Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese : Vita amministrativa

Noi la pensiamo cosi!

Immagine 1
È passato più di un anno dall'insediamento di questa amministrazione, fin dai primi momenti abbiamo rilevato una preoccupante assenza di dialogo, sicuri di trovare terreno fertile in maggioranza, viste le parole profuse in campagna elettorale in tema di partecipazione, ci siamo spesi affinché si potesse costruire un percorso di condivisione improntato sul confronto all'interno degli organi istituzionali.
Ciò che è accaduto all'ultimo consiglio comunale non può che avvilirci, essere costretti a non partecipare al voto, facendo mancare il numero legale e costringendo l'amministrazione a rinviare il punto all'ordine del giorno, per rimarcare ulteriormente l'importanza che il dialogo ricopre nella nostra visione politica è quanto di più lontano si possa immaginare di dover manifestare a una giunta di sinistra.
La latitanza massiva dei consiglieri di maggioranza dimostra nei fatti il loro scarso interesse e lo scollamento dalla vita della città, disaffezione tale da indurre a non partecipare alle scelte "imposte" dal Sindaco e forse non condivise; perché una cosa è chiara e nota a tutti: se caro e condiviso fosse il tema affrontato e proposto, anche di fronte a un epidemia di massa, il numero legale non sarebbe mai mancato.
"Una Verbania Possibile" tiene a rinnovare l'invito al rispetto degli organi istituzionali e a riproporre la ferma convinzione che una progettazione tanto più è partecipata tanta più forza ottiene.



1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di Giuseppe Federici Abuso del diritto
Giuseppe Federici
7 Ottobre 2015 - 11:57
 
Vorrei aggiungere alcune osservazioni sulla attuazione dei servizi raccolta rifiuti. Mentre assistiamo ad unritocco in aumento dell'IMU, dall'azienda addetta alla raccolta dei rifiuti arrivano due segnalazioni: 1) i centri di raccolta rifiuti ingombranti disposti con frequenza mensile presso aree dislocate sul territorio sono state soppresse. Ora ogni cittadino interessato deve disporre di un proprio mezzo e provvedere a consegnarli alla sede unica di raccolta; 2) La raccolta dei residui "verdi" inizialmente disposta una volta alla settimana viene modificata con cadenza quindicinale. A fronte di questi accorgimenti non è dato sapere quanto risparmierà l'azienda che comunque è da ritersi vincolata da un contratto e da adempienti preordinati, di fatto però, ora rimane un maggior onere per ogni cittadino interessato che si vede sottratta una disponibilità ed un ulteriore onere a suo carico con buona pace della sua economicità di tempo e di denaro. Si è forse levata qualche "osservazione" da parte del Consiglio ???? I migliori saluti Giuseppe Federici



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

Vita amministrativa
28/09/2016 - Cani di oggi...cavalli di ieri
23/09/2016 - Bandiera Bianca
28/07/2016 - A proposito di "bilancio"
20/07/2016 - Comunicato stampa
25/05/2016 - Comunicato stampa
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti