Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - E' questo il federalismo che si vuole?

Immagine 1COMUNICATO STAMPA DEL 12.11.2011


Il federalismo, è una forma di governo che privilegia la partecipazione dei cittadini nella gestione della cosa pubblica.


E' un sistema che, quindi, decentra il potere decisionale e pone in capo ai cittadini il controllo della loro rappresentanza politica.

Per capirne meglio il significato, basta guardare all'ordinamento federale della vicina Svizzera, dove lo strumento principe della partecipazione popolare è il referendum (senza quorum).


La nostra regione, il Piemonte, ha come Presidente un importante esponente di un partito politico, che del federalismo ha fatto la sua bandiera.


Da quando è stato eletto, si è dedicato con grande impegno alla distruzione del sistema sanitario piemontese, adducendo ragioni di bilancio e di riduzione dei trasferimenti statali che, pur nella loro evidenza, richiedevano una necessaria azione di intervento, che però non giustificava questo accanimento distruttivo.


Cosa poi mettere sopra le macerie, non è dato a sapere; né le sollecitazioni del mondo politico né quelle dei cittadini organizzati in Associazioni o Comitati hanno mai avuto informazioni o spiegazioni, ma solo risposte arroganti o silenzi elusivi.


In queste settimane viene presentato il cosiddetto "Piano sanitario 2011-2015", costruito senza alcuna consultazione con il territorio.


Si dice che il prossimo 23 novembre l'Assessore alla Sanità (perché non il Presidente?) sarà nel VCO a presentare questo Piano.


Forse ci concederanno benevolmente di dire la nostra, ma senza la garanzia di vedere accolte le nostre osservazioni.


E' questo il federalismo che privilegia la partecipazione dei cittadini?


In queste settimane sono in corso di approvazione, da parte della Giunta regionale, due provvedimenti; quando saranno esecutivi, il primo avrà l'effetto di esautorare le Conferenze dei Sindaci, togliendo loro persino la possibilità di giudicare l'operato del Direttore generale, mentre il secondo interverrà pesantemente nelle politiche sociali, portando in capo all'Assessorato ogni decisione.


Dopo aver sciolto i Consorzi, creando enormi difficoltà ai Comuni (e soprattutto alle famiglie), si approfitta di questa confusione per togliere ogni autonomia al territorio.


Per completare il quadro, aggiungiamo la chiusura dell'efficientissima centrale del 118 e lo scorporo degli ospedali dall'ASL, per "accentrare" il tutto a Novara, in perfetto stile "sovietico".


E' questo il federalismo che "decentra" il potere decisionale e pone in capo ai cittadini il controllo della loro rappresentanza politica?


Carlo Cattaneo, circa 150 anni fa, scriveva che un partito che si dice federalista non potrà mai realizzare il federalismo, perché questo è un processo che deve partire dal basso.


Esaminando gli atti di governo del Presidente della regione, c'è da pensare che sia necessario per lui, ma anche per i Consiglieri regionali suoi colleghi, dare una ripassata ai principi del federalismo.


Lo Duca - Rebecchi - Bolognesi




1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giuseppe Federici commento
Giuseppe Federici
18 Novembre 2011 - 14:46
 
Se questa è la scelta del voto democratico.....
Cosa possiamo fare... la rivoluzione ?
Oppure è la scelta dell\'uomo sbagliato da parte del partito o della coalizione che ci governava !?
Alla faccia del \"merito\".
Giuseppe



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti