Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO -TAGLIO ALBERI: ALTRA PUNTATA

Pubblichiamo volentieri questa nota di un lettore attento alla realtà del patromionio arboreo della nostra città che purtroppo continua ad essere depauperato


Immagine 1


 


Un altro grande albero secolare se ne é andato qualche giorno fa.


Sparito? Tagliato!!


Si trattava di un grande albero all'interno dell'ex parcheggio della banca di Novara, in via Cavallotti, quindi in terreno privato. I motivi mi sono sconosciuti ma presumo siano i soliti: l'albero era pericoloso. Forse sì, qualche ramo era un po' sporgente, la chioma si era allargata, ma sarebbe bastata una potatura di contenimento per riportarlo ad una dimensione più "cittadina". Tanto più che il parcheggio é ormai chiuso da tempo. Invece in poche ore è stato eliminato un albero che aveva impiegato più di un secolo per crescere.
Mi sorge però qualche domanda:
- il taglio anche in aree private non è disciplinato da un regolamento comunale?
- il taglio può anche essere consentito quando l'albero ha già vegetato?
- quante tonnellate di Ossigeno ci forniva in un anno e quante di anidride carbonica toglieva dall'atmosfera?
- quanto vapor acqueo espellevano le sue foglie dandoci quella frescura che si avverte solo sostando sotto un albero?
Adesso invece possiamo mettere tranquillamente le nostre auto ad arrostire al sole nei parcheggi, con grande dispendio di energia del condizionatore per riportare l'abitacolo ad una temperatura sopportabile.
Un ennesimo esempio della sensibilità di codesta amministrazione a tutela del verde pubblico e privato. Ormai gli alberi sono visti solo come un ostacolo e un pericolo all'espansione motoristica della città. Via gli alberi avanti con i parcheggi!
Per fortuna basta andare al di là del confine per vedere in piazza a Locarno alberi di grande fusto tranquillamente integri nella loro magnificenza, senza che nessuno pensi di capitozzarli o abbatterli per motivi di sicurezza o per far spazio alle auto.



paolo dalla valle




8 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di marco zacchera commento
marco zacchera
24 Giugno 2012 - 22:10
 
Ma su questo tema il coraggioso anonimo non potrebbe informarsi meglio? Ogni albero che viene tagliato lo è per una ragione precisa, nessuno si diverte a farlo. Ma basta con questa continua denigrazione assurda e parossistica della "giunta tagliatrice"...
L'unica critica che al massimo si può fare è quando un albero non viene tagliato per sicurezza o necessità, ma perchè "non piace": per esempio dove era il coraggioso anonimo quando la gunta precedente ha tagliato tutti quelli in piazza Gramsci che coprivano quell'orrendo hangar del "Sociale" ? Tutti zitti.. Piuttosto piantiamo nuovi alberi, il che non guasta mai.
Marco Zacchera

Vedi il profilo di Madel Monti Bisogna saper accettare le critiche.
Madel Monti
25 Giugno 2012 - 11:13
 
A parte il fatto che chi ha scritto sul taglio degli alberi mi pare che si sia firmato Paolo della Valle, già che il signor sindaco parla di piantare nuovi alberi vorrei ricordarle che la precedente Giunta ha sì tagliato quelli vecchi davanti al muro del "Sociale" ma ha provveduto a ripiantarne altri.E ricordo al signor sindaco che anche per quei tagli molti cittadini non sono stati certo zitti.
Mai visto un sindaco così, per usare un eufemismo, poco conciliante ogni volta che risponde alle critiche dei citttadini.
Madel Monti
Vedi il profilo di Dario Prezioso capitale del cemento?
Dario Prezioso
25 Giugno 2012 - 14:06
 
Il regolamento esiste ed era stato pensato per una migliore gestione del verde e per discilpinare anche gli abbattimenti, in epoche in cui questi pareva si effettuassero con troppa disinvoltura. Purtroppo la situazione attuale è di gran lunga peggiorata e il regolamento risulta essere lo strumento più inutile e inapplicato nelle mani del Comune. Sarebbe interessante conoscere il numero di sanzioni emesse per tagli o capitozzature in tutti questi anni, non ne sono certo ma penso sia attorno a zero!
Dice bene Sig. Sindaco piantiamo nuovi alberi, ma domandiamoci anche DOVE, dal momento che gli alberi non crescono su asfalto e cemento. Il problema vero, sta nel fatto che la politica urbanistica di questa città si fonda su principi obsoleti basati sulla cementificazione e la realizzazione di "sacri" parcheggi ovunque se ne immagini l'esistenza.

Dario Prezioso
Vedi il profilo di dalla valle paolo commento
dalla valle paolo
25 Giugno 2012 - 16:34
 
consiglierei al sig. sindaco, prima di sparare a zero su presunti anonimi, di leggere bene fino in fondo lo scritto, dove c'è il mio nome e cognome. Però a me piacerebbe proprio sapere qual'è la ragione precisa che ha giustificato il taglio, che comunque il sindaco non dice. Inoltre, ribadisco, se ne poteva fare a meno? Poteva bastare una potatura di contenimento? A mio parere viene scelta sempre la via più breve e facile e non quella di tutela dell'ambiente
Vedi il profilo di Gianmariano Bernardini Taglio alberi
Gianmariano Bernardini
25 Giugno 2012 - 20:34
 
Vorrei ricordare al sindaco, oltre a quello citato da Paolo della Valle, il salvataggio in extremis dell canfora di Pallanza, i tagli dei cedri di piazza Flaim, il taglio delle piante sul San Bernardino, il taglio delle piante per i parcheggi dell\'Ospedale e ora leggiamo che verranno tagliati anche gli alberi in Piazza Giovanni XXIII a fronte solo di quella famosa piantumazione nel parco di Villa Maioni già citata su questo sito.
Ci vuole spiegare cosa intende fare per il verde cittadino?
Vedi il profilo di Pollice Verde Sindaco risponda
Pollice Verde
25 Giugno 2012 - 23:07
 
Signor Sindaco, ha ragione il sig. Dalla Valle.
Sarebbe meglio che lei desse spiegazioni precise ai problemi che vengono segnalati invece di depistare l'attenzione, come ho notato che fa spesso. E' molto semplice: risponda al quesito e dica perchè l'albero è stato tagliato e se c'erano i margini per salvarlo. Se ci convincerà, ce ne faremo una ragione.
Vedi il profilo di Flavio Marchetto semplice:
Flavio Marchetto
2 Luglio 2012 - 13:50
 
dipingere di verde qualche immobile del comune, così sara... verde cittadino :D
Vedi il profilo di fiorenzo pandini tagliato grande albero
fiorenzo pandini
4 Luglio 2012 - 10:00
 
Ai lettori contrariati dal taglio del grande albero ricordo solo che il taglio può avere motivi soggettivi (cioè personali e quindi discutibili) o motivi oggettivi (impersonali e quindi indiscutibili).
Nel secondo caso ricadono i tagli prescritti (cioè obbligatori) firmati da apposita perizia firmata da dottore agronomo o dottore forestale. Il taglio in questo caso ha motivazione fitosanitaria (pianta morente o infettiva) o fitostatica (pianta pericolante). Il valore della perizia firmata è identico a quello di una perizia medica o veterinaria.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti