Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Tassa di stazionamento per le barche - Dopo il gran chiasso l'indifferenza

Immagine 1


Quando, sul finire del 2008 la Regione Piemonte, a guida centro sinistra attuando una delibera della giunta precedente di centro destra, obbligò il Comune di Verbania di far regolarizzare la posizione a coloro che occupavano con le barche le rive pensai: finalmente!



Finalmente perchè pagando si aveva diritto ad uno spazio assegnato e delimitato ponendo così fine innanzitutto sulla liceità dell’occupazione del suolo pubblico ma anche a quell’ammasso disordinato di cose in cui si erano ridotte le rive.



Si ricorderà che in quei giorni, grazie al clima pre elettorale che già si respirava, qualcuno fece un gran baccano con manifesti e dichiarazioni bellicose in  parte motivate dalle tariffe sicuramente prive di buon senso ma in larga parte strumentali per ingraziarsi i proprietari.



Dopo di allora il silenzio. Qualche barca è stata rimossa, i proprietari hanno pagato le nuove tariffe, che nel frattempo erano state riadeguate, ma il Comune, ad un anno dall’ insediamento della nuova amministrazione, nulla ha fatto di quanto dovuto e cioè assegnare questi benedetti posti ai legittimi richiedenti. Quando il tempo passa la gente si dimentica; ora mi chiedo non è che questa “tassa di stazionamento” finirà come il canone televisivo che qualche fesso paga e qualche furbo no?




0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti