Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

BILANCIO E PERIFERIA NORD OVVERO IL NULLA

Immagine 1


                                     Area "Gabbiane" a Trobaso


“Una città dove le frazioni cittadine non siano angoli bui lontani dal centro, ma ciascuna frazione sia un punto di attrazione, di forza, di riqualificazione, di diversità”: molto condivisibile affermazione contenuta nel programma elettorale del Sindaco che all’interno del capitolo “La nuova immagine della città” ci ha creato aspettative.


Invece no. Non sta cambiando un bel  niente. La lotta continua.


Nel bilancio di previsione 2011 le frazioni sono pressoché dimenticate.


Ci soffermiamo sulla Nord per motivi di competenza campanilistica.


Nel piano investimenti compaiono paradossalmente i due interventi più osteggiati dai cittadini e che anche questa amministrazione si è ostinata a condividere: il Peep di Via alla Morena a Trobaso e gli alloggi popolari all’ex Cucirini di Renco.


Nel primo caso è atto dovuto stanziare dei fondi per fornire servizi e urbanizzazioni ad un quartiere che si è voluto ciecamente caricare dal punto di vista urbanistico con pesante ricaduta sulla qualità della vita.


Così oltre al danno, la beffa: ora bisogna spendere per far fronte alle conseguenze dell’intervento.


Nel secondo caso, i problemi, peraltro annunciati da cittadini e forze di minoranza in più occasioni, arriveranno…e così si va avanti.


Per contro in bilancio non esistono quegli interventi che erano stati approvati in consiglio comunale  come la messa in sicurezza della via per Possaccio con continuazione del marciapiede e il miglioramento delle attrezzature e dell’impianto di illuminazione nella riqualificata area Gabbiane a Trobaso.


Non c’è  nemmeno l’ombra del parcheggio al servizio dell’intasato centro storico di Trobaso promesso in un’ assemblea pubblica del dicembre 2009.


Gli emendamenti da noi presentati  per colmare queste tre ultime lacune sono stati respinti con motivazioni non convincenti.  


Capiamo i tagli dei trasferimenti economici, capiamo di meno l’incoerenza


e le scelte che non tengono conto della città nel suo complesso.


Del resto i quartieri non sono nemmeno stati coinvolti per esprimere le loro considerazioni sulle scelte di bilancio.




0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti