Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Ricordi sfumati di Natali post guerra

di Livio Serafini 


Immagine 1


 


"Ti sa ricòrdat i Nadàl d' una volta?" mi dice il Togn classe 1939 guardandosi attorno con aria perplessa....manca l'atmosfera, c'è altro tipo di gente e soprattutto manca la cosa  essenziale...la neve!
Ci soffermiamo in compagnia dei ricordi comuni essendo cresciuti nella stressa via...già, la neve, che allora cadeva copiosa in questo periodo, quando la Natura, ancora poco violentata, rispettava il suo ciclo per la gioia di noi bambini che, imbacuccati con sciarpe e berretti fatti a mano con lana di recupero e rigorosamente in calzoni corti,ci prendavamo a palle di neve, ma con un occhio attento all'arrivo della "strüsa", trainata da due cavalli, che costituiva un'occasione irripetibile per saltare a bordo e fare una passeggiata nel quartiere !
L' atmosfera ovattata, i camini fumanti perchè allora ci si riscaldava a legna, le mamme indaffarate a preparare il "pranzo" natalizio - erano momenti di vera magra - e poi, finalmente, arrivava la vigilia e si andava a dormire presto perchè, dicevano i genitori, doveva venire Babbo Natale per portarci i doni e non voleva essere visto!
I regali...chi poteva donava cose utili, magari accompagnate da un fuciletto che sparava tappi o da una pistola di latta stampata che, premendo il grilletto, emanava scintille essendo dotata di pietra focaia come gli attuali accendini, o da un trenino a molla o da una "pigotta" di pezza,  oppure qualche dolcetto, spagnolette, mandorle, mandarini e ...magari ul Panetùn!
Eccoci al pranzo di Natale con i parenti piu' stretti, seguito dalla tombolata con fagioli secchi per segnapunti..così si passava il pomeriggio. Poi, ad un certo punto, i grandi si mettevano a chiacchierare e noi piccoli a goderci i regali ricevuti fino all'ora di cena, quando gli stessi commensali del mezzogiorno si fermavano per "far fuori" i rimasugli del pranzo...se ce n'erano!
Ciao Togn, Buon Natale, a te e ai lettori di questo sito.




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Silvano Paracchini che furtuna
Silvano Paracchini
23 Dicembre 2011 - 20:08
 
Ti set già stac vun di furtunà. Mi an ricordi che in tul 1945 insema a la nev e al giasc u gheva tanta fam e tanta pagura.
Silvano da Vunc
Vedi il profilo di Madel Monti Natale
Madel Monti
27 Dicembre 2011 - 12:52
 
Da me arrivava Gesù Bambino e non Babbo Natale, soprattutto non il Babbo Natale sponsor della Coca Cola che purtroppo oggi porta i doni ai bambini.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti