Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese : La voce della città

Abitudinari

di Livio Serafini

Abitudinari
Immagine 1E' con una certa frequenza che la Vanna(gentil consorte)mi rimbrotta: ti se diventà vecc e abitudinari,disciùlat 'na quai volta....
Ammetto felicemente che faccio e frequento sempre le stesse cose e persone,un po' meno queste ultime per via della carta d'identità....una "botta" al computer,l'acquisto del giornale,la passeggiata sul lungo lago e la lettura sulla panchina di fronte al porto delle barche,ottima posizione soprattutto d'estate dove fresco e ombra sono garantiti. Alcune volte trovo la postazione occupata da schiere di baldi giovani e leggiadre pulzelle che stanno comodamente seduti con il sedere sulla spallata e i piedi sulla seduta circondati da lattine e cartacce varie con buona pace dell'educazione e dei vigili.
Mi concentro sulle notizie principali e, tra una incazzatura e l'altra,tiro un sospiro,smetto per un attimo e osservo il circondario......mi torna in mente l'enorme quantità di barche ormeggiate su tutto il perimetro del porto, di legno s'intende,progettate e costruite per "tenere" il lago, altro che plastica e metallo delle poche attuali. Quelle di un tempo necessitavano di una manutenzione lunga e faticosa come faceva puntualmente Ul Tiglio(Bussoli), provetto pescatore, che, nonostante gli acciacchi e i reumatismi procurategli dall'umidità del lago(così diceva),carteggiava per settimane la barca per poi passare una o più mani di impregnante ed infine il flatting,vernici studiate appositamente per le imbarcazioni ...
Mi immagino poi le nostre bisnonne curve sulla "briéla" che, con la lisciva e l'olio di gomito, provvedevano a un bucato che nessuna lavatrice moderna potrebbe imitare, e...sai i pettegolezzi...quelle ti tagliavano i vestiti addosso...
Giro lo sguardo ed ecco il Flaim, allora sala da ballo denominata "El Minareto", in diretta concorrenza con l' "Artigiana" di Pallanza e la "Cirenaica" di Trobaso. Sento ancora l'eco dell'orchestra del maestro Roncoroni e dei balli previsti nel borderò: tre tanghi, tre valzer e tre boogie woodie, questi ultimi importati dai soldati americani...
Alle spalle c'era il mitico "Caffè Finardi" con a lato il parrucchiere "Marina", ul barbè di sciùr"...
Guardo l'orologio...orco cane è mezzogiorno,via di corsa a casa per i pranzo, anche questa è un'abitudine....



11 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di lady Oscar ciao livio
lady Oscar
19 Febbraio 2015 - 15:57
 
I tuoi 'remember' sono sempre dolci e simpatici. Riescono a proiettarci lì con te. Io andavo all artigiana (!) ma che palazzo flaim fosse una sala da ballo proprio non lo sapevo... Forse non sono tanto vecchia, dai. Uno smack.
Vedi il profilo di cesare Grazie Livio
cesare
19 Febbraio 2015 - 21:00
 
Un vero piacere leggerti,scrivi molto bene . Leggere il giornale al porto è veramente rilassante ,ti permette di osservare il movimento di passanti ,di papere e cigni che ravvivano il porto , i colori stupendi del nostro lago e così i pensieri ritornano al passato ,anche al più recente . Quanti " personaggi" del porto sono mancati , i veri pescatori , il caro Anghileri che sempre,sempre pescava il luccio . Conosceva tutti i trucchi del mestiere ,un fenomeno . Ora vedere la sua barca la "Lilli" perennemente ferma mi porta tristezza . Il nostro Porto è la nostra storia ,un vero peccato che sia così trascurato ,incontrollato . Avrai certamente visto che hanno tagliato il primo platano vicino allo
scivolo , chissà se stanno pensando di sostituirlo , i platani erano 10 e 10 dovrebbero rimanere .
Grazie per la condivisione , un saluto da Cesare .
Vedi il profilo di gualtiero condivido
gualtiero
20 Febbraio 2015 - 07:51
 
Immagini ormai sfocate di un tempo che fu ma che nella mente della gente della nostra età sono ancora vive .....in cui passando per la cuntrada ci si conosceva tutti ..un ciao me ti ste.....la to dona ..e i fio....capell Bell umett.....adess...u sa pasa e su sa sbarlogia in quai negozi da mudand e se t incuntrat quavunn l e dre a parla al telefuninn
Vedi il profilo di Luciano Grazie Livio
Luciano
20 Febbraio 2015 - 08:42
 
Grazie di averci fatto rivivere con le tue frasi uno spezzone di vita sana fatta d ricordi e oggi di riflessioni. Ricordo che la mia mamma diceva, andavamo a ballare, credo al Flaim ma forse il nome era diverso. Direi bei tempi!
Grazie di nuovo
Luciano
Vedi il profilo di livio grazieee
livio
20 Febbraio 2015 - 09:35
 
ohhhhh quanti complimenti grazie davvero a tutti,i miei sono soltanto dei flash di vita vissuta e i vostri graditi commenti me ne fanno tornare alla mente altri..ringrazio per esempio Cesare che mi ha rammentato l'Anghileri(anche lui Cesare)..Gualtiero con il suo capell Bell Umett della ditta Imperatori.. sul platano concordo con Cesare,devono sostituirlo e vedrò nel limite delle mie conoscenze(ho fatto il Presidente di Circoscrizione per 5 anni)di "sollecitare chi di dovere,tra l'altro caro Cesare non so se avevi notato che sull'albero abbattuto stava crescendo una palma....alla prossima dunque cari amici e grazie di nuovo
Vedi il profilo di lady Oscar cesareeeeeee
lady Oscar
20 Febbraio 2015 - 13:09
 
Io e Livio ti invitiamo per una rimpatriata. Hai voglia divenire?
Vedi il profilo di cesare Lady,Lady Oscar
cesare
20 Febbraio 2015 - 21:28
 
Ti ringrazio per l'invito ma sono allergico alle rimpatriate ,ho sempre disertato le feste dei coscritti ,,mi mettono tristezza , osservo le persone che mancano e quelle che sono precocemente invecchiate .
Preferisco credermi ancor giovane e ricordare il tempo trascorso con nostalgia certo ,ma accompagnata dalla
dolcezza della semplicità dei tempi passati..
Mi scuso e grazie a tutti , con amicizia , cesare..
Vedi il profilo di lady Oscar cesare
lady Oscar
20 Febbraio 2015 - 22:58
 
No problem. Io e Livio ci siamo incontrati stamattina..e' delizioso. Una mitragliatrice umana di racconti. E' riuscito Nell impresa di farmi stare zitta!!!! Se cambi idea.... Saluto ricambiando l amicizia.
Vedi il profilo di cesare Miniera di ricordi
cesare
21 Febbraio 2015 - 12:43
 
Ciao Lady , son quasi geloso del " delizioso" Livio . Scherzi a parte ,se Livio è ,come tu lo descrivi, una miniera di ricordi e scrive bene , dobbiamo attivarci per stimolarlo a scrivere ancora sia per il piacere di leggerlo sia per
ricordare una parte di storia della nostra Intra . Il Blog è bello anche per questo .
Saluti a tutti
Vedi il profilo di lady Oscar livio e cesare
lady Oscar
21 Febbraio 2015 - 18:42
 
Cesare geloso? Non hai speranze: Livio e' un uomo galante, uno di quelli che aiuta una signora a togliersi il cappotto...non c'è n'è più...e' l ultimo della sua specie. Detto ciò sono convinta che il "nostro" Livio debba scrivere un libro. Una raccolta di racconti. Cheddici Livio???? Lo famo?
Vedi il profilo di livio promessa....
livio
22 Febbraio 2015 - 09:00
 
Cari lettori,anzi cari amici, non scherziamo,non ho velleità di scrittore,per carità, sono lontano anni luce da tale attitudine,sono semplicemente quello che in epoca passata poteva definirsi un ""cantastorie" locale, sì insomma uno che ama svisceratamente la sua città e che ,giunto ad una certa ,età, ne ricorda i lati più folcloristici e umani tutto qui.
Vi ringrazio per gli apprezzamenti che sono molto graditi e vi prometto che vi "tedierò" con altre pochezze....



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

La voce della città
25/01/2017 - "A ma rigòrdi" e AVAP
02/01/2017 - Grazie
11/09/2016 - La Ca' Rùsa
29/08/2016 - "A ma rigòrdi": precisazione
28/08/2016 - Ul Giuàn da Trubàs
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti