Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

urbanistica

Inserisci quello che vuoi cercare
urbanistica - nei post
Comunicato stampa - 25 Marzo 2017 - 11:17

Il ruolo della minoranza - 23 Gennaio 2017 - 15:26
“Quando la maggioranza sostiene di avere sempre ragione e la minoranza non osa reagire, allora è in pericolo la democrazia.” UMBERTO ECO Forse a Verbania la democrazia non è in pericolo, ma diciamo che una certa crisi è evidente.
Comunicato stampa di fine/inizio anno - 17 Gennaio 2017 - 18:41
abbiamo cercato di essere sintetici, ma le cose da dire sono davvero tante.
Vicenda casa Squassoni, progettazione urbanistica e passaggi di informazioni. - 10 Luglio 2015 - 08:12
Sappiamo davvero tutto della vicenda "casa Squassoni" di Madonna di Campagna, ieri da vendere e oggi da demolire? chi ci guadagna davvero? qual è il progetto urbanistico di quella zona di città?
Commissione urbanistica - 18 Agosto 2014 - 14:58

Verbania e il Decreto del Fare - 26 Agosto 2013 - 15:22

PAGLIUZZA E TRAVE - 17 Giugno 2013 - 16:19

PROGETTARE: PER NOI, PER DOMANI. - 22 Aprile 2013 - 14:06

La politica dell'incomprensibile - 16 Aprile 2013 - 17:57

IL CAMPO DA GOLF E' UN PROBLEMA - 12 Marzo 2013 - 22:21

urbanistica - nei commenti
Verbania e il Decreto del Fare - 27 Agosto 2013 - 09:52
"il fare"
Si, è vero, la recente normativa apre scenari a dir poco preoccupanti anche se, ad onor del vero, non cambierà un gran che: basta guardarsi attorno per provare orrore nel valutare la "qualità edilizia" e le "felici scelte urbanistiche" del più recente periodo (diciamo una quarantina di anni) ancorchè realizzate, col concorso/consenso delle istituite Commissioni (urbanistica, Edilizi, Ambientale), per mano di valenti professionisti (più o meno sempre gli stessi) i quali, liberatisi delle fastidiose procedure, potranno continuare ad esprimere il meglio di sè stessi
PROGETTARE: PER NOI, PER DOMANI. - 22 Aprile 2013 - 14:54
commento
Concordo pienamente. Il rilancio della città non può prescindere dal recupero di un\'identità comunitaria, oggi molto debole. Da molto tempo lo avverto e lo scrivo: Verbania ha bisogno di riscoprire le proprie \"radici vocative\", recuperare la propria identità, ricostruire una vera comunità. Verbania ha bisogno di avere finalmente un\'anima, urbanistica e non, che ad oggi non ha: non comprendere ciò costituirà un errore irriparabile. Perchè non di solo cemento vive una comunità.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO -TAGLIO ALBERI: ALTRA PUNTATA - 25 Giugno 2012 - 14:06
capitale del cemento?
Il regolamento esiste ed era stato pensato per una migliore gestione del verde e per discilpinare anche gli abbattimenti, in epoche in cui questi pareva si effettuassero con troppa disinvoltura. Purtroppo la situazione attuale è di gran lunga peggiorata e il regolamento risulta essere lo strumento più inutile e inapplicato nelle mani del Comune. Sarebbe interessante conoscere il numero di sanzioni emesse per tagli o capitozzature in tutti questi anni, non ne sono certo ma penso sia attorno a zero! Dice bene Sig. Sindaco piantiamo nuovi alberi, ma domandiamoci anche DOVE, dal momento che gli alberi non crescono su asfalto e cemento. Il problema vero, sta nel fatto che la politica urbanistica di questa città si fonda su principi obsoleti basati sulla cementificazione e la realizzazione di "sacri" parcheggi ovunque se ne immagini l'esistenza. Dario Prezioso
ECCELLENZE DI VERBANIA CAPITALE - 11 Giugno 2012 - 07:46
Le promesse....
Cito testualmente dal programma elettorale dell'attuale Sindaco: Seconda linea startegica !!! Il territorio, l'urbanistica, la viabilità.. LE PORTE DELLA CITTA': "le porte della città e i punti notevoli della viabilità, occeoore creare delle scenografie che salutino chi passa (Fondotoce, Beata Giovannina, Imbarcadero di Pallanza, Pallanza c/o Tribunale, Imbarcadero di Intra e Canottieri Intra), dopo oltre tre anni il punto è: rifatta del Tribunale di Pallanza e quella nuova di Corso Mameli... al termine del ponte, per intenderci quella della CAPITALE !! la sola nuova è quella di Corso Cobianchi/Corso Mameli di cui si può dire di tutto tranne che sia coreografica.. per ora mi fermo qui, avremo modo di informarvi ancora in seguito...
SINERGIA - 12 Dicembre 2011 - 08:04
commento
facciamo un esempio: I PORTICI DEL LUNGOLAGO DI PALLANZA. E non mi riferisco a quelli sotto il Palazzo di Città ma quelli degli alberghi. E\' sempre stato un pubblico passaggio, da sempre, tanto che ogni anno vi passava almeno una processione (forse anche per mantenere il diritto) Poi ad un tratto le vetrate, i posti a sedere si sono moltiplicati, i valori anche (e magari per cambiare una finestra o una persiana devi aspettare degli anni perche a Torino, a Verbania, e dove non si sà ci sono dei geni dell\'urbanistica che devono pensare, ponderare, valutare se a renco il grigio topo è meno collocabilie esteticamente del canna di fucile o verde salamandra). Però nessuno protesta, nessuno si indigna se dalla cosa pubblica (il diritto) se ne ricava enorme profitto privato e personale..... mentra siamo tutti pronti all\'indignazione se qualcuno gode di un nascosto, ombroso e umido cortile...... giusto lamentarsi del secondo ma assai sbagliato ignorare il primo..... solo perchè a goderne è un \"potente\".
CI STA - 10 Ottobre 2011 - 19:54
Puntualizzazione per Alessandro
Nel testo sopra riportato si sottolineano le abilità tecnico - professionali di Parachini che lo caratterizzano come amministratore in sé con lo scopo di contrapporlo alla pochezza della Giunta attuale. Si prendono invece le distanze dalla politica urbanistica da lui rappresentata che ha contribuito a deteriorare nel tempo la qualità edilizia e territoriale di Verbania. In virtù di questo trascorso e dei suoi irriverenti trasformismi politici, non ultimo quello fresco di giornata (a proposito del quale anche l’amministrazione non perde occasione per rivelare la sua scarsità di risorse), per quanto ci riguarda non ci sfiora proprio l’idea di individuare nella sua persona un possibile candidato alla poltrona. E giustamente anche i cittadini si appunteranno questa inaffidabilità.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Il dopo elezioni - 20 Giugno 2011 - 08:12
commento
Buongiorno sig.Cangialosi condivido la sua analisi della recente partecipazione alla espressione politica popolare ,converrà con me che di politico esisteva solo( \"solo \" è naturalmente un eufemismo) la partecipazione. Poichè sono parte attiva nel recupero dell\'area Besozzi Benioli che è stato sollecitato dai cittadini che vivono intorno a quell\'area , ma sostenuto e accompagnato da chi ne vede il centro di un\'apertura ed espansione che coinvolga spazi e passaggi indebitamente occupati per rivitalizzare un ridottissimo centro storico vorrei che lei notasse la differenza con il cinema sociale di Pallanza le cui argomentazioni sono state condotte inizialmente per \"disturbo\" politico ed in seguito sostenute da legittime condivisioni partecipative ,che tuttavia nulla hanno a che vedere con un assetto urbanistico da tempo disatteso e compromesso (carcere , ospedale ,aree verdi , orrendi condomini che meriterebbero ,quelli sì di essere demoliti!,) Occorre a mio avviso recuperare la memoria urbanistica di questo paese , ma anche la memoria storica , quella vera , delle attività , delle famiglie , degli insediamenti, che non sta scritta nei libri,ma per chi sa leggerla è scritta nel territorio stesso e nei suoi abitanti
Impressioni su di un Consiglio Comunale - 31 Ottobre 2010 - 14:45
Menzogne
Scrive il signor Bolognesi: \"La variante 18 (così credo si chiami) è stata illustrata dall’Assessore all’urbanistica, che, va detto per chiarezza, fu fra gli estensori del Piano regolatore vigente, quando apparteneva alla parte politica oggi avversa (misteri della coerenza!)\". [b]Non è assolutamente vero: quando venne redatto, discusso ed adottato il vigente Piano Regolatore (1999-2004) Marco Parachini era all\'opposizione.[/b] Scrive ancora il signor Bolognesi: \"Per il Cinema sociale, abbiamo assistito ad un incredibile “mea culpa” dell’Assessore, questo dovrebbe farci ben sperare e servire da lezione, ma, per il momento, sono solo le parole dell’Assessore a certificare che il Cinema sociale rimarrà come sala per scopi culturali. Intanto la variante , che prevede un utilizzo diverso è stata approvata\". [b]Anche questa affermazione non è vera: la Variante adottata non prevede nessun cambio di destinazione d\'uso dell\'immobile Cinema Sociale.[/b] Cari Cittadiniconvoi, con queste reiterate menzogne non fate un bel servizio né alla città, né alla democrazia.
Impressioni su di un Consiglio Comunale - 31 Ottobre 2010 - 11:56
Gruppo di Lavoro
Tigano evidentemente non ricorda che l\'Odg Acetati era stato da me ampiamente illustrato in sedute di Consiglio di aprile e di luglio e poi bocciato dalla maggioranza. L\'altra sera si doveva votare e agire, perchè tutto era già stato detto e argomentato. E proprio il Gruppo di Lavoro, di cui ho chiesto l\'immediata convocazione, potrà essere il luogo ove discutere anche le cose dette da Tigano, che non hanno imbarazzato proprio nessuno. In materia urbanistica imbarazza invece il totale silenzio dei gruppi di maggioranza. Al contrario, il centrosinistra ama discuterne.
Impressioni su di un Consiglio Comunale - 31 Ottobre 2010 - 10:41
Acetati e dubbie solidarietà
Caro Bolognesi, ma ti sei chiesto il perchè ho volutamente votato a favore della richiesta Rolla? Perchè ho avuto la sensazione (forse sbagliata) che dell\'argomento ben pochi avessero la reale intenzione di parlare. Se no che motivo c\'era di perdere tre ora, tre!, in lungaggini (una a carico di Paracchini , e due da parte della sinistra) su argomenti già sviscerati in commissione urbanistica? tutto questo, scusami la volgarità, ha suscitato in me , oltre alla solidarietà verso i dipendenti Acetati, un forte \"incazzatura\". Poi ho detto , credo, cose importanti, che, a parte l\'evidente imbarazzo della minoranza , mi pare nessuno abbia intenzione di analizzare e commentare. Alla faccia dei lavoratori e dei disoccupati! Con Cordialtità e stima.
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti