Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO

SEMPRE DI TEATRO SI TRATTA


 


   


      Immagine 2


Di Mariano Bolognesi


Liquidare come faida politica la questione del teatro cittadino, a me pare piuttosto superficiale, come hanno sostenuto i rappresentanti a “cinque stelle”, nella lettera pubblicata da “La Stampa” il 29 gennaio scorso.  Certo, se ci si ferma solo ad analizzare le dichiarazioni e non si approfondisce adeguatamente la problematica, non si aiutano i cittadini a capire quanto succede.


Vi sono, a mio avviso, due tipi di approccio: vedere prima la città poi il teatro e viceversa, vedere prima il teatro” e poi la città.


Proviamo a chiarire.


Guardare al teatro attraverso la città, significa fare una scelta coerente per la collocazione della struttura in ambito cittadino. La collocazione del teatro in Piazza Mercato rispondeva ad una logica necessità di riqualificare il rione Sassonia, e che questa sia una esigenza reale lo testimonia lo stesso Sindaco, che in questi giorni ha lanciato un suo progetto di riqualificazione di quella piazza.


Guardare la città attraverso il teatro, significa fare una scelta incoerente e avulsa dal tessuto urbano. La collocazione del nuovo teatro all’Arena, voluta dall’attuale Sindaco, risponde perfettamente a questo requisito.


Si è giunti a questo capovolgimento di logica, perché sul teatro cittadino è stata costruita la campagna elettorale dell’attuale maggioranza. Costa troppo si diceva, e a strepitare era soprattutto la Lega Nord, perché i suoi attuali alleati, all’inizio,  avevano condiviso la scelta di Piazza mercato. Poi hanno cambiato idea, pazienza…  Vinte le elezioni, oggi ci viene proposta una struttura all’Arena che costa quasi il 50% in più di quello previsto in Piazza mercato. Nella maggioranza, nessuno (segue)






6 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Renato Minocci commento
Renato Minocci
31 Gennaio 2011 - 09:22
 
A proposito. Apprendo ora che il teatro La Fenice di Venezia, grazie alla legge di riordino e finanziamento Bondi-Tremonti, ha energie finanziarie ancora per un anno. Poi chiude. Molti teatri in questi giorni hanno dovuto provvedere alla messa in cassa integrazione, ove hanno potuto, di parte del personale. Tutti hanno messo mano alle forbici per i programmi futuri. Ivi compresa la Scala di Milano. Sono notizie allarmanti che dovrebbero farci riflettere prima di mettere mano al portafoglio per costruire una struttura che in assoluto,da un punto di vista strettamente culturale ,tutti vorrebbero ma che per sopravvivere avrebbe bisogno di risorse e di un bacino d\'utenza che, per le caratteristiche note, Verbania non ha. Verbania non è Lucerna.Non è forse meglio calibrare il sogno su una dimensione più consona alla città come potrebbe essere il cinema Sociale? Si ritorna quindi al piano di gestione; con che denari si potrà mandare avanti una baracca così impegnativa?
Vedi il profilo di tidicolamia2010@libero.it ...non trovo bl\'articolo su la stampa..
tidicolamia2010@libero.it
31 Gennaio 2011 - 09:25
 
dove è l\'articolo? non l\'ho trovato

Grazie.
Vedi il profilo di Silvano Paracchini teatro
Silvano Paracchini
31 Gennaio 2011 - 10:48
 
Conosco bene Mariano Bolognesi e ho letto le sue osservazioni circa il teatro.
Visto però il dilemma da lontano (Novara)mi chiedo : Ma considerato tutti i problemi esistenti dal lavoro al sociale e non per ultimo il degrado etico,morale e politico di chi ci governa,è proprio il caso di stracciarvi le vesti per la localizzazione di un teatro? Lasciate perdere, non fatelo e i soldi stanziati per la struttura devolveteli ad opere di bene.
Novara Silvano Paracchini
Vedi il profilo di marco sconfienza Per TIDICOLAMIA 2010..
marco sconfienza
31 Gennaio 2011 - 11:01
 
http://www.facebook.com/l.php?u=http%3A%2F%2Fwww.vcoazzurranews.tv%2Findex.php%3Foption%3Dcom_content%26view%3Darticle%26id%3D9084%253Adavide-bono-il-teatro-di-verbania-fa-acqua%26catid%3D84%253Apolitica-nuova%26Itemid%3D638&h=53004
Vedi il profilo di fabio ruta confrontarsi
fabio ruta
31 Gennaio 2011 - 19:24
 
La presa di posizione dei Grillini ha elementi positivi (su vco azzurra ho letto che sarebbero favorevoli alla riqualificazione del sociale) e non solo negativi (una certa superficialità nel dire che la raccolta firme sarebbe \"diretta\" dal PD). I toni non mi piacciono del tutto. Ma penso sia opportuno confrontarsi con tutti e allargare i consensi alla nostra inizitiva. Ho inviato su facebook un messaggio alla responsabile vco del \"Movimento 5 stelle\", ma per ora non mi ha ancora risposto.
Vedi il profilo di stefano montani vi ricordate Senso?
stefano montani
5 Febbraio 2011 - 23:12
 
Vi ricordate l\'inizio folgorante di \"Senso\" di Lucchino Visconti? Che bello se una rivoluzione partisse proprio da un teatro! Beh, ogni tanto è bello sognare. Seriamente, condivido l\'analisi di M. Bolognesi e anch\'io ricordo bene la virulenta campagna leghista contro \"il teatro di Zanotti\" e adesso ne vogliono uno che costa di più ... un po\' come il \"federalismo comunale\" che fa aumentare le tasse, dopo che ci hanno rotto per anni sul \"non mettere le mani nelle tasche ...\". Scusate la divagazione.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti