue aree
del parco della Biblioteca e del Cantiere Nautico oggi attivo in area
di concessione demaniale;

5) La valorizzazione di Piazza Gramsci a Pallanza, in una ottica di rilancio turistico, commerciale, urbano della frazione di Pallanza.





Vedi il profilo di renato b. commento
renato b.
6 Agosto 2012 - 08:01
 
Qui ho già detto tutto, se foste interessati:
http://verbaniafocuson.wordpress.com/2012/07/01/caro-zacchera-credo-che-il-prossimo-sindaco-dovrebbe-avere-il-coraggio-di-denunciarla/

Qualcuno dovrebbe far pagare personalmente questi amministratori sperperatori!
Vedi il profilo di marco zacchera commento
marco zacchera
6 Agosto 2012 - 08:58
 
visto che non mi interessa più polemizzare, i consiglieri comunali di CITTADINI CON VOI pubblichino su queste colonne la relazione letta in consiglio comunale lo scorso 27 luglio dall'assessore Calderoni e firmata dal dirigente finanziario del comune che è svincolata dalla politica. Magari qualcuno ragionerà.
Marco Zacchera
Vedi il profilo di Renato b. commento
Renato b.
6 Agosto 2012 - 09:25
 
...ragionerà su come si può definire "area degradata" una zona recentemente riqualificata con soldi europei e ricevere comunque soldi pubblici per abbatterla e ri-riqualificarla?! Sindaco i soldi pubblici vanno spesi con prudenza e cautela, voi li state buttando!
Vedi il profilo di Claudio punti di vista motivati non pregiudizi
Claudio
6 Agosto 2012 - 11:43
 
Gli anonimi cittadini , in democrazia, nelle cose che li riguardano devono dare il loro parere.La costruzione del CEM, considerati i soldi da spendere adesso e in futuro, poichè non sono i soldi del sindaco ma della comunitù hanno diritto a dire la loro
Questo non mi sembra un parere preconcetto. La lettera del comitato antiCEM eleca tutta una serie di punti precisi per motivare il no e non mi pare che dica che è contro perchè il sindaco è a favore.
A tal proposito rinvio al commento molto appropriato fatto al riguardo dal Sig. Luca Scolari
http://www.vcoazzurranews.tv/index.php/news-menu-2/politicamenu/6202-scolari-zacchera-imprenditore-investirebbe-sul-teatro.
Per ultimo dato che il sindaco è diventato tale anche in conseguenza di una campagna elettorale contro il teatro in Piazza Mercato, questo lo obbligherebbe moralmente, secondo il mio parere, a consultare di nuovo gli anonimi cittadini.
Il CEM non è il teatro; è un'opera molto più impegnativa; e quindi l'obbligo della consultazione è ancora maggiore.
Vedi il profilo di Madel Monti Sarà anziana ma ancora attenta alle politiche per
Madel Monti
6 Agosto 2012 - 11:51
 
Ma questo sindaco ci prende per cretini? Crede che i cittadini di Verbania non seguano gli eventi cittadini e le decisioni dell'amministrazione? Io sono una di quelle che fin dall'inizio è stata contraria all'elefantiaco progetto del centro eventi e di conseguenza ha firmato per la riqualificazione del Teatro Sociale di Pallanza. Fosse anche gratis questo progetto distrugge una zona balneare di Verbania legata alla zona parco della biblioteca e lascia la zona del mercato di Intra trasformata in un grande e poco dignitoso parcheggio frequentato da topi (pantegane) per la vicinanza della fattiscente ex Camera del Lavoro.
Vedi il profilo di maria grazia vietti non si possono spostare i soldi in un'altra opera
maria grazia vietti
6 Agosto 2012 - 14:45
 
anche alla mia famiglia il progetto del centro eventi presso il parco Arena non piace. Non piace neppure l'attuale Arena ma oramai c'e e ce la teniamo. Basterebbe fare una copertura leggera antipioggia per poterla utilizzare piu' spesso e con dei pannelli solari, riscaldarla per l'inverno. La riqualificazione del teatro sociale mi sembra quasi d'obbligo, come pure mi sembra un obbligo dare inizio finalmente a quello che da tempo si sente sulla riqualificazione della ex camera del lavoro. Ho sentito parlare di un centro con ufficio postale, ambulatori, servizi sociali e comunali. Questo sarebbe ottimale per gli abitanti di Verbania, finalmente un posto unico dove poter risolvere tutte le procedure di pagamenti e burocrazie varie. A me sembra anche piu' urgente di qualsiasi altra cosa.
Vedi il profilo di beatrice ottolini Il sindaco ha forse paura di un referund sul CEM?
beatrice ottolini
6 Agosto 2012 - 16:04
 
Se esistono dubbi sulla volonta dei cittadini Consultiamoli!
Cercare di definire gli oltre 3000 firmatari del comitato come "fantomatici" o "anonimi" è una vecchia prassi politica di negazione della democrazia.
Chi ha firmato ha chiaro in testa che non vuole cemetificazioni di un'area ambientalmente rilevante idonea per un progetto di lake park che colleghi con un percorso verde Intra a Pallanza attraverso Arena, biblioteca,villa Taranto,villa San Remigio,il percorso pedonale dell'Eden .Considera il progetto CEM una spesa di soldi pubblici non adeguata alle necessità locali che rischia di divenire un problema gestionale ed un indebitamento rilevante.Molto più idoneo per la qualità di vita dei cittadini,dei centri stori urbani e dei turisti degli alberghi la ristrutturazione del Teatro Sociale di Pallanza e la riqualificazione della Piazza Mercato.
...E con meno indebitamenti e costi lasciati alle future generazioni.
Vedi il profilo di claudia moro si faccia la consultazione popolare!
claudia moro
6 Agosto 2012 - 18:41
 
Il sig. sindaco ci chiede di ragionare (forse pensa che non lo sappiamo fare senza preciso suggerimento!) ma perché non vuole proprio ascoltare le ragioni dei suoi concittadini? Concordo con chi mi ha preceduto nei commenti per l'inadeguatezza del progetto alle necessità del territorio e sottolineo l'enormità della spesa, senza garanzia alcuna che i servizi offerti dal nuovo Teatro/Centro congressi vedranno la partecipazione di un numero sufficiente di persone da poter far fronte alle spese di gestione di una struttura così mastodontica.
Perché non fare una consultazione popolare? In questo modo - previa, ovviamente, idonea campagna di informazione per sostenere le sue ragioni - il nostro sindaco darebbe prova di aver realmente a cuore l'opinione e le considerazioni delle persone che amministra, senza dover per forza temere che una banda di "anonimi cittadini" possa vanificare tutti i suoi sforzi!
Vedi il profilo di Claudio interessanti riflessioni
Claudio
6 Agosto 2012 - 20:53
 
tratto da Verbania.focus.on (6 agosto 2012)
Zacchera non risponde e ancora una volta crede di prenderci in giro!?
6 agosto 2012

Grazie ad un commento a questo pezzo tratto dal sito di “CittadiniconVoi”, ho appreso di una semplicissima domanda posta a Zacchera da un illustre verbanese, Luca Scolari , mica uno qualunque, uno che per meriti personali è stato ricevuto dal Presidente degli Stati Uniti d’America. Cosa chiede Scolari a Zacchera? Una cosa semplice: “Da imprenditore investirebbe tutti quei soldi nel progetto Cem?” (domanda riportata in questo pezzo di azzurra tv).
Nel pezzo NON troverete la risposta alla domanda! Solo le solite chiacchiere che vorrei smontare una per una:
Zacchera dice che senza quel progetto i soldi non arriverebbero a Verbania perchè sono PER QUEL PROGETTO! e questa è una forzatura, i soldi sono per riqualificare un area in degrado di Verbania e la zona Arena non è evidentemente in degrado!
Zacchera dice che la struttura non avrà costi per il Comune anzi darà reddito perchè verrà data in gestione! ma anche questa è una affermazione tutta da dimostrare, perchè non esiste (ovviamente) alcun accordo di gestione con alcuno!
Aggiunge Zacchera: “non si tratta solo di un teatro ma anche di un centro congressi, di bar e di un ristorante, di un’area verde esterna con 3 mila posti” , come se ciò fosse un incentivo a spendere quella montagna di soldi e senza considerare che sarebbero (bar e ristoranti) solo attività concorrenti a ciò che già esiste e senza portare nulla di innovativo per la città.
Insomma, pur di non fare retromarcia su una scelta sbagliata Zacchera continua nella difesa dell’indifendibile, da politico navigato glissa la domanda semplice e chiara di uno che lavora nel mondo reale: “lei investirebbe soldi suoi?” … e ci propina la solita solfa.
Vorrei poi ricordare l’infamia peggiore: questa maggioranza PDL LEGA , pur di raggiungere il loro obiettivo (non so poi per quali interessi?) hanno deciso di dichiarare l’Arena (riqualificata 10 anni fa con fondi pubblici) “AREA DEGRADATA”, questa foto ha poche settimane, giudicate se si tratta di “area degradata”.
Vedi il profilo di giuseppe messina parole inutili per il nostro SINDACO
giuseppe messina
6 Agosto 2012 - 20:53
 
Faccio parte anch'io degli anonimi che si é speso per raccogliere le firme e posso dire che le duecento e passa firme che ho raccolto personalmente sono firme vere di persone vive e vegete ma sopratutto ben consapevoli di cosa stavano firmando.Detto questo le sue dichiarazioni
signor Sindaco offendono me e le duecento e passa persone.
Io sono solo un piccolo artigiano del legno e di certo non posso dare consigli politici ad un professionista della politica,ma mi sento di darle un suggerimento:LO METTA AI VOTI.
Ho l'impressione che la posta in gioco per lei sia troppo alta!
Sig.Sindaco la preferivo quando faceva la cronaca in parlamento per caterpillar su rai due........
Vedi il profilo di Vladimiro Di Gregorio commento
Vladimiro Di Gregorio
6 Agosto 2012 - 22:29
 
Io in Consiglio Comunale c'ero ed ho ascoltato le posizioni dell'Amministrazione Comunale, dell'Assessore Calderoni (che non ottempera a presentare la propria dichiarazione dei redditi come la legge prescrive per tutti gli amministratori comunali) e quelle del Sindaco che si ostina a ripetere una litania che non convince più neanche i suoi più consiglieri comunali di Maggioranza che votano a favore solo per non fare la fine del povero consigliere Immovilli che per aver parlato ad una iniziativa del PD sui giovani è stato cacciato dal gruppo consigliare del PDL (questa la versione data). Il SIndaco lo sa che il suo progetto del CEM è un suicidio per la città di Verbania ma ormai non può più, secondo lui, tornare indietro...che figura farebbe...lui politico tutto di un pezzo che torna sulle sue decisioni...sarebbe una sua sconfitta personale e questo non può tollerarlo. Ma il SIndaco lo sa che i cittadini nella stragrande maggioranza sono contrari al Progetto faraonico e cementificatorio dell'Arena. Sa che il CEM è la pietra tombale di questa maggioranza. Sa che non sarà più eletto nel 2014 e allora se ne esce con la proposta bizzarra ed unica in Italia di fare la primarie uniche di tutti i partiti di destra centro e sinistra...ridicolo solo a pensarci, ma sarebbe la sua unica via d'uscita senza essere cacciato a grande maggioranza dal voto popolare dei verbanesi. E quindi Signor Sindaco se proprio crede alla democrazia, alla volontà del popolo, organizziamolo un bel REFERENDUM POPOLARE sul Centro Eventi, diamo la parola ai cittadini, ascoltiamoli veramente e non solo a parole, non solo per la Provincia come chiede lei ma anche per un impegno che alla fine potrà superare i 20 milioni di euro.
Vedi il profilo di Flavio Marchetto Egr. Sig. Sindaco
Flavio Marchetto
20 Agosto 2012 - 10:31
 
mi sono riletto proprio nei minuti passati il Suo programma elettorale presentato per le elezioni amministrative del 2009. Al termine del Suo programma Lei parlava del progetto del Teatro presentato e portato avanti dall'allora sindaco Zanotti, e presentava "quattro serie di fondate perplessità". Se non le ricorda più, sono convinto che da qualche parte il Suo programma l'ha ancora, in fin dei conti era il SUO programma... bene, quelle quattro perplessità che Lei aveva sul progetto di Zanotti non solo le ha mantenute per il Suo progetto, ma le ha anche moltiplicate... e sono queste perplessità che spingono la maggior parte dei cittadini a chiedere che il mastodonte cementizio non venga costruito. Se non crede che la maggioranza della popolazione non voglia il teatro all'arena, basta fare un referendum, semplice e pulito: volete il teatro all'arena? Si o no. Senza tanti fronzoli. E così avrebbe anche una via d'uscita elegante per evitare di fare una brutta figura, visto che dubito fortemente che il mastodonte cementizio possa essere concluso nei termini richiesti dai fondi PISU (pena la restituzione dei fondi stessi). Perchè ormai i cittadini sanno che, se il teatro non verrà completato in tempo (31 dicembre 2014, giusto?) l'intero costo dell'opera (che tra tutto supererà verosimilmente i 20 milioni di euro) ricadrà sulla testa dei cittadini verbanesi. Lo faccia per Verbania, per i verbanesi e anche per se stesso, ormai ha buttato alle ortiche un sacco di soldi, eviti di buttarne un'altra montagna. Grazie.
Vedi il profilo di Flavio  Marchetto Egr. Sig. Sindaco
Flavio Marchetto
13 Settembre 2012 - 20:42
 
Senza voler fare polemiche, una semplice domanda: perchè non si fa questo benedetto referendum per sapere se la CITTA\' di Verbania vuole o non vuole quel teatro? Nel caso si degnasse di darmi una risposta, le chiedo un favore: me lo spieghi come se stesse parlando ad un bambino di 8 anni. Senza giri di parole, senza divagazioni, senza dare la colpa a qualcun altro, dia semplicemente una risposta (che chiede il 90% dei cittadini verbanesi o giù di lì). Sempre che ci sia una risposta convincente. Grazie.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti