Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Quando ci si arrampica sui vetri...

Di Mariano Bolognesi


 Immagine 1


 


Ho appena terminato di (ri)leggere la patetica lettera di quel Consigliere comunale che difende la scelta di questa Amministrazione di aumentare il costo del trasporto pubblico verbanese, e sento ancora nelle orecchie il fastidioso rumore che fanno le unghie, quando si tenta inutilmente di arrampicarsi sui vetri. Intanto vengono date due giustificazioni diverse per motivare la decisione di aumentare le tariffe: prima si dice che non ci sono soldi, (anche per il teatro all’Arena?) poi si dice che con i soldi risparmiati si possono “sostenere con aiuti concreti le famiglie verbanesi più disagiate”. Ma allora, i soldi o ci sono, o non ci sono? Il ragionamento, poi, sull’addizionale IRPEF, è un triplo salto mortale all’indietro, roba da professionisti!


Sappiamo tutti che ormai soldi scarseggiano e che quindi bisogna “darci una regolata”, ma non sarebbe meglio allora rinunciare al quel progetto faraonico del Teatro all’Arena liberando così un po’ di risorse per scopi sociali, invece di tagliare servizi di pubblica utilità?


Ma vi pare logico che qualcuno ci chieda di essere contenti perché il trasporto pubblico a Verbania  da gratuito è diventato a pagamento? Non ci sono parole ….


Un’ultima cosa, in famiglia abbiamo uno studente che frequenta le scuole superiori ad Omegna, nel 2009 per l’abbonamento spendeva 35,50 al mese, nel 2010 spendeva 35,50 più un forfait di 30 euro per tutto l’anno mentre nel 2011 spenderà 53,00 euro al mese, che si dovranno obbligatoriamente pagare se si vuole che il figlio continui a frequentare la scuola.


Se non ho fatto male i conti, si tratta di un aumento di circa il 50% sul 2009, che si commenta da solo.


Un bell’aiuto alle famiglie … o no. E l’attenzione all’ambiente? … mah.




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giampaolo Lenzi le parole vanno le decisioni pesano
Giampaolo Lenzi
10 Gennaio 2011 - 07:47
 
:angry: Qui si vede quali sono le differenze nelle scelte tra gli schieramenti, quando si tratta di parlare politichese tutti difendono le famiglie i valori, persino la costituzione etc. quando c\'è poi da pescare i soldi e definire le priorità le situazioni si chiariscono, ma quando i cittadini lo capiranno ?
Vedi il profilo di Giuseppe Federici commento
Giuseppe Federici
10 Gennaio 2011 - 17:32
 
:ooo: Cosa devono capire i cittadini: si parla di crisi, di disoccupazione, di milioni sotto la soglia della povertà, poi si fanno 17 giorni di vacanca, si chiedono sempre più soldi pena riduzione dei servizi e non si tiene conto della spaventosa cifra del debito pubblico e della vita vissuta al disopra delle nostre possibilità.
Beh, non sarebbe ora di darsi una regolata e pretendere ciò che è possibile?|



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti