Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

COME TI DERATTIZZO LA CITTA'

 


Immagine 1


Immagine 2


Immagine 3


Immagine 4


 


Apertura straordinaria, nell'intera giornata di ieri, per il mercato cittadino, in occasione della festività di Pentecoste: complice il bel tempo, centinaia di turisti tedeschi, svizzeri e italiani, hanno potuto aggirarsi tra banchi di patate novelle delle Langhe, miele del Mottarone, formaggi d'alpeggio, capi d'abbigliamento di primissima qualità. Code, file ansimanti e tempi d'attesa si sono poi registrati in prossimità dei banchi alimentari, posti in prossimità dell'ormai nota ex Camera del Lavoro: avvolti nell'inconfondibile aroma dei polli ruspanti, che roteavano lenti nei caldi girarrosti, molti turisti han tirato il fiato, consumando crauti, salamelle e wurstel giganti, seduti accanto a piante ed erbe che, a guardar bene, di ornamentale han ben poco.



Le immagini sopra riportate  parlano da sole, senza bisogno di didascalia alcuna.


Nell'ultimo Consiglio Comunale, rispondendo ad una nostra specifica interpellanza, il primo cittadino aveva rassicurato sulle condizioni igienico-sanitarie dell'area circostante la Camera del Lavoro: "viene eseguita periodicamente la derattizzazione", aveva chiosato sereno.


Ciononostante, pur premettendo che non è nostra intenzione mettere in dubbio la veridicità di quanto dichiarato dal Sindaco, in ordine alla programmata ed eseguita derattizzazione periodica, ci sia concesso il dubbio dell'onesto cittadino: ma come si derattizza un ambiente così poco derattizzabile? E' bene ricordare che si definiscono attività di derattizzazione quelle che riguardano il complesso di procedimenti ed operazioni di disinfestazione atti a determinare o la distruzione completa o la riduzione del numero della popolazione dei ratti o dei topi al di sotto di una certa soglia: appellandoci ancora al ben noto dubbio che anima il semplice cittadino, ci chiediamo: ma i ratti non vivono e proliferano in ambienti malsani, infestati e poco puliti come quelli che circondano l'ex Camera del Lavoro? Non sarebbe più logico, oltre alla menzionata "derattizzazione periodica" assicurata dal primo cittadino, procedere anche e prima ad una operazione di bonifica, pulizia, decespugliatura dei rovi che contribuiscono a render ancora più brutta la già inguardabile struttura?


Ci piacerebbe conoscere il parere di un esperto, magari proprio quello della ditta incaricata della menzionata "derattizzazione periodica", per comprendere con quali tecniche, e con quali risultati attesi, si derattizza un luogo così fortemente infestato: per il momento, auspichiamo e ci accontentiamo di una celere risposta del Sindaco, promettendogli, nel contempo, di continuare a dar voce ai tanti cittadini delusi attraverso una prossima interpellanza consiliare.  




0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti