Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese : La voce della città

Comunicato lavoratori ARPA della sede di Omegna

Riceviamo e pubblichiamo

Comunicato lavoratori ARPA della sede di Omegna
LA NOSTRA SALUTE DIPENDE DALLA QUALITÀ’ DELL’AMBIENTE IN CUI VIVIAMO:

NO ALLA CHIUSURA DEI LABORATORI DI ARPA PIEMONTE

La Giunta Regionale ha approvato un piano di riorganizzazione di Arpa Piemonte che prevede la chiusura di 6 laboratori su 10. Il laboratorio di Omegna chiuderà entro il 31 marzo 2015.

Arpa Piemonte lavora per tutelare la qualità dell’ambiente.

Effettua controlli, esprime pareri ambientali, supporta le bonifiche e analizza la maggior parte dei campioni sanitari di ASL: acque potabili, acque di piscina, acque di balneazione.

La chiusura dei laboratori non porterà né risparmi, né incremento delle attività di controllo ma aumenti dei costi di gestione delle analisi, problemi organizzativi e nuovi costi che andranno a gravare sulla cittadinanza.

Chiudere il laboratorio di Omegna significa togliere un servizio fondamentale alla popolazione del VCO perché LA QUALITÀ’DELL’AMBIENTE INFLUISCE DIRETTAMENTE SULLA NOSTRA SALUTE.

Noi lavoriamo per mantenerla e per migliorarla.

La giunta regionale ha approvato un piano basato solo sulla necessità di risparmiare. Noi diciamo che

IL RISANAMENTO DEL BILANCIO REGIONALE NON PUO’ PASSARE ATTRAVERSO LA DIMINUZIONE DEI SERVIZI ALLA POPOLAZIONE.

I SERVIZI PUBBLICI VANNO MANTENUTI NON SMANTELLATI.

I lavoratori di Arpa Piemonte della sede di Omegna



2 commenti  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di alessandro chiusura
alessandro
24 Gennaio 2015 - 23:23
 
aprite gli occhi l'arpa e' solo fonte di spreco una mafia che punisce solo chi vuole e chiude gli occhi su chi gli sta più' simpatico fateci caso come mai la fabbrica vicina che puzza come una fogna puo' fare ciò' che vuole mentre se vi i beccano a gettare una cartaccia vi fanno la multa non dovevano neanche aprirla altro che protesta ....e io pago !
Vedi il profilo di Paolo ignoranza
Paolo
1 Aprile 2015 - 15:08
 
Sig. Alessandro, la sua posizione è frutto dell'ignoranza e del risentimento, due cose che i nostri politici hanno tutto l'interesse di alimentare. In questo modo infatti possono toglierle e toglierci i servizi che, anche se lei sembra non saperlo, ci vengono assicurati dagli enti pubblici come Arpa, ASL ed altri. Continui pure ad alimentare questo tiro al bersaglio sul settore pubblico, troverà sempre chi l'appoggia. Quando poi dovrà pagare il privato il doppio per avere servizi di qualità inferiore non si lamenti.



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

La voce della città
25/01/2017 - "A ma rigòrdi" e AVAP
02/01/2017 - Grazie
11/09/2016 - La Ca' Rùsa
29/08/2016 - "A ma rigòrdi": precisazione
28/08/2016 - Ul Giuàn da Trubàs
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti