Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

POSTE ITALIANE…. COSI’ NON VA

Per una dovuta riflessione, pubblichiamo il testo un volantino sulla situazione delle Poste Italiane che è stato distribuito nei giorni scorsi e che denuncia un assurdo disservizio che, anche a livello locale, sta diventando inarrestabile e che è il frutto di una logica basata nettamente sul profitto.

POSTE ITALIANE…. COSI’  NON VA
.............................
• 30/40 MINUTI IL TEMPO IMPIEGATO IN UN UFFICIO POSTALE PER RICEVERE UN SERVIZIO;
• QUASI OGNI GIORNO UNO SPORTELLO POSTALE NELLA PROVINCIA VIENE CHIUSO PER MANCANZA DI PERSONALE;
• FATTURE, LE BOLLETTE DI ACQUA-GAS-LUCE CONSEGNATE AI CITTADINI GIA’ SCADUTE,
• GIORNALI, SETTIMANALI, RIVISTE IN ABBONAMENTO RECAPITATI IN RITARDO;
• RACCOMANDATE, LETTERE PRIORITARIE, NON ARRIVANO NEI TEMPI PROMESSI DALLA CARTA DELLA QUALITA’ DI POSTE ITALIANE;
• CORRISPONDENZA CONSEGNATA ALL’UTENZA A GIORNI ALTERNI O DOPO ALCUNI GIORNI;

La categoria CGIL-SLC ha aperto in questi giorni un conflitto per denunciare l’insostenibile situazione del servizio alla clientela e le condizioni in cui sono costretti a lavorare i dipendenti di Poste Italiane nel VCO.

• Mancano almeno 20 addetti agli sportelli (circa il 15% del personale previsto), vengono segnalate continue code e disagi, a volte anche scontri tra gli utenti e personale esasperati dalla situazione;
• Sono state cancellate più di 30 zone di recapito negli ultimi anni nel VCO (oltre il 20%) e ingigantiti i territori da servire. I postini non ce la fanno a portare la posta e garantire tutti i nuovi servizi che Poste Italiane offre a cittadini senza la garanzia di organici al completo (scorte comprese !!!).

Per risollevare la grave situazione in cui versa il servizio postale, un servizio che lo Stato a noi tutti Cittadini, proprietari di Poste Italiane, abbiamo il diritto di pretendere, è indispensabile sostituire il personale esodato, collocato in pensione, destinato ai nuovi servizi commerciali, assente per lungo tempo, e la strada è una sola …… ASSUMERE PERSONALE TRA I GIOVANI E I DISOCCUPATI !!!

Recentemente il Prefetto, i Rappresentanti Istituzionali, i Sindaci, le Organizzazioni Sindacali e le Associazioni dei Consumatori si sono resi disponibili ad intraprendere un percorso comune per garantire e rilanciare i servizi postali e a denaro nelle Provincia del VCO, convinti che Poste Italiane debba adempiere al suo obbligo principale: GARANTIRE UN PUBBLICO SERVIZIO.

Dal 5 febbraio al 4 Marzo i dipendenti degli uffici postali scioperano

Astenendosi dallo svolgere le prestazioni oltre il normale orario di lavoro e si scusano fin d’ora con la popolazione per l’eventuale disagio arrecato.

Rilanciamo con forza e determinazione l’iniziativa delle OO.SS. CGIL-CISL-UIL e delle loro categorie a sostegno delle richieste di Cittadini e Lavoratori, ormai da molto tempo inascoltate.



0 commenti  Aggiungi il tuo



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti