Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese : La voce della città

San Vitur

di Livio Serafini

San Vitur
Immagine 2...u me tucà tacà ul riscaldament...
Pochi giorni fa un caldo atipico, ieri pioggia, umidità ed un certo frescolino....tempo impazzito? No di certo per i verbanesi che hanno come guida meterologica dei ben distinti proverbi che recitano...."aprile non ti scoprire", "maggio vai adagio","giugno apri il pugno"....e..."Par San Vitur ul paltò u sa porta cun unur"...vecchi adagi popolari sempre attuali e verificabili.
Con l'arrivo dei "baracun" ecco l'immancabile pioggia.
San Vitur e i baracun sono un binomio inossidabile.
Poi la processione con la benedizione delle barche al porto vecchio sempre molto partecipata e gli asili della città, Rosmini e i Salesiani, che avevano come loro rappresentanza i bambini vestiti rispettivamente da Paggetti e da Guardie Svizzere. Immaginatevi la gara fra di noi piccolo per poter sfilare. Ma la grande attrazzione erano, appunto, i baracconi che occupavano per almeno 15 giorni quella che impropriamente chiamano piazza, ma che in realtà è solo un enorme parcheggio che è la "Piazza d'armi" o piazza Fratelli Bandiera...le due autopiste "Rolandi" e "Claudi" in eterna competizione, il "calcinculo",le decine di "tiri a segno" con vari premi e la possibilità di avere una foto con fucile imbracciato se si centrava quel puntino particolare, il "giro della morte" con la moto, gli specchi deformanti,le gabbie volanti,il tunnel degli orrori,la centrifuga che incollava i partecipanti alle pareti mentre il pavimento veniva abbassato in modo che gli spettatori potevano ammirare le persone in varie pose, sospese a mezz'aria...vinceva un giro gratis chi, dopo aver abbassato la velocità, riusciva ad andare al palo centrale....uno spasso vedere gli inevitabili ruzzoloni
Devo confessare che ero un "privilegiato" in quanto al ditta Claudi, posizionata davanti ai Bagni Pubblici( allora non tutti avevano la possibilità di farsi un bagno o una doccia in casa...)veniva presso l'officina di mio nonno per la riparazione di un motore andato in corto circuito e all'atto del pagamento lasciava una sostanziosa quantità di biglietti omaggio...e allora alèèèè, per la "banda" della via Roma una goduria continua.
Spero di poter essere presente anche quest'anno alla benedizione delle barche perchè il porto di Intra e la sua "culòna" sono il luogo che prediligo e che mi induce ogni volta a ritornare a ritroso con la memoria per ricordare momenti bellissimi di convivialità,di grosse pescate,di manutenzione delle barche, di segreti su come gestire le lenze a traino. Noi ragazzotti stavamo a "bocca aperta" a "bere" quelle perle di saggezza e professionalità per poi farne tesoro quando molti sono diventati buoni pescatori per passione. A tal proposito, con un po' di "magone", mando idealmente un abbraccione a due, per me, indimenticabili pescatori...ul Tiglio( Bussoli) e ul Cesare (Anghileri) che sono "andati avanti"...l'è la roda che la gira...



4 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di cesare Indimenticabili pescatori
cesare
2 Maggio 2015 - 23:32
 
Ul Tiglio e ul Cesare... mi sembra sempre di vederli ,il porto era una seconda casa.
Grazie per averli ricordati.
Vedi il profilo di Luciano San Vitur
Luciano
3 Maggio 2015 - 11:20
 
Livio hai sempre modo di farci rivivere la vecchia Intra, ho qualche annetto meno di te e a quei tempi ero proprio piccolo, ma dalle tue parole mi sembra che il mio papà mi abbia portato ieri sera a farci un giro. Grazie LIvio di queste pagine della nostra storia fatta di amici e di personaggi veramente legati ai luoghi, il porto, la sassonia e "zueral" ul me paes' Luciano
Vedi il profilo di vonbraun Cartoline del tempo che fu.....
vonbraun
3 Maggio 2015 - 13:08
 
Uehi, ragazzi ( maturi )....!!!!! Mi avete fatto venire la voglia di rispolverare una scatola con cartoline di Verbania di 50-60 anni fa, che ho comunque conservate gelosamente. Se le trovo, ne mando qualche immagine.
Vedi il profilo di Luciano cartoline
Luciano
3 Maggio 2015 - 13:32
 
Se le trovi postane qualcuna, fa sempre piacere rivedere come eravamo, qualche soldo in meno ma tanta tanta voglia di correre. luciano luciano



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

La voce della città
25/01/2017 - "A ma rigòrdi" e AVAP
02/01/2017 - Grazie
11/09/2016 - La Ca' Rùsa
29/08/2016 - "A ma rigòrdi": precisazione
28/08/2016 - Ul Giuàn da Trubàs
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti