Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

L'INCONTRO CON DON GALLO

di Marco Sconfienza 


Immagine 1


 


Nella serata di Venerdì 24 con inizio alle ore 21, presso il Centro Incontro di S.Anna, a Verbania Pallanza, organizzato dalla Federazione della sinistra del VCO, si è svolto un riuscitissimo e molto affollato incontro alla presenza di oltre 500 persone, molte delle quali non hanno potuto entrare nella sala a causa dell'affollamento. L'ospite era  Don Gallo, il sacerdote genovese , come lui stesso ama definirsi un "prete da marciapiede", fondatore della Comunita di San Benedetto al Porto, che nella città ligure accoglie tutti coloro che hanno bisogno di aiuto e che cercano un punto da dove ripartire per una nuova vita.


Gli organizzatori, nella locandina di presentazione dell'evento, avevano titolato: "Dalle manovre di Monti al Vangelo secondo Don Gallo, per una economia di giustizia e di pace". E' superfluo dire che sono state due ore di assoluta magia, con la gente attenta e silenziosa, rapita ad ascoltare le parole di un grande uomo, oggi ottantatreenne, ma con una carica umana ed una capacità di comunicazione assolutamente uniche.

Don Andrea Gallo ha iniziato coinvolgendo la platea intonando "Bella ciao" e creando da subito un' atmosfera suggestiva, ha poi spaziato sulla situazione politico-economica attuale, puntando il dito sullo strapotere del capitale a discapito della vita delle persone che, sacrificate a questo TOTEM, si ritrovano sempre più senza lavoro e messe ai margini della vita sociale.


Ha esortato maggiormente le giovani generazioni (erano presenti moltissimi giovani) e le donne a rialzare la testa e tutti a riprendere in mano il proprio destino,  non più delegando il proprio futuro, e a rendere la vita di ciascuno di noi maggiormente dedicata al sociale, chiedendosi: cosa posso fare io per la mia realtà?


Il finale molto toccante ha visto la lettura della lettera indirizzata alla moglie di Fabrizio De Andrè, Dori Ghezzi, che i ragazzi della sua Comunità hanno voluto scrivere in occasione della morte del grande artista genovese. L'intervento si è chiuso con un simbolico brindisi augurale per una società migliore e più a misura dei bisogni di ciascuno. La standing ovation finale ha visto molte persone con gli occhi lucidi.....ringraziare di cuore una persona umile e grande al tempo stesso. La sua testimonianza di vita non lascia dubbi sul suo spessore morale.


Il sacerdote in seguito, seppur molto provato, ha voluto intrattenersi con molte persone per autografare i suoi libri e scambiare affabilmente quattro chiacchiere. Davvero una bellissima serata. Credo che ognuno, sulla strada di casa, non possa non aver pensato di essere più ricco dopo averlo ascoltato.




4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Anonimo commento
Anonimo
27 Febbraio 2012 - 07:34
 
Meno male che nella serata successiva c'è stata una serata di lodi e canti cristiani ....si è così purificata l'aria nella sala!
Vedi il profilo di marco sconfienza A proposito di tolleranza e fondamentalismi...
marco sconfienza
27 Febbraio 2012 - 08:41
 
:ooo:
Gentile ANONIMO, già il presentarsi come fa LEI lo ritengo oltremodo da pavido, io ho il coraggio delle mie idee e le espongo liberamente senza offendere nessuno, LEI ha il diritto di pensarla come vuole ma non quello di deridere tutte le persone presenti alla serata, forse a LEI il concetto di DEMOCRAZIA è sconosciuto...e in fatto di qualità dell'aria credo che Venerdì spirasse un venticello molto più cristiano che in molte sacrestie.........a buon intenditor !!!
Vedi il profilo di Shooting star commento
Shooting star
27 Febbraio 2012 - 18:29
 
:evil:
Mi dispiace ammetterlo pubblicamente; ma a risposta di un simile commento Signor Anonimo (che non ha neppure il coraggio di esprimere un'opinione firmandosi) io rispondo con un semplice proverbio italiano: [i]"La madre dei cretini è sempre incinta"[/i] :x !!!
Indipendentemente da un parere che Lei sta esprimendo; in democrazia come dice giustamente Marco nessuno obietta questo, con quale coraggio insulta: innanzitutto un uomo di un'età particolarmente apprezzabile - immagino lontanissima dalla Sua - il quale si è distinto e continua a distinguersi tuttora per la sua solidarietà nei confronti dei piu' deboli; a dispetto del colore politico che professa?!?! :angry-red:
Il termine inoltre da Lei usato "purificazione" - rimando al vocabolario per venderne il significato!
Lavare da ogni tipo di sporco e sozzura; qui di sozzo vedo solo il suo commento! :evil:
Io fossi in Lei in primo luogo mi laverei la bocca; in secondo luogo contemplerei una scelta dei vocaboli piu' adeguata per esprimere il Suo concetto di democrazia!
Vedi il profilo di eraldo baldioli al cretino
eraldo baldioli
28 Febbraio 2012 - 19:37
 
don Gallo è ancora uno di quei preti che tiene vicini anche quelli che cominciano avere dubbi sull\' operato della chiesa, e guarda caso sono quei preti di strada come ne abbiamo anche a verbania, mentre il suo discorso è semplicemente da fondamentalista, e come don Gallo l\'altra sera ha detto \"un carroarmato con la stella bianca o con una stella rossa è sempre un carroarmato\" non facendo distinzione e forse se il cretino ( perchè è ora di finirla che questi possano parlare nascondedosi dietro l\'anonimato) seguisse di don gallo e capirebbe quello che vuol dire democrazia



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti