Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

Non abbassiamo la guardia

In aumento i costi della gestione rifiuti. La raccolta differenziata non avviene in modo adeguato. L'amministrazione Zacchera si è rivelata inerte in materia. Occorre investire nella sensibilizzazione ciclica.

Non abbassiamo la guardia
Prendiamo spunto delle notizie comparse sulla stampa relative alla relazione annuale del Direttore di ConserVCO che quantifica in 100.000 euro il costo aggiuntivo della gestione dei rifiuti derivante da una scorretta modalità di raccolta differenziata della plastica.
Già da tempo si aveva sentore che qualcosa non funzionava più per il verso giusto, se non altro per la scarsa attenzione riservata dall’amministrazione dimissionaria al capitolo rifiuti: non si ricorda infatti un’azione mirata a mantenere viva la sensibilizzazione dei cittadini per il mantenimento degli standard eccellenti sulla raccolta differenziata; ci si è invece adagiati sugli allori dei vari riconoscimenti ottenuti da Zacchera, a questo punto immeritati, perché frutto del lavoro delle precedenti amministrazioni.
Un’Amministrazione accorta e diligente avrebbe previsto delle forme di divulgazione, sia pur minime viste le elevate performance a cui era giunta in città la pratica della differenziazione.
L’emissione di pieghevoli, l’esposizione di manifesti, le missive ai cittadini (forse più utili di quelle inviate per commentare, ad esempio, la raccolta di firme a favore del cinema Sociale di Pallanza), qualche intervento nelle scuole potevano essere importanti per ricordare ai cittadini le modalità della differenziazione dei rifiuti o l’informazione su formule innovative.
Le buone abitudini vanno coltivate e mantenute vive per evitare la regressione.
Quanta sarebbe costata questa campagna informativa? Qualche centinaia di euro.
Estendiamo queste riflessioni al Commissario Prefettizio, ai Dirigenti e Funzionari Comunali competenti: prima che si debba cominciare tutto da capo,non si potrebbe predisporre qualche iniziativa in merito, così come quelle annunciate per il gioco d’azzardo di cui abbiamo preso atto e che accogliamo con favore?
Un percorso educativo nelle scuole potrebbe addirittura essere immediato e a costo zero, se pensiamo al personale in carico a ConserVco, dopo la chiusura del forno inceneritore, che potrebbe essere impiegato in modo utile nell’ambito della formazione.




1 commento  Aggiungi il tuo

Vedi il profilo di catia smaltimento rifiuti
catia
14 Gennaio 2014 - 13:23
 
Perché non utilizzare cestni a smatimento difderenziato anche nelle strade? Al percorso educativo nelle scuole perché non ipotizzarne uno rivolto a chi chiede la residenza o il permesso di soggiorno?



Aggiungi il tuo commento

Prima di pubblicare un tuo commento assicurati che:

• sia in tema e contribuisca alla discussione
• non abbia contenuto razzista o sessista
• non sia offensivo, calunnioso o diffamante

La redazione si riserva di cancellare qualsiasi contenuto ingiurioso, volgare, illegale o contrario alla policy.

Commenti Se accedi o ti Registri potrai visualizzare il tuo nome e ricevere aggiornamenti quando ci saranno altri commenti



captcha
CAPTCHA: Scrivi il valore visualizzato

×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti