Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - E' ora di muoversi

Immagine 1


 



 



COMUNICATO STAMPA DEL 15 NOVEMBRE 2010



 



I medici hanno lanciato l’allarme. Secondo loro sono a rischio i DEA del S. Biagio e del Castelli.



Mentre a Domodossola, la città si mobilita, il Consiglio comunale vota compatto un ordine del giorno che fra l’altro rifiuta ogni strategia di “depauperamento della struttura sanitaria” e il Sindaco vicario addirittura “è pronto a fare le barricate per difendere l’ospedale di Domodossola”.



Mentre i Sindaci di Baveno e Villadossola chiedono l’urgente convocazione della Conferenza dei Sindaci, per fermare questo progetto ed “evitare di dare ai loro cittadini servizi sanitari di serie B”, il Sindaco di Verbania  che fa? Filosofeggia!



Nel suo intervento su un settimanale locale, si esprime come se la cosa non lo riguardasse, scaricando ogni responsabilità sui quattro Consiglieri regionali del territorio, quasi avessero la capacità taumaturgica di modificare, da soli, la situazione. Dà per scontata l’immodificabilità del piano regionale, perché afferma: “scordiamoci, però, che a Torino CI CONCEDERANNO (n.d. la Lega nord?) due ospedali entrambi di livello provinciale (2° livello) e, quindi, il rischio è che Domodossola cannibalizzi Verbania, o viceversa”, innescando la miccia di una guerra fratricida, secondo un copione già visto, nel corso della gestione Ghigo, per di più ventilando l’ipotesi ricattatoria che, in mancanza di accordo, il DEA venga collocato a Borgomanero.



La follia di questo ragionamento si commenta da sola. Da Ghigo a Cota un solo obiettivo: smantellare la sanità pubblica per consegnarla ai privati. Ieri Forza Italia, oggi la Lega, che con scarsa coerenza ha cambiato obiettivo.



Ci scusi signor Sindaco di Verbania, ma in che mondo vive! Lo sa o no che è il suo partito a governare la Regione Piemonte? Ma Lei un’idea sua ce l’ha? Ha mai provato a parlare con i suoi amministrati? Perché deve scaricare sugli altri ogni responsabilità?



Ma lo sa quanto dista Formazza o Macugnaga da Borgomanero e, soprattutto, quanto tempo ci si può impiegare per arrivarci? Signor Sindaco, è ora di muoversi!



Questo territorio NON PUO’ fare a meno dei due ospedali di Verbania e Domodossola.



Ironizzando sull’”Ospedale unico plurisede” (che, pur nella sua imperfezione, funziona), bollandolo come una cosa poco seria, offre su un piatto d’argento una giustificazione a chi vuole affossare l’attuale sistema sanitario provinciale. Infatti, Lei propone: Unica alternativa a questa proposta sarebbe appunto avere un solo ospedale con il DEA e l’altro conseguentemente di 3° livello, scegliendo quello che ha o potrebbe avere in breve tempo le strutture necessarie e più complete: cosa forse saggia, ma scelta di rottura. Avremo mai il coraggio di percorrere questa strada?  



In sintesi, una guerra fratricida per dividere il territorio.



Quindi, se non si seguono i dettati regionali, Lei si defila (anzi, se ne disinteressa), perché, secondo Lei, “LORO”(n.d. la Lega nord?) non ci daranno alternative.



Così, mentre in altra parte della provincia si lotta con tutte le forze disponibili per difendere il proprio ospedale, a Verbania si aspetta che si realizzi il piano regionale. Bravi!



Silenzio assordante del Presidente della Provincia e del Consiglio, che è la sintesi della rappresentanza provinciale. Ma a voi, la cosa non vi riguarda? 



I cittadini devono sapere che questa inerzia dell’Amministrazione, porterà inevitabilmente l’Ospedale Castelli in serie C, con tutte le conseguenze del caso.



Noi non ci stiamo, e lotteremo per evitarlo, insieme a tutti coloro che vorranno aiutarci.



 



Comitato salute VCO



                                                                                      Bolognesi – Lo Duca - Rebecchi




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Fiammetta altro che passione per il territorio...
Fiammetta
25 Novembre 2010 - 21:25
 
Giorno dopo giorno sono sempre più stupita dall\'atteggiamento della Regione Piemonte, retta da un governatore leghista, nei confronti del Vco e oggi - in particolare - nei confronti del sistema sanitario locale. Come può chi si professa \"alfiere del territorio\" pensare di depauperare dei servizi di base e in modo così vistoso un\'area geografica così estesa e variegata? Gli ospedali di Pallanza e Domodossola, che sono già strutture all\'avanguardia, non possono e non devono essere declassati proprio per il bene della gente (altra parola tanto cara al popolo del Nord...). Lo sa il governatore Cota che se l\'unico Dea raggiungibile per gli abitanti del Vco sarà Borgomanero, su quell\'ospedale, già intasato all\'inverosimile, si riverserà un\'utenza insostenibile? Auspico che chi regge i comuni e la provincia del Vco si attivi in modo tempestivo, pratico e non politico, per far presente ai signori di Torino che non esiste solo la provincia di Novara da rifornire di fondi ma un\'intera regione da far funzionare. Magari anche per ciò che concerne il settore dei trasporti: tanto si è detto contro l\'operato della giunta Bresso, ma qui si sta cadendo dalla padella alla brace. Con in più la beffa di venir gabbati proprio dai paladini del federalismo. La verità è che chi presiede adesso la giunta regionale (ed è una lamentela che circola da mesi a Torino) sta pensando solo alla \"sua\" provincia di provenienza. E lasciamo perdere le penose iniziative di gemellaggi Novara-Vco, tutta roba folcloristica! Di fatti, ad oggi un appuntamento per oggi, ben pochi...
Vedi il profilo di Cangialosi commento
Cangialosi
25 Novembre 2010 - 21:35
 
La mia proposta è quella di convocare urgentemente un assemblea pubblica invitando:Reschigna, Presidente Sindaci Zacchera,Marinello. Necessita rendere esplicite le conseguenze di eventuali decisioni che, ad oggi , per quanto si sa, determinerebbero la chiusura dei 2 DEA (Verbania e Domodossola) il che significa dover \"scattare\" a Borgomanero in caso di necessità di un pronto soccorso...appunto i nostri parlamentari e consiglieri regionali sanno a quanto dista MACUGNAGA o FORMAZZA da Borgomanero? I cittadini devono sapere prima che la Regione decida. È un tema che necessita MASSIMA MOBILITAZIONE. In più c\'è da sapere che in base alla L. 42/2010 saranno aboliti i Consorzi di funzioni tra enti locali e per il Piemonte i consorzi dei servizi sociali sono consorzi di funzione socio assistenziale...quindi aboliti anche i CISS. Tutta la materia sanitaria e del welfare è in una condizione delicata. Vanno informati i cittadini soprattutto perché non è chiaro cosa succederà dopo.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti