Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

UN UOMO SOLO ?

Immagine 1


Prima o poi doveva succedere.



Non si sono mai amati !



Ve li ricordate nelle passate legislature, astri dell’opposizione locale, l’uno finiano emergente di AN in Parlamento, l’altro stella nascente di Forza Italia in Regione, pizzicarsi per avere la paternità delle centinaia di promesse non realizzate con cui si contrastavano le amministrazioni locali?



Poi l’uno si lancia nell’avventura di Sindaco e l’altro, sornione lo appoggia e fa l’en plain di voti a Verbania.



Aspettavamo la zampata del gatto Valerio: silenzioso, conciliante quasi ecumenico, con il fare di un buon padre sgridava la sinistra teneva buona la Lega, aspettava che gli eventi maturassero.



Poi l’elezione regionale, il prestigioso incarico.



Adesso può guardare Marco dall’alto in basso e dirgli: vedi Marco, adesso sei il Sindaco di Verbania, ma la forza della destra sono io.



Intanto il Sindaco come un buon mediano corre dappertutto; litiga un po’ con De Magistris, incassa i colpi di Montani che sul teatro non brontola tanto perché sa che Zacchera non avrà la forza di realizzarlo; subisce le gaffes di Preti che lo costringe a correre di qui e di là per ricucire.



Resta solo con le sue donne assessori a gestire la cucina di piazza Garibaldi, mentre intorno a lui inizia il giro di walzer delle poltrone.



Verbania è un trampolino, ragazzi: i posti da occupare per chi esercita il “potere” sono altri.



Quella che Catteno ci da del Sindaco nella sua ben mediatata e tempestiva intervista a Verbaninews è l’immagine di un uomo solo e soprattutto lontano dal suo corpo elettorale.



Se a ciò aggiungiamo il deterioramento dei rapporti con il suo capo (vi ricordate che per venire a fare il Sindaco a Verbania aveva chiesto il permesso e Fini e che questo un anno dopo lo infila nella schiera di quelli che abusano della pazienza degli italiani con il doppio incarico ?) l’immagine di un uomo isolato è completa.



D’ora in avanti c’è il rischio che cuocia a fuoco lento e questo per il futuro di Verbania è un male.



Infine anche lui ci mette del suo per rafforzare quella immagine dimessa!



Perché nella lettera aperta inviata ai giornali ad un anno dall’inizio del mandato si descrive come un uomo coi capelli bianchi che la sera tutto solo e stanco si tira dietro la porta del Municipio vuoto e va a dormire?



Non vi fa un po’ di tenerezza?




1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Roberta commento
Roberta
14 Giugno 2010 - 21:18
 
mmmmmm... :-| :-| :-| :-| sinceramente??? no!



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti