Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

La Comunità rumena - Una normale storia di integrazione !!!

Immagine 1
Immagine 2


LA COMUNITA' RUMENA - UNA NORMALE STORIA DI INTEGRAZIONE


Come in tutte le precedenti puntate di questa nostra inchiesta fra le comunità straniere residenti a Verbania, abbiamo voluto sentire dalla viva voce di una famiglia rumena, la loro storia, le loro speranze ed il loro sentire, con lo scopo di capire e di fare capire ai nostri lettori, cosa c'è dietro ogni persona Italiana o straniera che sia, il suo sentirsi cittadino a tutti gli effetti, accettato ed integrato in una comunità che non è la propria.


 

A tale proposito, mi sono recato a casa di una emblematica famiglia rumena, formata da Mihaela, Romulus e da una ragazza di 11 anni, che vivono a Intra, in un appartamento di un normalissimo condominio del centro, una famiglia come ce ne sono tantissime in città, padre e madre che lavorano e la figlia che frequenta la scuola media "Cantelli", ho passato con loro, due ore molto piacevoli, chiacchierando del più e del meno, ho posto loro alcune domande sul loro passato, sulle motivazioni che li hanno spinti ad emigrare, sulla loro vita in città e sulle loro aspirazioni future, devo dire che come sempre mi sono sentito a casa di "amici", desiderosi di esternare le loro emozioni ed il loro sentirsi parte di una comunità che li ha accettati senza pregiudizi di sorta.


Romulus, il capo famiglia ha 49 anni, è in Italia da otto anni, il suo lavoro attuale è di infermiere professionale, che svolge presso il Centro Auxologico di Piancavallo, lo stesso lavoro che svolgeva in Romania nella nativa Sibiu, sono ormai 30 anni che Romulus si occupa di questo lavoro, i suoi studi relativi fatti in patria, sono stati riconosciuti dalle nostre autorità sanitarie.


Il suo desiderio di emigrare è stato più forte dopo la caduta del comunismo, seppur in Romania avesse un lavoro sicuro e meglio remunerato di altri, la sua scommessa è stata il mettersi in gioco lasciando il proprio paese alla ricerca di un futuro migliore sotto molti aspetti, non solo quelli economici, venuto a conoscenza della ricerca di infermieri professionali nel nostro paese, si è attivato ed è giunto a Varese dove per due anni ha lavorato in una cooperativa che gestiva appunto servizi ospedalieri, che però con il tempo non lo appagava più, sia dal punto di vista professionale che economico, passati questi primi due anni, tramite amici ha presentato domanda di assunzione al centro di Piancavallo, l'esito positivo della domanda a fatto si che Romulus si stabilisse nella nostra città.


Mihaela invece è in Italia da sei anni, ha 39 anni, un divorzio da un precedente matrimonio in Romania ed una figlia che ora ha 11 anni, anche per lei infermiera professionale, il percorso è stato quasi analogo a quello del suo compagno attuale, con la differenza che Mihaela, è arrivata nella nostra città con un contratto di lavoro già firmato, che riconosceva in toto i suoi studi professionali rumeni, ha dovuto comunque sottoporsi ad un esame che l'ha vista brillante protagonista.


Come Romulus anche lei lavora al Centro Auxologico di Piancavallo, fra le motivazioni addotte per aver deciso di emigrare, c'è senz'altro un forte ed insopprimibile desiderio per una vita migliore, una condivisibile voglia di essere protagonista appieno del suo futuro, la spinta naturale che ha ogni essere umano di affermazione in vari campi come quello professionale e famigliare.





3 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di viive commento
viive
30 Giugno 2010 - 17:56
 
Una storia normale con lieto fine !!!Un bel esempio che sentirsi cittadino a tutti gli effetti accettato ed integrato in una comunità che non è la propria -ci hanno messo la volontà anche loro ! Buona fortuna !<br />Complimenti , Marco !!!
Vedi il profilo di Sergio commento
Sergio
1 Luglio 2010 - 19:36
 
Ma i rumeni non hanno votato alle ultime elezioni amministrative? Mi sembra proprio di si'. Hanno eletto anche un loro consigliere comunale
Vedi il profilo di skonfi commento
skonfi
2 Luglio 2010 - 07:15
 
@ Sergio, non si tratta di Rumeni o altre nazionalità, in generale dalle mie interviste è emersa la voglia di tutti di votare per le amministrative, anche senza avere la residenza fissa, ma essendo in regola con le norme sull'immigrazione.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti