Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

UN'ALTERNATIVA "CORAGGIOSA"

 


 


Immagine 1



E' opinione comune e diffusa quella che vede la nostra città attraversare una fase difficile, complessa, nuova. Una fase di transizione, dovuta al repentino avanzare di un inarrestabile processo di deindustrializzazione, fase che va letta e interpretata come un importantissimo periodo embrionale, di gestazione. Ci aspettano mesi, e forse anni, in cui semineremo la Verbania che verrà. Una fase eccezionale, per affrontare la quale è necessario, però, un approccio ed una visione eccezionali.


Oggi possiamo, dobbiamo costruire la classe dirigente di domani, e dobbiamo farlo, però, con regole nuove. Una recente statistica nazionale ha appurato che abbiamo la classe politica più vecchia ed ossificata del continente; Piero Ignazi, sull'ultimo numero de L'Espresso, scrive che "solo imitando i grandi innovatori si può conquistare il potere. La strada per farlo passa dalle idee e, soprattutto, dal coraggio di sfidare gli elefanti".


Io credo che, volendo parafrasare umilmente uno dei padri fondatori americani, nella nostra città "il tempo sia maturo per una nuova generazione di leader, per uomini nuovi che sappiano affrontare problemi nuovi". Le sconfitte elettorali possono dare il via a nuovi successi, a nuovi traguardi, ma possono farlo solamente nella misura in cui abbiamo il coraggio, la capacità e la volontà di guardare al nostro interno, anche ai nostri errori. Dobbiamo avere il coraggio di fare analisi, autocritica, di riconoscere le nostre debolezze per sanarle e cercare nuovi slanci. Non basta soltanto demonizzare il malgoverno della destra, metterli in difficoltà sulle promesse fatte e non mantenute: noi dobbiamo proporci con idee, contenuti, soluzioni, nuovi volti e nuovi sogni per una nuova città.


Io credo che oggi tutti abbiamo bisogno di più CORAGGIO. Se dovessi indicare qualcosa, un





2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Marco Tartari rinnovamento delle idee
Marco Tartari
6 Settembre 2010 - 07:09
 
La parola d\'ordine è \"rinnovamento\" a partire dalle idee. Le idee nuove non possono che partire da un serio e costante confronto politico.
L\'alternativa non può che essere l\'unitaria condivisione di progetti, l\'impegno costante di tutti, non una coalizione elettorale.

Lavoriamo per questo con tutti i cittadini che hanno a cuore veramente la città.

Marco
Vedi il profilo di FELICE IRACA\' commento
FELICE IRACA\'
7 Settembre 2010 - 16:59
 
Grazie Marco per l\'attenzione, e per le tue idee che ritengo sempre molto preziose. Concordo con te: bisogna rinnovarsi, a partire dalle idee. Ma non solo: bisogna rinnovarsi anche a partire dagli uomini. Bisogna avere il coraggio di \"svecchiare\". Perchè, spesso, gli uomini vecchi hanno idee vecchie. O non hanno più ideali e gli stimoli, quelli giusti. Ma ci vuole coraggio, molto coraggio. Quello che la sinistra, ancora, non ha dimostrato d\'avere.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti