Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

LE PISTE CICLABILI VANNO TUTELATE

Immagine 1


In data 19 maggio avevamo pubblicato alcune foto con commento riferite a quella che sta diventando ormai una consuetudine: autorizzare da parte dell'Amministrazione l'utilizzo delle nostre piste ciclabili come aree di sosta delle automobili, seppur in occasione di eventi.



Avevamo espresso una posizione molto critica nei confronti di queste decisioni che sono emblematiche in termini di sensibilità ambientale e, in particolare, di attenzione e di rispetto  verso i pedoni o tutti quei cittadini che della bicicletta fanno un buon uso.


In molte località si organizzano manifestazioni di rilievo che portano con sé il problema dei parcheggi, ma in situazioni come queste si verifica anche che i visitatori vengano costretti a lasciare le loro auto negli appositi parcheggi e che siano poi tenuti a raggiungere il luogo dell'evento facendosi quattro o più salutari passi a piedi. Oppure che vengano istituiti dei servizi navetta. Quindi non è necessariamente detto che le auto debbano sostare per forza nelle immediate vicinanze dell'evento, a scapito di un servizio che va assolutamente tutelato.


Sono scelte che rispecchiano la scala delle priorità. A tale proposito e a conferma che le osservazioni avanzate sono condivise anche all'esterno, abbiamo ricevuto la nota che un cittadino ha scritto al Sindaco e che citiamo testualmente:


"Ieri, sabato 24 marzo, circolazione vietata sulla pista riservata ai pedoni ed ai ciclisti tra Pallanza ed Intra! Detta pista serviva di parcheggio alle macchine.


Chi dopo una settimana di lavoro sedentario voleva approfittare del bel tempo è dovuto tornare sui propri passi con enorme disappunto e grande tristezza : la scala dei valori sull'uso del suolo pubblico è da rivedere !


Vorrei delle scuse da parte di chi ha dato l'autorizzazione a questo parcheggio e desidero che tale situazione non si riproduca almeno nei mesi primaverili ed estivi."


Il Sindaco, scusandosi per il disagio, ha risposto però che la Mostra Nazionale della camelia, tenutasi a marzo, giustifica la decisione di impegnare il tracciato della pista di via Vittorio Veneto per la sosta delle auto, non essendoci altri parcheggi nei pressi di Villa Giulia. Aggiungendo che il fatto si ripeterà anche in occasione di altri eventi.


Che altro dire! Lasciamo all'opinione pubblica ulteriori commenti.




3 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Shooting star Cit.
Shooting star
10 Giugno 2012 - 15:48
 
"[i]Nessuna città dovrebbe essere tanto grande che un uomo una mattina non possa uscirne camminando.[/i]" (C.C) questa è una frase che mi piace particolarmente. Quello che mi domando è: ma abbiamo cosi' un assoluto bisogno di avere, come si suol dire "la pappa pronta" di un parcheggio nei pressi dell'evento a cui andiamo ad assistere?
Ci fanno cosi' male due passi? Del resto non viviamo in una buia e triste metropoli, ovunque ci giriamo di bello ne abbiamo da vendere! Son convinta che se non creiamo intralci, con comodità superflue, alle piste ciclabili e pedonali con le auto i cittadini sono piu' spronati a tirare fuori bici e a farsi una passeggiata.
Vedi il profilo di Toni No alle auto a bordo strada
Toni
11 Giugno 2012 - 15:53
 
Se non esistessero i parcheggi a bordo strada (ce ne sono così tanti solo da noi), se non si creasse la "speranza" di trovare posto per l'auto in ogni luogo, forse più persone userebbero la bici o le gambe. Basterebbe creare, in zone periferiche, parcheggi anche a più piani per rendere vivibili le nostre cittadine che , fortunatamente, non sono così vaste.
Io abito ad Ornavasso, un piccolo paese di poco più di 3000 abitanti, ma tutte le piazze sono occupate dalle auto, la strada che lo attraversa ha posteggi da ambo i lati sempre caoticamente pieni, i marciapiedi sono quasi inesistenti da come sono piccoli e molte strade non li hanno: a due passi si è in mezzo ai prati... perché non creare qui dei parcheggi per rendere vivibile un bel paesino?



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti