Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Museo - dov'è finita la volontà di riconciliazione del Sindaco?



 


Caro Sindaco,



questa sarebbe la volontà di riconciliazione e lo spirito super partes che ancora recentemente Lei annunziava in uno suo comunicato  ? (leggi qui).



Quando ad inizio dicembre a seguito delle dimissioni di Daverio e di quelle molto opportune dalla delega del suo Assessore Mantovani (si dice sollecitate dall’interno della sua maggioranza) Lei, in evidente difficoltà chiedeva aiuto per risolvere la complicata situazione in cui era finito, noi avevamo indicato alcune semplici idee per un dialogo.



Quello che a noi sinceramente interessava ed interessa ancor oggi, era solo che il Museo, questo patrimonio culturale comune della città, potesse riprendere la sua vita e darsi prospettive per il futuro.



Allora avevamo formulato (leggi qui) queste proposte:



·       coinvolgimento della figura del professor Pizzigoni, cui va riconosciuta la competenza ed il merito di essere la memoria del Museo;


·       affidamento della Presidenza a persona qualificata che, pur designata dalla maggioranza, svolga una funzione di mediazione e di ricucitura  e promuova una collaborazione propositiva;


·       preparazione e presentazione al Consiglio del Museo di un documento condiviso che serva come “ruolino di marcia” per un periodo di transizione entro il quale fare il punto della situazione, perché poi ciascuno possa presentare all'opinione pubblica i programmi futuri;


·       adozione di criteri condivisi per la lettura dei dati finanziari e di bilancio, per evitare strumentalizzazioni;


·       impegno alla massima trasparenza e costante comunicazione con i cittadini e la stampa, se possibile attraverso una struttura condivisa (ad esempio comunicati comuni di Direttore e Presidente).



Non è mai giunto da parte sua un segnale.



Sarebbe stato così semplice per Lei farsi promotore di una riunione dei gruppi politici (anche di opposizione) per esaminare la situazione; se qualcuno non avesse accettato, se ne sarebbe assunto la responsabilità



Sarebbe stato così semplice convocare ed ascoltare anche le voci di chi non la pensava come Lei.



Invece no, Lei ha preferito proseguire nella strada della rottura e, ci perdoni la parola forte, del regolamento dei conti che alcuni nella sua maggioranza chiedevano.



Poi è arrivato l’ultimo consiglio comunale, i nuovi annunci a sorpresa su perizie e debiti ed infine la nomina di quattro nuovi consiglieri in sostituzione dei dimissionari, con procedura molto discutibile.



Due di essi addirittura sono quei candidati che l’assemblea dei soci non aveva eletto.



Un vero e proprio schiaffo a quell’assemblea!



Non ritiene che la sua scelta possa essere interpretata (segue)




4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Anonimo commento
Anonimo
1 Marzo 2011 - 00:18
 
Ma che riconcilizione ............ E poi con chi??? Con voi?? Una mano la tendete e con l\'altra pugnalate alle spalle ....... Sindaco fuori i conti del museo e poi si ride .......
Vedi il profilo di andrea sperelli revisori dei conti
andrea sperelli
1 Marzo 2011 - 13:50
 
per l\' anonimo :
a) Il Museo non è comunale
b) I precedenti revisori, e contemporaneamente consiglieri del museo, sono stati rieletti dal sindaco. I soli del vecchio consiglio
c) l\' assemblea ha approvato i conti ed i bilanci.
d) un \' augurio:a maneggiare i veleni, alla fine si muore intossicati
Vedi il profilo di stefano Montani non mi piaciono gli anonimi
stefano Montani
2 Marzo 2011 - 11:27
 
Perché l\'anonimo non si rivela, forse perché ha paura a sostenere le sue contumelie (pugnalate alle spalle?!).
Emarginare il prof. Pizzigoni, quella sì che è stata una pugnalata, data non solo a lui, ma alla città tutta, che si vorrebbe privare della grande competenza e dello spirito di dedizione disinteressato che lo caratterizza. Io mi firmo.
Vedi il profilo di Stefano Montani errore ortografico
Stefano Montani
2 Marzo 2011 - 11:31
 
Mi scuso per l\'errore nel titolo, dovuto probabilmente alle mie dita che invecchiano.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti