Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Riflessioni sul piano PISU.

Immagine 1


Riceviamo dal Comitato per la difesa e  la valorizzazione del Cine Teatro Sociale di Pallanza e pubblichiamo


Cosa non convince del Pisu


 

In tutto il dibattito scaturito a Verbania sul nuovo teatro nell'area dell'Arena l'Amministrazione Comunale non ha mai parlato:


- ne della sua forma gestionale ( fondazione, comune, privati, e nel caso quali si candidano e quali le procedure di appalto , ecc.),


- ne del progetto culturale inerente e del suo radicamento nella città,


- ne del progetto economico da cui dipenderà la sua struttura ed il suo modello organizzativo.


L'amministrazione aveva ipotizzato 120 addetti ?? con quali mansioni e quali costi gestionali? 3/4ml di euro?


In questi anni gli enti locali, in tutta Italia, si sono dovuti confrontare infatti più che sui costi di realizzazione edilizia dei teatri, sui loro costi di gestione.


Su questo tema Escobar,direttore del Piccolo di Milano e Presidente di PLATEA, l'Associazione dei teatri pubblici ha inviato al ministro Bondi il 29 settembre scorso una lettera, ripresa dalla stampa, in cui precisava come il livello di autofinanziamento medio dei teatri fosse del 35%, con punte di efficienza fino al 50%.


Questo vuole dire che almeno la metà dei costi di gestione del teatro graveranno sul bilancio del Comune.


In effetti se guardiamo all'esperienza di comuni paragonabili a Verbania questa dato trova conferma nella prassi.





2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di marco zacchera commento
marco zacchera
7 Marzo 2011 - 06:59
 
Concordo sulla necessità di mantenere e migliorare i nuclei di antica formazione della città e soprattutto i centri storici di Intra e Pallanza.
L\'occasione unica del PISU, però, non era inseribile in una di queste due realtà (bisognerebbe che i lettori leggessero bene il bando e le nostre proposte..) e quindi se è utile difendere la struttura del \"Sociale\" (soprattutto la facciata, non l\'hangar che ci sta dietro) questa struttura non può essere una alternativa al Centro polifunzionale dell\'Arena.
Circa il piano gestionale - che verrà fornito non appena avuta conferma del PISU perchè bisogna vedere che cosa verrà effettivamente finanziato - non si confondano i costi e i ricavi di un teatro da un \"Centro Polifunzionale\" dove è prevista una struttura che sia \"anche\" teatro. Usandola in modo polivalente (teatro, congressi, mostre, meetings, bar, ristoranti,spazio giovani, spiaggia ecc.) la struttura riuscirà ad auto-finanziarsi meglio di una struttura come era stata pensata in P.zza Mercato e quindi anzichè un \"costo\" potrà dare un reddito. Lo prova il fatto che abbiamo già ricevuto manifestazioni scritte di interesse per la gestione del complesso.
Marco Zacchera
Vedi il profilo di Gianni Debito
Gianni
7 Marzo 2011 - 16:06
 
Quanto debito dovrà fare il comune è per quanti anni. ci saranno anche dei derivati?



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti