Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

"POUND"

Mary de Rachewiltz, nata da Ezra Pound e dalla sua compagna americana Olga Rudge, si occupa delle "ceneri di Pound" e sul padre e sul suo mondo ha scritto un notevole memoriale, "Discrezioni", che andrebbe ristampato.


Vive a Tirolo di Merano in un vecchio maniero dove ospita corsi estivi di università americane e convegni dedicati all'autore de "I Cantos" da lei tradotti con passione e che continua, come dice, a studiare.

Giunta ad una ragguardevole età, Mary meriterebbe anche Lei un po' di serenità circondata dai nipoti e magari bisnipoti.


E invece la (s)fortuna di Pound in patria e l'abuso che del suo nome da qualche anno fanno le destre anche estreme è una ferita dolorosa in lei sempre rinnovata.


"Il Natale è rovinato" ha detto quando ha saputo che un simpatizzante di CasaPound, il centro sociale romano con emanazioni in molte città italiane, Verbania compresa, aveva ucciso dei senegalesi a Firenze.


Da qui, la decisione di Mary de Rachewiltz di intraprendere un'azione legale contro chi utilizza il nome del grande poeta. In questo è appoggiata da 42 intellettuali che le hanno dichiarato la loro solidarietà in quanto difende con coraggio il nome del padre da questa "appropriazione indebita e strumentale ".


E dire che Pound ebbe sempre ammirazione per le civiltà africane descritte dal suo nume Leo Frobenius, e nel campo di detenzione di Pisa (1945) fraternizzò con i detenuti afroamericani.


I suoi " Canti Pisani" riportano l'esecuzione di Louis Till, padre di Emmet Till, il cui linciaggio nel 1955 fu una delle cause celebri per la lotta dei neri per i diritti civili.


Pound era soprattutto un poeta che nell'economia e nella storia cercava e trovava materiali di passione per le sue folgorazione e geremiadi. Parla un linguaggio pubblico e privato e vuole, con la forza della sua lingua e delle sue convinzioni, che il lettore condivida il suo mondo.


E' un viaggio affascinante e già Pasolini si entusiasmava a leggere il Canto 76 dei "Canti Pisani " dicendo che Leggere il Canto 76 " fa l'effetto che suppongo debba fare la più potente e meravigliosa delle droghe". E continuava: "Pound non è potuto divenire mai, esplicitamente, appannaggio delle Destre: la sua altissima cultura, anche se, americanamente, un po' elementare... l'ha preservato da una strumentalizzazione sfacciata: il serpentaccio fascista non ha potuto ingoiare questo spropositato agnello pasquale".


Purtroppo oggi non è più così e Pound rischia di essere identificato solo per quello che egli vide e fraintese del fascismo. (Non molto, se ancora nel 1957 confondeva Partito Socialista con il MSI).


Avviene a lui, colpevole di aver difeso la sua Italia che era quella del ventennio,e certo che non abbia fatto scelte sbagliate e pronunciato frasi deliranti e che poi in un campo militare e in un manicomio criminale, abbia letto nel proprio destino la conferma delle sue teorie sul " bellum perenne fra l'usuraio e chi vuol fare un buon lavoro " come si legge ancora nei Cantos.


Il suo fascismo è del resto il lato inquietante di un impegno che a molti è parso ammirevole , Sanguinetti lo aveva avvicinato a Bretch.


Il verso conclusivo di uno dei " Canti Pisani" cita " Oh lasciate che un vecchio riposi" e questo va ad indirizzo di chi ha utilizzato impropriamente il nome di Ezra Pound.


Va ribadito che la figlia Mery ha annunciato che farà causa a CasaPound per l'impiego non autorizzato e fuorviante del nome del padre.




0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti