Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Illuminazione pubblica ovvero: lampioni, lampadari e buon gusto !

 

di Ugo Lupo


Immagine 1 


Immagine 2


 


Come al solito, stavo giusto bighellonando per Intra , quando vidi un' impresa che stava rimuovendo i vetusti lampioni davanti alla Vecchia Tettoia, ora fermata delle corriere e prima orgoglio della Città come attracco dei battelli e dei traghetti per Laveno , sede anche del bar"Dello Scalo" ove le famiglie "IN" della città andavano a bere l'aperitivo dopo la Messa, prima del pranzo domenicale.


Ma lasciamo i ricordi.


Mi sono detto: guarda, finalmente sistemeranno l'illuminazione in modo un po' meno dozzinale di quella attuale, certamente la adegueranno allo stile Liberty della Tettoia o comunque proseguiranno la posa dei lampioni già presenti, in adeguata dimensione, rispetto a quelli del Lungolago o dell'adiacente piazza Ranzoni".


Confidando nella valorizzazione del pregevole ambiente di quell'angolo di Intra e nel buongusto di chi avrebbe dovuto seguire i lavori, me ne andai per le mie faccende affaccendato, fiducioso e già pregustando di vedere, il giorno dopo, la buona riuscita dei lavori.


Sgomento e perplessità !


Il giorno dopo mi si presentano alla vista non proprio dei pali "in stile" con eleganti lampioni come mi sarei aspettato, ma pali di tipo industriale, sormontanti da dozzinali "lampadari " oltre tutto montati con un groviglio di cavi svolazzanti.


Non sto a riportare i vari commenti dalla gente Intrese che si è ritrovata (suo malgrado) in centro Intra, cuore della città "Capitale dei laghi", come pretenderebbe qualcuno dell'amministrazione.


Tipologie di illuminazione che da anni non vengono più utilizzate neanche nelle zone industriali !


Comunque, se può essere di consolazione, la stessa Impresa ha disseminato il Comune ed i Comuni limitrofi di strutture simili. Deve smaltire un stock a buon prezzo ?


 

Non si venga a dire che è un intervento d'urgenza, ecc. ecc. Se così fosse, si sarebbero tenuti i pali precedenti e si sarebbero come è d'abitudine tirati dei cavi provvisori, provvedendo così a risolvere il problema.


Tutti gli Intresi si stanno domandando per quanti anni queste presenze, che tutti sperano essere provvisorie, dovranno rimanere alla vista dei turisti e a rovinare quello che potrebbe essere uno degli scorci più belli e ben conservati della vecchia Intra e del Lago Maggiore, oppure è un altro esempio di architettura intelligente applicata alla città ?




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di dall\'olmo commento
dall\'olmo
16 Agosto 2011 - 08:38
 
Il buon gusto va di paripasso con la cultura e l\'intelligenza :è una cosa antica che sono doti che non appartengono agli amministratori.
Vedi piazza Castello dove gli stessi corpi illuminanti , durante passate amministrazioni , sono stati sostituiti da stupidi padelloni che sparano luce negli interni delle abitazioni circostanti con notevole disturbo.Le belle lampade in ferro battuto di un fabbro locale non più in attività , Montani ,sono state prese
e apposte sulle pareti di un edificio all\'inizio di via de Bonis.....................
Vedi il profilo di Anonimo commento
Anonimo
18 Agosto 2011 - 08:20
 
ma anche in via cuzzi a suna ne vediamo di quelle lampade splendide.... come avrà fatto il costruttore ad averle????



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti