Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

LOTTA ALL'AZZARDO IN CONTINUITA'

 


Immagine 1


 


E' dei giorni scorsi la notizia che ha suscitato una forte indignazione: quella della vergognosa sentenza del Tar Piemonte, ispirata a una legge obsoleta, secondo la quale il Comune di Verbania dovrà pagare un risarcimento ultramilionario alla Ditta di slot - machine "Euromatic" perché nel 2005 l'amministrazione ha osato regolamentare gli orari delle rovinose sale da gioco presenti in città, in minor numero allora, in preoccupante crescente numero oggi.


L'indignazione assume toni rabbiosi quando si deve anche subire la invereconda sfacciataggine della ricorrente ditta "danneggiata" la quale ha dichiarato che una parte del risarcimento, cha sarà liquidato in suo favore, sarà devoluto a un'associazione locale contro il gioco patologico: oltre alla tragicità del danno alla salute pubblica soprattutto giovanile, la beffa sferzante.

Una pazzesca perversione di fondo che fa pari con quella che vede uno Stato biscazziere che, da un lato, ha continuato a liberalizzare la proliferazione della sale gioco e, dall'altro, dovrebbe essere il primo a farsi carico del benessere dei suoi cittadini. Senza calcolare che tutte le patologie derivate dalla pratica del gioco sono poi a carico della sanità che le deve curare nell'attuale già critica situazione.


Il Sindaco Zacchera ha espresso a più riprese e in più contesti la giusta protesta, il caso si è espanso a anche a livello nazionale e da più parti, istituzionali e non, sono pervenuti messaggi di solidarietà e di condivisione. E quando i Tg nazionali hanno parlato del "caso" affermando che, anche nell' "incantevole contesto" ambientale verbanese si è alla prese con la calamità del gioco d'azzardo, abbiamo avvertito uno stridore ancora più vivo.


Il Sindaco deve tenere duro su questa vicenda, intraprendendo una vera e propria crociata che dovrà trovare la condivisione di tutte le forze politiche e che apprezziamo in particolare perché si configura anche come un positivo caso emblematico di continuità di intenti tra la passata e la presente amministrazione.


Ci auguriamo che, alla luce della polemica in atto e delle varie espressioni di protesta che si stanno elevando da più parti a favore del contenimento del fenomeno del gioco d'azzardo, il legislatore intervenga tempestivamente per porre rimedio e riconsiderare la norma vigente, soprattutto alla luce del benessere sociale e psicologico dei cittadini la cui centralità deve essere prioritaria.




0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti