Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

CINEMA SOCIALE - petizione popolare

Immagine 1


CINEMA SOCIALE


Mercoledì 27 Ottobre ore 21 - Sala biblioteca di Villa Olimpia a Pallanza Consiglio di Quartiere straordinario


 


E' iniziata la raccolta di firme di un gruppo di cittadini riunitisi in Comitato


 



MERCOLEDI' 27 OTTOBRE alle ore 21, presso la sala biblioteca della Villa Olimpia di Pallanza, si terrà il consiglio di quartiere straordinario, che vedrà all'ordine del giorno, la variante 18 che verrà posta in discussione nel prossimo consiglio comunale di GIOVEDI' 28 OTTOBRE, riguardante la prossima destinazione d'uso del Cinema Sociale di Pallanza.



Inutile dire quanto importante sarà la partecipazione dei cittadini, non ci sono molti margini di tempo, occorre una forte mobilitazione da parte di tutti, nessuno escluso, coloro i quali non accettano simili decisioni prese senza alcuna consultazione, non devono rassegnarsi, come la vicenda dell'Asilo Besozzi Benioli di Intra insegna, una grande mobilitazione può far cambiare le decisioni.



Sempre con lo stesso intento, mercoledì sera sera a Villa Olimpia si sono ritrovati parecchi cittadini, per l'incontro organizzato da Sinistra Unita, l'argomento molto sentito era anche qui la paventata decisione del Consiglio Comunale di modificare la destinazione d'uso del Cinema Teatro Sociale che nella richiesta avanzata dalla proprietà, dovrebbe passare da " area con destinazione prevalentemente terziaria, commerciale direzionale e di servizio" in " area edificata e/o di pertinenza di edifici ad uso prevalentemente residenziale" si è molto discusso attraverso un dibattito sereno e partecipato, al termine della riunione i presenti hanno convenuto di formare un Comitato apposito, che prende il nome di " No al Cinema Sociale trasformato in condominio" individuando alcune (segue)




2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Paolo Proviamo a salvare il vecchio Sociale
Paolo
25 Ottobre 2010 - 10:12
 
Sono uno dei 630 abbonati al cineforum che si tiene al Teatro Sociale di Pallanza il martedì ed il giovedì.
Francamente, pur avendo già avuto notizie in merito, martedì 19 ottobre ho ascoltato l\'introdzuone fatta da una organizzatrice della rassegna e per poco non mi rovinavo la serata. L\'amarezza per un altro pezzo di storia di questa città che si smarrisce, e non è soltanto nostalgia (c\'è un pizzico anche di quella) ma disappunto e l\'enensima conferma che la cultura (e gli spazi per mandarla in scena) è in questa città vittima di una persistente e paurosa indifferenza.
Sociale a Intra, Vip (ex. Impero) ora riaperto con le nuove sale, Ariston, Apollo e adesso anche il vecchio glorioso Cinema Teatro Sociale di Pallanza.
Non è soltanto una questione di cineforum (che però conta centinaia di iscritti che per 15 giorni a stagione vanno al cinema) ma dietro a questa nuova regressione di spazi culturali si nascondono tante componenti.
La crisi delle sale cinematografiche è ben nota a tutti come sono noti i motivi, e forse proprio la novità intrese della multisala ha accelerato questa situazione.
Ciò non toglie che, in attesa del nuovo Grande Teatro, l\'assenza di spazi adeguati teatrali e cinematografici si spalanca e diventa una voragine per tutta la città. Bene ha fatto Cannobio a costruire un nuovo Teatro, moderno, a misura di quella cittadina, e nel quale oggi si svolgono tantissme iniziative.
A Verbania si chiude il presente e si progetta per il futuro. Ma c\'è un presente (che si annuncia per nulla breve) da vivere, per tutti coloro (e non sono pochi eletti) che vogliono ancora schiodarsi da divani e televisori per recarsi a Pallanza.
Quale valore possiamo dare al grande schermo, alla condivisione con gli altri che gremiscono la sala,ai commenti sussurati, alla commozione o alla risata liberatoria che circola come energia tra i presenti, ai piccoli istanti ma partecipativi momenti di incontro prima e dopo gli spettacoli ? Hanno un prezzo ?
Il tutto poi assaporando film che di rado troviamo sulle comuni reti (qualcosa su Sky) troppo impegnate a depistare la cultura, le emozioni, i valori reali essendosi svenduti alla tivù commerciale, ai plastici di Porta a Porta.
Forse è il momento che un po\' tutti si facciano carico di questa necessità: investire nella cultura.
Per Tutti intendo le Istituzioni, le Associazioni, i Cittadini e tutti coloro che non vogliono assistere ad un ulteriore impoverimento.
Con la cultura non si mangia, ma si cresce e si rischia di essere un po\' più felici.
Siamo disposti a correre questo ...rischio ?
PAOLO

Vedi il profilo di Lucas Il problema del Cinema - teatro Sociale di Pall.,
Lucas
28 Ottobre 2010 - 16:37
 

Premetto che avevo firmato anch\'io e sembra che almeno al momento la variazione di destinazione d\'uso non sarà concessa (ancora prima di depositare le firme).
Ero anche un abbastanza assiduo spettatore (vado a Intra peri films 3D, ma gli altri resto a Pall.)

Il problema del Cinema - teatro Sociale di Pall., però, si ripresenterà tra non molto.
Un locale da rinnovare, una gestione non brillantissima, la concorrenza del nuovo Vip di Intra evidentemente stanno spingendo la società a cessare le proiezioni (è evidente che non s può campare col Cineforum).

Poi ?!..

Saluti



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti