Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

PIAZZA MERCATO: OCCORRE UN PROGETTO DI ARMONIA

 


Immagine 1


Tante idee, ben confuse, non sempre in linea con il parere dei cittadini.


Questa è l’impressione dopo aver appreso la notizia della scorsa settimana sul futuro di piazza Mercato secondo il Sindaco Marco Zacchera: area verde, casa della salute, ufficio postale, parcheggio sotterraneo, alloggi di edilizia convenzionata, recupero Camera del Lavoro, area pedonale in collegamento con l’Arena, gradoni a livello del San Bernardino. Una raffica di sollecitazioni in ordine sparso.


Il punto fermo è che l’area deve essere qualificata e restituita ai cittadini, deve assumere la dignità di una piazza importante per Verbania, riacquistare vitalità e divenire un luogo di aggregazione: gli elementi da posizionare in questo contenitore erano emersi durante l’ incontro coi cittadini del 18 novembre, organizzato dalla nostra lista. Sicuramente molti di essi compaiono nelle intenzioni del Sindaco e sono quelli condivisi dalla gente: liberare lo spazio e realizzare un parcheggio interrato, importante risalto ad un’area verde, ristrutturazione dell’ex Camera del Lavoro nell’ottica storico-culturale, la posta.  


Quando parliamo di Casa della Salute andiamo in una direzione diversa perché si crea un’interferenza che appesantisce un  altro modo di vivere la piazza, quello della transitorietà del luogo dove si passa, ma non ci si ferma. Concentriamo le strutture sanitarie a Pallanza per coerenza  e affinità geografica e funzionale.


Quando parliamo di edilizia convenzionata con realizzazione di alloggi, a cosa pensiamo? Collocati dove? L’idea ci preoccupa. Non per la formula abitativa, ma perché nel contesto che immaginiamo proprio non ci sta. Quanti alloggi inutilizzati da recuperare ci sono in città in questo momento? Una politica di incentivo a chi affitta a prezzi contenuti? E quanti alloggi saltano già fuori con la variante 18?


Non ci sono le idee chiare su una piazza che a nostro avviso deve diventare un simbolo della città con insediamenti armonizzati tra loro, possibilmente in modo suggestivo e che devono concorrere a farla diventare un luogo di pregio da gustare.


Auspichiamo una progettazione che colga il senso profondo della piazza  e che ce la sappia proporre nell’ottica dell’interesse  e delle attese del cittadino.




1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di mauro teatro
mauro
28 Febbraio 2011 - 09:52
 
la mia speranza ritorna sul teatro pro-Zanotti.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti