Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese : La voce della città

Ex Camera del Lavoro addio!

di Livio Serafini

Ex Camera del Lavoro addio!
Immagine 2.......ma che strano: ho dato l'anima perchè fosse demolita, ho tifato per la tromba d'aria del 25 agosto di tre anni fa, l'ho perfino odiata, ma ieri, davanti alla potenza distruttrice di un braccio meccanico che la stava sbriciolando, ho provato un senso di tristezza misto a rabbia che ho poi condiviso con quei pochi amici che avevano aiutato nella raccolta delle 800 firme da sottoporre alla Giunta Zacchera perchè, sfruttando le inevitabili conoscenze parlamentari, trovasse un cavillo giuridico che desse il benestare all'abbattimento.
Oggi si è concretizzato un desiderio grazie al fatto che l'edificio in questione è fuori dalla lista dei beni da tutelare da parte della Sopraintendenza ai Beni Culturali dal 2012.
Certo tristezza perchè assieme al Teatro Sociale, al Ponte Cobianchi, alla soppressione del tram che portava a Premeno, anche questa struttura faceva parte della storia di questa Comunità in primis e personale poi....rabbia?
Certo che sì, se si fosse realizzato il teatro programmato dalla Giunta Zanotti, oggi non solo avremmo avuto il teatro finito con 80 parcheggi sotterranei, ma la Camera del Lavoro sarebbe ancora lì perfettamente ristrutturata e godibile(nuova posta, toillettes per i mercatali ecc) e, se aggiungiamo al teatro la fruizione di Casa Ceretti che dista pochi metri, sicuramente il Rione Sassonia avrebbe subito una trasformazione degna della favola di Cenerentola; la piazza Mercato sarebbe diventata da semplice parcheggio un Centro Socio Culturale di prim'ordine, una Piazza intesa come luogo di socializzazione e incontro con nuova pavimentazione, portici, fontana, negozi, ristoranti, verde, panchine..
Ma temo che, come in tutte le favole, i sogni svaniscano all'alba e che in quell'area riconquistata ci stiano comodamente una trentina di auto con buona pace dell'inquinamento e del rumore, perchè, come ben sa chi ha a cuore il "bel vivere", più parcheggi apri più macchine muovi...il nuovo parcheggio dell'Ospedale Castelli docet!



3 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di laura camera si commercio
laura
10 Dicembre 2014 - 20:10
 
ora ci restano i topi che invece che stare nella casa dove un bell'imbusto portava cibo o avanzi , per loro e i piccioni, i piccioni voleranno altrove i topi gireranno tranquilli come già fanno , ma ancor di più nelle vie nelle cantine intorno ai cassonetti lasciati in bella mostra e belli pieni fino a fare cumuli in terra e vissero felici e contenti
Vedi il profilo di Maria Cerutti abbattimento camera del lavoro
Maria Cerutti
11 Dicembre 2014 - 09:57
 
condivido il comento "amaro" di Serafini.
Di mio aggiungo: ma non c'era proprio niente da recuperare?
Che so manufatti in pietra, cornicioni, gradini, vecchi coppi o altro.
Quello che non capisco è perchè si debba giungere a questi livelli di degrado, vedi anche casa Simonetta!
Fa veramente male vedere andare tutto in briciole.
Vedi il profilo di Rodich ricuperare...
Rodich
12 Dicembre 2014 - 12:10
 
anch'io condivido le preoccupazioni di Maria Cerutti,non solo si può ricuperare molto materiale, ma avendo assistito alla demolizione, mi è scappato l'occhio in una parte superiore sotto tetto in cui si intravvedevano vari faldoni cartacei che sicuramente sono rovinati assieme alle pareti, mi auguro che siano stati ricuperati perchè saranno certamente documenti di allora, e anche se fossero senza valore, sono sempre dei ricordi



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

La voce della città
25/01/2017 - "A ma rigòrdi" e AVAP
02/01/2017 - Grazie
11/09/2016 - La Ca' Rùsa
29/08/2016 - "A ma rigòrdi": precisazione
28/08/2016 - Ul Giuàn da Trubàs
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti