Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

DAI NOSTRI QUARTIERI

 Immagine 1


 


 


A CIRCA UN ANNO DAL LORO INSEDIAMENTO,


ABBIAMO CHIESTO AI PRESIDENTI DEI CINQUE QUARTIERI VERBANESI


DI TRACCIARE UN BILANCIO DELL'ATTIVITA' FIN QUI SVOLTA.


 


DOPO QUELLO DI INTRA, PUBBLICHIAMO IL RESOCONTO CHE CI E' STATO TRASMESSO DAL


QUARTIERE DI  PALLANZA


  


- Trascorso circa un anno dall’insediamento dei Consigli di Quartiere, quali considerazioni complessive si sente di fare relativamente alla vostra attività?


Le vicende e le modalità con cui siamo arrivati alla elezione dei Consigli di Quartiere non hanno in alcun modo influito sull’attività di questo primo anno del Consiglio di Pallanza, ma il distacco dei Cittadini dalla partecipazione diretta alla vita politica è evidente, e non solo per il dato di affluenza alle urne in occasione della elezione di questi Consigli che si dovrebbero configurare come organismi consultivi di partecipazione.Certe prese di posizione iniziali di partiti o gruppi politici non hanno sicuramente fatto piacere e incoraggiato l’attività dei cittadini che si sono messi in gioco con spirito di servizio, ma non li hanno demotivati.


 


- Quali sono stati i problemi più sentiti dai cittadini del suo quartiere, quali azioni sono state intraprese per risolverli e con quali risultati?


Oltre alle questioni relative alle manutenzioni e ai problemi di viabilità che abbiamo affrontato con sopralluoghi effettuati dai consiglieri dividendoci il quartiere in zone e stilando, al termine, un elenco di problemi approvato in apposite riunioni di consiglio e quindi trasmesso agli Assessorati competenti, gli argomenti che più hanno destato l’interesse dei Cittadini sono: a) la riqualificazione di piazza Giovanni XXIII (già San Giuseppe) ; b) la risistemazione di piazza Città Gemellate ; c) la questione della chiusura e riutilizzo del Cinema Teatro Sociale. Le azioni intraprese: consigli e assemblee sugli argomenti in questione, e indicazioni/proposte o richieste  all’Amministrazione Comunale sui singoli argomenti. Risultati: per le prime due questioni impegni presi da parte dell’Amministrazione c.  Siamo in attesa dell’inizio lavori per la piazza Città Gemellate e di un progetto da valutare sulla piazza Giovanni XXIII; per quanto riguarda il Sociale in attesa degli sviluppi del dibattito in corso in città (questa è la dimensione del problema). Per quanto riguarda gli elenchi scaturiti dai sopralluoghi, mi riprometto di effettuare, con il consiglio, una verifica puntuale per evidenziare le questioni risolte e quelle in sospeso.


 


- Come giudica i rapporti intercorsi con l’amministrazione comunale?


All’inizio i rapporti hanno scontato qualche difficoltà per la “provvisorietà” delle deleghe assegnate agli Assessori, in tempi più recenti, con la delega alla partecipazione affidata all’Assessore Manzini, le cose sono migliorate, l’interlocuzione è più concreta (un piccolo esempio: abbiamo dovuto aspettare l’arrivo di Manzini per avere la sostituzione di una bacheca danneggiata e il posizionamento di un’altra bacheca per migliorare l’informazione ai cittadini, cose richieste all’inizio dell’attività), ma permane  da parte degli altri assessorati il mancato riscontro delle comunicazioni e/o richieste di intervento inviate.


 


- Quali problematiche di difficili soluzione sono rimaste ancora aperte?


Il parco giochi di S. Anna (Parco Cometti) è soggetto a frequentazioni in orari non consoni e a danneggiamenti, è una questione la cui soluzione aveva pareri contrastanti in seno all’Amministrazione, tra coloro che ritengono necessaria una recinzione con apertura a orari prestabiliti e coloro che ritengono che, per sua natura, un parco pubblico dovrebbe essere aperto. Occorre comunque una decisione e uno stanziamento adeguato.


 


- Come giudica la partecipazione alla vita del quartiere?


 La partecipazione: se faccio un confronto con la mia esrienza passata, che risale ad un periodo che va dall’inizio degli anni ’70 fino al’ 95, non c’è paragone . . .  i tempi sono cambiati. Oggi si partecipa di meno e si partecipa anche in altri modi; i Consigli di quartiere contano meno dei Consigli di Circoscrizione, ecc. Ma  delle 14 riunioni di consiglio effettuate dall’inizio mandato solo una non ha avuto “pubblico”, altrimenti qualche Cittadino interessato, o un argomento in particolare o per semplice volontà di partecipazione, c’è sempre stato, in alcuni casi non solo qualcuno. Nelle due assemblee organizzate dall’Amministrazione Comunale la partecipazione è stata buona.


 


- Come avete gestito il rapporto con i cittadini?


Attraverso le bacheche con l’avviso di convocazione delle riunioni con relativo ODG e l' invito alla partecipazione, ovviamente consentendo poi ai cittadini presenti di prendere la parola. E, naturalmente, con la presenza sul territorio dei consiglieri che fungono da “antenne”.


 


Il Presidente del Quartiere di Pallanza


Ennio Calegari




0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti