Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

LEGGE UGUALE PER TUTTI

di Livio Serafini


Immagine 1


 


Una stranita e indignata amica mi ha riferito di un articolo apparso sulla stampa locale a cura del signor Calegari Ennio che denunciava alla pubblica opinione la solerzia di un vigile urbano che, facendo rispettare la legge, ha comminato a un ragazzo extracomunitario, che stazionava davanti al cimitero di Pallanza con un mazzo di fiori in mano, una multa quantificabile in euro 5000 (cinquemila) per accattonaggio e, udite udite, per concorrenza sleale (i fiori) !!!
Ho nonni e genitori che riposano nel succitato cimitero, quindi ritengo si tratti di Alì (nome di fantasia), un giovane solare, discreto, educato e gentile che all'entrata ti fissa con occhi grandi e leggeri che stanno ad indicare una serenità interiore, che ti saluta con un grande sorriso senza nulla chiederti e,all'uscita, che tu gli abbia dato o meno un contributo, un "buona giornata" ti giunge ugualmente.
Domanda: che differenza c'è tra Alì e quei poveracci che durante il mercato stanno genuflessi, chini e silenti sull'asfalto con un bicchiere di plastica davanti e quei giovani che, imbiancandosi e imitando delle statue, stanno per ore immobili e muti su un "piedestallo"?
Questi sono accattoni? E se si, ci sono quelli di serie A o B?
Al solerte vigile e a tutto il Corpo chiedo: dove sta scritto che al sabato durante lo svolgimento del mercato si può parcheggiare ovunque sia possibile, dove per ovunque intendo non solo a ridosso del mercato stesso, ma nei divieti di sosta, contromano, sulle strisce pedonali, in curva, sui marciapiedi sia in via Palestro, su fino alla "scaletta", in via Marsala, in via Perassi, in via Milazzo che dista 100 metri dal mercato e non solo fino all'orario di chiusura, ma fino alle ore 19, dopodiché a Intra si può parcheggiare a piacimento (Bar Lucini docet) il tutto senza una multa. E anche le macchine che sostano nelle aree pedonali siamo sicuri che siano tutte autorizzate?


 

Quasi sempre chiedere scusa è un atto di FORZA. Mi piacerebbe che l'Amministrazione Comunale lo facesse nei confronti di Alì




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Marco Sconfienza Forti con i deboli e...deboli con i forti!!
Marco Sconfienza
24 Gennaio 2012 - 09:02
 
:0
Mi associo all\'indignazione di Livio, non mi riconosco in una città che permette queste nefandezze (seppur consentite da una assurda ordinanza sindacale).
Sono stato anch\'io partecipe di un analogo fatto in Corso garibaldi ad Intra, con protagonista una elegante signora (impellicciata)che si è scagliata con inusitata violenza verbale contro una PERSONA che aveva la sola colpa di stare ai margini del marciapiede con un piattino in mano senza peraltro sollecitare nulla ai passanti, in questo caso sono intervenuto ed ho preso le difese di questa PERSONA, dicendo alla signora che Lei non aveva obblighi di dare nulla a questa PERSONA, quindi era sproporzionata la sua presa di posizione contro una PERSONA che non stava facendo nulla di male.
Credo che dovrebbe essere compito di ogni cittadino mostrare umanità verso queste PERSONE !!!
Vedi il profilo di Marco Sconfienza Esistono ancora belle persone...!!
Marco Sconfienza
24 Gennaio 2012 - 12:11
 
:D
Sono stato contattato da un amico che mi ha informato del fatto che un avvocato di sua conoscenza si è offerto per la tutela gratuita del ragazzo Cingalese coinvolto.
Una bella notizia che va a compensare l\'anmarezza per il fatto accaduto....!!!
Come cittadino lo ringrazio personalmente...



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti