Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

DEMOCRAZIA TELEFONICA

 


Immagine 1


 


Molti non la ricorderanno, ma la canzone ("Piange il telefono") del compianto Domenico Modugno faceva così:


Pronto

Ascolta mamma è vicino a te?


devi dire a mamma


c'è qualcuno che


Chi sei il signore dell'altra volta?


vado a chiamarla ma sta facendo il bagno


non so se può venire


Dille che son qui


dille che è importante


che aspetterò


Nel proprio esercizio di democrazia telefonica effettuato per verificare la bontà delle firme raccolte sul Cinema "Sociale" di Pallanza, potrebbe anche esser accaduto ciò: immaginate lo stupore del piccolo fanciullo, nel sentire che dall'altra parte della cornetta, addirittura, c'è il Sindaco in persona! E immaginiamo lo stupore della mamma (o del papà), all'ora del tè o dell'aperitivo serale, disabituati da tempo a qualsiasi forma di comunicazione tra politico e cittadino. "Elezioni in vista?", avranno forse pensato di prim'acchito.


D'altronde, da un quotidiano di informazione locale, leggiamo quanto detto dal primo cittadino: "ho ricevuto una petizione contenente oltre duemila firme e io ho cominciato a contattare personalmente i firmatari proprio per capire le loro posizioni": ci domandiamo da quando in qua si chiama qualcuno per "capire la sua posizione": la sua posizione c'è già tutta, chiara e limpida, e sta nell'apposizione libera e democratica di un firma. Punto, e basta! Delle due l'una: se si chiama qualcuno per "capire la sua posizione" o si pensa che il firmatario sia un demente (e allora al telefono gli si spiega bene quello che ha firmato e non compreso per la demenza citata, dicendogli che è stato vittima di una premeditata circonvenzione di incapaci di massa), o si tenta di "rabbonire" il firmatario. In ogni caso, comunque la si vuol vedere, si commette un atto potenzialmente pericoloso: perché la raccolta di firme non é un sondaggio, le cui oscillanti percentuali possono anche essere messe in discussione in relazione al modello statistico impiegato, ma dati certi, firme, con tanto di documento d'identità, la cui validità non può essere e non va mai messa in discussione: ove così fosse, invece, dovremmo cominciare a dubitare di qualsiasi raccolta firme, a partire da quelle prossime legate ai referendum di giugno.


"Questa è la miglior forma di democrazia, che un sindaco ascolti i cittadini": ma i cittadini vanno ascoltati e motivati alla compartecipazione della vita pubblica sempre, non quando ne si ha voglia o interesse specifico. Perché non si sono ascoltati i cittadini sul PISU? Perché non si sono ascoltati i cittadini sul piano fontane? Perché non si sono ascoltati i cittadini sulla questione Libero Bus? Perché non si sono ascoltati i cittadini sulla questione Bike Sharing? Perché non si ascoltano i cittadini sul futuro di Verbania?


Se è un dovere ascoltare i cittadini, questo lo è sempre.


Ma c'è anche un diritto, che il cittadino firmatario ha e deve continuare ad avere: quello del rispetto, per il semplice gesto che ha fatto.


Punto, e basta!




5 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Roberto La solita ipocrisia
Roberto
15 Aprile 2011 - 14:46
 
Anche se non voto destra apprezzo il gesto del Sindaco...capire la volontà dei cittadini è la parte fondante dell\'incarico di Sindaco....e se chiamare un campione dei firmatari è utile al fine di capire cosa la popolazione pensa e vuole allora AVANTI SINDACO...
Quello che mi fa sorridere è come un gesto semplice, quello di infromarsi, crei tutti questi problemi....forse i promotori devono nascondere firme fatte dalla stessa mano all\'insaputa dei diretti interessati?? o forse da solo fastidio che spiegando il progetto tanto contestato molti possano anche apprezzarlo e dissociarsi dalla firma apposta qualche giorno prima? Forse che il confronto con i cittadini spaventa chi non ha idee e chi sa solo criticare senza proporre alternative...e poi perchè a parlare con il Sindaco devono andare solo i promotori, forse che solo loro sono in grado di rappresentare i verbanesi?
Attendo con poca curiosità la prossima occasione mancata per fare bella figura....
Vedi il profilo di Marco Sconfienza Precisiamo....
Marco Sconfienza
16 Aprile 2011 - 07:05
 
Egr. Sig. Roberto, i promotori della petizione (di cui anch\'io faccio parte) non contestano al Sindaco il fatto di cercare il dialogo con i Cittadini, anzi noi lo abbiamo sempre auspicato, ma sono molto critici con il modo con cui Egli lo ha cercato, certo non deve solo ascoltare il Comitato ma Lei pensi che da ormai quasi sei mesi di vita il primo cittadino, non si è mai e dico mai sentito in dovere di instaurare un benchè minimo dialogo con noi, inoltre quello che Lei afferma sull\'autenticità delle firme è altamente lesivo della dignità di persone (come il sottoscritto) che a puro titolo personale e senza nessun altro interesse si sono dati da fare per raccoglierle, e Le assicuro che se avessimo avuto meno pastoie burocratiche e più tempo ne avremmo raccolte almeno il doppio, la stragrande maggioranza dei firmatari non ha nemmeno avuto bisogno di spiegazioni, perchè veniva ai nostri tavoli con l\'intenzione già maturata di firmare, mentre agli altri è sempre dico senmpre stato illustrato il motivo della petizione, (ogni foglio aveva in calce il testo della stessa) poi se alcuni hanno firmato senza porsi domande, questo non va addebitato alla poca trasparenza del Comitato, ma alla loro leggerezza.
Questo mi premeva precisarle...
Cordiali saluti
Vedi il profilo di fabio minesso precisiamo
fabio minesso
17 Aprile 2011 - 22:19
 
Bravo Marco, quello che è stato fatto dal comitato è semplicemente un atto di democrazia e condivisione di un\'idea di un gruppo di cittadini.
Di questi tempi ci sono molti che vogliono far vedere il \"lupo\" in ogni manifestazione di aggragazione civile.
Semplicemente non tutti abbiamo abdicato la nostra voglia di partecipare alla vita pubblica a chi amministra: vogliamo dire la nostra.
Grazie del\'ospitalità
Vedi il profilo di Madel Monti Io ho firmato
Madel Monti
18 Aprile 2011 - 09:03
 
ma il signor Sindaco, chissà perchè non mi ha contattata come non ha contattato altri cittadini che conosco e che hanno firmato. Mi viene il dubbio che abbia contattato solo cittadini che conosce personalmente. A parte gli scherzi non credo che la mossa del sindaco sia democrazia. Democrazia sarebbe stato da parte sua e degli Assessori competenti ricevere subito il Comitato promotore dell\'iniziativa. E questo vale per il Cinema Sociale come per la petizione dei cittadini di Fondotoce sul piccolo cimitero indicato per disperdere le ceneri. Ma ormai, purtroppo, il concetto di democrazia pare sia qualcosa di superato.
Madel Monti
Vedi il profilo di tiziana brizzaldi 22 milioni di euro sono un bel mucchio di soldi !
tiziana brizzaldi
18 Aprile 2011 - 11:39
 
Spero che non vengano utilizzati per questo progetto dell\'Arena, per altro copiato dall\'arch. Arroyo, da un progetto già realizzato in quel di Roma... E il nostro si porterà a casa un bel gruzzoletto, ma del resto era già stato ingaggiato dalla precedente giunta, e la penale, gliela si dovrà comunque,se si decidesse di non realizzare l\'opera.
I soldi del PISU servono per il recupero di zone degradate, per migliorare la qualità della vita dei cittadini:
-possibile che a Verbania non esistano zone degradate da recuperare nell\'interesse dei cittadini?
- questo mega- progetto è innanzitutto business edilizio, gli appalti pubblici fanno sempre molta gola e i politici ci sguazzano
- io sono curiosa di vedere quale sarà il ritorno economico nelle tasche dei cittadini, ma tutti, non solo qualcuno!
-vengono utilizzati soldi pubblici, delle nostre tasse! Il minimo è che dobbiamo essere noi a decidere cosa farne!
- sono anche curiosa di sapere quale o quali saranno le società che prenderanno in gestione la struttura, a chi sono intestate o chi saranno i maggiori azionari e come tratteranno gli eventuali dipendenti che, in realtà, essendo cittadini ed essendo stati usati i loro soldi, dovrebbero essere i padroni e partecipare agli eventuali (sempre che ci saranno) UTILI.
-22 MILIONI DI EURO voglio proprio vedere quanta ricchezza si produrrà in favore dei cittadini di Verbania e come verrà ridistribuita.
-Signor Roberto, lei pensa che gliene verrà in tasca qualcosa? Indipendentemente dall\'orientamento ideologico, che a volte è solo una trappola..infatti a me non interessa di che partito sia il Sindaco, mi interessa cosa vuole fare con i nostri soldi.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti