Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Piccole ambizioni, medie aritmetiche e grande Verbania


Scritto da Roberto Negroni


 Immagine 1


Immagine 2Immagine 3


Immagine 4Immagine 5


 


Sarebbe un peccato se la generale svagatezza post-ferragostana non permettesse di dare giusto rilievo ad una questione improvvisamente sbocciata con un certo vigore sui media locali come fiore tardivo di questa incerta estate.


Un’ennesima iniziativa meritoria di Andrea Dallapina sul suo VerbaniaNews invita i lettori a proporre idee per la Verbania di domani; una delle prime proposte pubblicate riguarda la fusione tra i comuni di Verbania e di Cossogno. E fino qui nulla di particolarmente rilevante: la sindrome aggregativa ha in questi luoghi una lunga storia, almeno quanto le dispute di campanile, e ha visto vicende alterne, raramente esaltanti. Sui gusti personali poi è inutile discutere, ciascuno persegue il disegno matrimoniale che più gli aggrada.


Un successivo intervento dell’assessore verbanese Marco Parachini ha però opportunamente colto nella proposta l’occasione per una riflessione di più ampio respiro. In sostanza, dice Parachini, la proposta non dovrebbe limitarsi ad un solo comune, ma





0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti