Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese : La voce della città

Donne e motori

di Livio Serafini

Donne e motori
Immagine 2Squilla il telefono alle 7.20...non può essere che lui ul Togn che, come già scritto, l'è sturn mè 'na campana , ma u gà 'na memoria da fer e, aggiungo, u dorm poch.
"Deh, barnasch, ti la mùcat da scriv stupidàdi(si riferisce al Chiudo e Passa...),parchè ti scrivat mia na quai storia dul Ninomunütsch?"
Già, per scrivere di questo personaggio assai noto nel nostro rione, bisognerebbe stilare un romanzo, e mi a gò mia temp nè voia.
Prima di interrompere la comunicazione mi manda gli inevitabili " saluti da Intra" e un..dat da fàa lendenùn!
E va bè, una ve la voglio proprio raccontare.
Davanti alle Officine Elettriche Serafini di mio nonno Tito. sorgeva la tessitura Montuschi che produceva fazzoletti, il cui titolare signor Cesare aveva convolato a giuste nozze la signora Merope( nome comunissimo...) e da questa unione è nato Ul Nino per tutti "Ul Ninomuntüsch" per differenziarlo da tutti i Nino circolanti.
Giunto in età da leva militare si era reso conto di essere "figlio di papà" e che poteva tranquillamente fare ameno di lavorare per dedicarsi ai suoi hobby preferiti essendo inscritto al club "Odio lavoro e resistenza al vagabondaggio",infatti lui ha sempre fatto di tutto per non fare niente!
Era un entusiasta delle corse a piedi, grande giocatore di tennis, suonava la cornetta con gaudio e tripudio del vicinato, ma la sua grande e vera passione era il biliardo(stecca) dove non aveva avversari e, udite udite, un amico da cui non si separava mai tal Ginetto da Trobaso.
Un bel giorno si presentò con una Fiat 1300 spyder bianca con capote nera, una sciccheria, che la casa costruttrice definiva un" 2 posti più uno" dove per più uno si intendeva persona non molto alta e di taglia 40.
Il destino ha voluto mettere sulla strada del Nino la Elena, notevole e rigogliosa pulzella residente in quel di Pasquè a Pallanza, anzi era la Elena ad aver adocchiato il nostro che a furia di pressing ha dovuto, obtorto collo, soccombere alla bellezza mediterranea
Avendo ambedue caratteri molto forti, litigavano con una certa assiduità, la leggenda narra che a bordo della spyder erano sistemati i due "piccioncini" con il Ginetto al "più uno" e che stessero transitando dalla Canottieri Intra verso il centro città.
Devo far notare che a quei tempi i pali dell'illuminazione pubblica erano composti da robusti esagoni in ghisa..il Nino ad un certo punto si è messo a discutere animatamente con la Elena e non guardava la strada....ocio al pal Nino....ocio al pal Ninoooo gli urlava il Ginetto, arrivati davanti al Bar Lucini il palo lo ha centrato in pieno.
Macchina con il muso sfasciato, i due piccioncini illesi, l'unico che ha dovuto ricorrere alle cure mediche è stato il Ginetto che è catapultato sul parabrezza rompendosi il setto nasale, e qui ci sarebbe già da ridere, ma non è finita lì, la riparazione dell'auto è stata affidata al Pio caruzzè (Lomazzi) con l'impegno tassativo di riconsegnarla entro la settimana, cosa che è regolarmente avvenuta, e dalla felicità di riavere il suo mezzo, stranamente telefonò alla Elena per una breve gita che ahinoi terminò bruscamente in via 24 Maggio all'incrocio con Viale San Giuseppe per mancata precedenza per non aver rispettato lo stop....si narra che Ul Nino la dai fora da matt e ha preso l'occasione "par disfescià la Elena con l'accusa che era una " mena gramm".



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lady oscar bentornato
lady oscar
17 Novembre 2015 - 13:02
 
Ci mancavano i tuoi ricordi di vita intrese. Grazie 😊 metti sempre buonumore.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

La voce della città
25/01/2017 - "A ma rigòrdi" e AVAP
02/01/2017 - Grazie
11/09/2016 - La Ca' Rùsa
29/08/2016 - "A ma rigòrdi": precisazione
28/08/2016 - Ul Giuàn da Trubàs
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti