Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

CHIMERE

 


Immagine 1


 


Nel corso dell'ultimo Consiglio Comunale, rispondendo ad una specifica interpellanza formulata dal nostro gruppo consiliare, il primo cittadino ha "promesso" che il fatiscente edificio dell'ex Camera del Lavoro sarà recuperato nel contesto della più ampia riqualificazione prevista per Piazza Mercato. Lì, secondo le intenzioni espresse dal Sindaco Marco Zacchera, saranno ubicati uffici postali, servizi dell'ASL per il cittadino e, all'ultimo piano dell'erigendo fabbricato, alloggi da conferire in edilizia convenzionata. Secondo le intenzioni dell'attuale Amministrazione, dovrebbero realizzarsi anche uno o due piani interrati destinati al parcheggio veicolare, per dare respiro al già esistente parcheggio a raso. Per i tempi non si sa: si susseguono i contatti e gli incontri con le Amministrazioni citate, ma dire quando sarà posata la prima pietra è ancora una chimera. La nostra proposta di coprire temporaneamente l'inguardabile prospetto di quel che resta della Camera del Lavoro, con idonei teloni abbellitivi, è stata accolta favorevolmente ma poi rispedita al mittente: il costo è troppo alto, aggirandosi intorno ai 40.000 euro. L'area viene comunque sottoposta a periodica pulizia, con tanto di derattizzazione, ci ha tenuto comunque a specificare, nell'intento d'infondere tranquillità, il primo cittadino.


In sostanza, è tutto fermo. Tutto fermo a due/tre anni fa, quando udimmo lo stesso monologo, gli stessi contenuti, le stesse intenzioni, le medesime promesse. Tutto fermo, tranne il fluire incessante e stucchevole di parole, parole, parole. Ci terremo la nostra bruttura fatiscente, decrepita e inguardabile, chissà quanto ancora: e assieme a noi se la terranno le centinaia e forse migliaia di turisti che, di sabato in sabato, affollano il mercato settimanale che gli gira intorno. Altro che rilancio turistico: teniamoci forte, qui si torna indietro. D'altronde la politica è così: promette. Come la promessa, già vecchia di un anno, d'inaugurare fra ventiquattro mesi esatti, "il 14 aprile 2014, in occasione del 75° anno di fondazione della città" , il nuovo teatro cittadino. Ma la gente è stanca di chimere, illusionisti e prestigiatori di parole.



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Flavio Marchetto chimere
Flavio Marchetto
7 Maggio 2012 - 08:13
 
come le fantomatiche venti fontane del programma elettorale del Sindaco Zacchera (il cui risultato è stata la riapertura della fontanella nell'aiuola sul lungolago a Pallanza, che lo stesso sindaco aveva definito una "pisciatina"), come i 1000 nuovi posti auto (o forse intendeva 1000 nuovi posti auto BLU, considerando il cambio cromatico di un centinaio di parcheggi che da bianchi sono diventati color puffo) e come tante altre cose... cambia Verbania, cambia...



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti