Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

COME TI CONSULTO IL CITTADINO

Immagine 1


Il comportamento del Sindaco a proposito della petizione per la difesa del cinema Sociale di Pallanza è un eclatante esempio di caduta di stile e un segnale di  difficoltà.


Indagare telefonicamente sugli orientamenti dei cittadini firmatari e successivamente inviare loro una lettera (leggi qui) per spiegare le sue ragioni, rispecchia una triste modalità inquisitoria dal velato sapore intimidatorio. Può essere letto come un modo implicito e indiretto per bacchettare  i firmatari, per farli sentire in colpa, per non aver capito le indicazioni, peraltro chiarissime, che erano riportate nel testo della petizione. Quasi una diffida che potrebbe sortire una specie di remora di fronte a future richieste della gente.


“Chi me lo fa fare di firmare delle petizioni, se poi mi devo subire queste tirate” potrebbe pensare un semplice cittadino di fronte a tanto zelo del  sindaco in persona !


La petizione è uno degli strumenti più comuni di spontanea espressione popolare: metterne in dubbio l’obiettività significa alimentare la cultura del sospetto, significa temere che si  trami alle proprie spalle, significa sfiducia nelle opinioni altrui.


E’ forse inconscia consapevolezza di non aver agito in modo consono e quindi mettersi al riparo.


E’ imbarazzo per non aver dato un riscontro ad una grossa fetta di popolazione verbanese che sul teatro non è allineata.


E’ quasi volersi autoassolvere di fronte al fatto di non aver considerato adeguatamente una così forte richiesta e di aver proseguito indifferentemente nella propria linea politica.


Questa solerzia nell’esercitare la capacità di ascolto e di consultazione dei cittadini, perché non è stata attivata prima relativamente alla vicenda Teatro, come da intenzioni pre elettorali, secondo una logica  applicazione del rapporto tra prima e dopo?  Davvero singolare questa consultazione postuma.


Abbiamo condiviso nel tempo parecchie petizioni, riguardanti problemi a livello locale e nazionale, alcune hanno sortito esiti favorevoli, altre sono servite a favorire correttivi, altre non hanno avuto i riscontri sperati, secondo una normale dinamica interlocutoria tra scelte, posizioni e opinioni diverse, ma mai era capitato di doverci sentire inadeguati per aver fatto ricorso ad uno strumento di democrazia.




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di mario commento
mario
12 Maggio 2011 - 20:30
 
è possibile leggerla questa lettera del sindaco?
Vedi il profilo di Marcella Zorzit Per Mario
Marcella Zorzit
14 Maggio 2011 - 14:30
 
Per leggere la lettera, cliccare la voce \"leggi\" nel testo.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti