Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

una verbania possibile

Inserisci quello che vuoi cercare
una verbania possibile - nei post
6 Novembre, la politica ha deciso di non prendere posizione? - 5 Novembre 2017 - 17:26
Siamo molto perplessi e preoccupati da un silenzio che riteniamo pericoloso, la presente è un tentativo in extremis di richiamare la politica ai suoi compiti
Sarebbero altre le dimissioni che vorremmo leggere - 18 Luglio 2017 - 18:29
La nostra sorpresa (positiva) nel leggere delle dimissioni di Monica Abbiati, è superata solo dalla nostra sorpresa (negativa) nell'apprendere che è stata definita dal Sindaco: "assenteista". Ad Abbiati, dal movimento civico "una verbania possibile", un sincero ringraziamento per come ha saputo svolgere il suo ruolo. Abbiati rappresenta il modo di fare politica che avremmo voluto fosse di questa maggioranza.
Interpellanza su area S.Anna/orti civici - 6 Maggio 2017 - 11:18
Ormai è chiaro che sul bilancio partecipato molte cose non hanno funzionato, di seguito una nostra interpellanza in cui chiediamo lumi
Bilancio e livello politico - 23 Febbraio 2017 - 14:41
Le parole del Segretario PD Scalfi in chiusura della serata sul bilancio sono state: “il bilancio è il frutto dell'ascolto dei cittadini". A noi pare evidente che l’ ascolto è stato fatto solo per una parte della città, e ve lo raccontiamo
I nostri emendamenti al bilancio - 13 Febbraio 2017 - 17:29
Non avendo potuto discutere in Commissione, questi sono gli emendamenti che proponiamo
Consiglio comunale 19 Gennaio 2017 - 20 Gennaio 2017 - 20:19

Comunicato stampa di fine/inizio anno - 17 Gennaio 2017 - 18:41
abbiamo cercato di essere sintetici, ma le cose da dire sono davvero tante.
Bando delle periferie, cosa pensano a sinistra del PD - 10 Gennaio 2017 - 09:57
Ecco un comunicato congiunto dei gruppi consiliari a Sinistra del PD. La speranza è che dopo questo ennesimo fallimento della Giunta, la maggioranza inizi davvero un percorso differente da quello fino ad oggi segnato dal Sindaco
Un comunicato stampa congiunto - 2 Dicembre 2016 - 16:27
Oggi "una verbania possibile" , insieme a "Sinistra Unita" e al gruppo misto in Consiglio Comunale, ha inviato un Comunicato alla stampa locale stigmatizzando il comportamento del PD attraverso il suo Capogruppo Tartari e richiamando il Presidente Varini al rispetto del suo ruolo e degli impegni presi
Le prime due interpellanze senza la firma di Bava - 8 Novembre 2016 - 12:03
"una verbania possibile" continua la sua azione politica nel solco sempre tenuto. Dopo l'uscita di Bava dal Consiglio Comunale, non essendoci stata ancora la surroga, le due seguenti interpellanze hanno la sola firma di Brignone, ma come sempre sono state condivise con il gruppo e per tanto testimoniano l'immutato impegno di tutti in favore di correttezza e trasparenza.
una verbania possibile - nei commenti
Sarebbero altre le dimissioni che vorremmo leggere - 25 Luglio 2017 - 17:02
dimissioni della dott.Monica Abbiati
Concordo con l'opinione espressa dal movimento una verbania possibile - ritengo che l'assessore dimissionaria abbia dato un'impronta nuova e di grande valore all'assessorato assegnatole - ha operato con grande competenza ed entusiasmo ,adottando uno stile moderno ed aperto , con scelte molto apprezzate dai cittadini di verbania di tutte le età . Il legame con la regione Lombardia è stato un valore in più in quanto ha contribuito a stringere un rapporto più stretto e costruttivo con un territorio confinante con il quale abbiamo molto in comune . Ritengo che la presenza di un assessore debba essere valutata in base alla qualità del suo lavoro più che al presenzialismo non sempre indispensabile.
Comunicato stampa - 13 Novembre 2015 - 19:44
ben venga il dialogo
Non sempre ci sono le condizioni per renderlo possibile. Ma ben venga il dialogo ed il confronto aperto ad una condivisione che deve essere confermata nel tempo e nei fatti. Reciproche diffidenze, gli immancabili pre-giudizi, qualche personalismo di troppo, concezioni e ruoli differenti, possono scavare solchi. Per una città "piccola" come verbania occorre anche dialogare per recuperare una stima reciproca - anche a livello personale - per provare ad analizzare, discutere e condividere scelte che segneranno la qualità della vita dei verbanesi ed anche di coloro che risiedono in "collina" od in comuni limitrofi ma che dipendono da verbania per i servizi essenziali. Il futuro assetto sanitario, l'istruzione dei propri figli, la viabilità ed i trasporti, le opportunità occupazionali, le attività commerciali e quelle legate allo svago ed ad una offerta culturale adeguata - ed altro ancora - nel loro insieme determinano appunto il grado per garantire una qualità che esiste, che va difesa e che può essere migliorata attraverso i positivi segnali richiamati nel comunicato stampa. Camminando s'apre cammino.
Interpellanze consiliari e Ordini del giorno - 15 Febbraio 2015 - 15:22
Aree degradate
van bene i marciapiedi, gli alberi e quant'altro ma, quando si risolverà il problema stazione e quando si affronterà il risanamento delle acque putrescenti del canale che collega il lago di Mergozzo con il lago Maggiore? Fanno parte o no di una verbania ........possibile?
Non ce la raccontano giusta... - 10 Luglio 2014 - 11:33
convenzione ASSOCIAZIONE AMICI DEGLI ANIMALI
A scopo di evitare equivoci ed una interpretazione falsata in merito al motivo per cui è stata sottoscritta la convenzione fra il Comune di verbania e l'Associazione amici degli animali onlus, ritengo opportuno puntualizzare che, grazie a tale convenzione, all'associazione è riconosciuta: - la gestione dell'affidamento, pre-affido e post-affido dei cani; - la gestione dell'attività ludica e benefica, allo scopo di introitare somme da utilizzare per il benessere dei cani - incasso delle tessere da parte dei soci dell'associazione, che dovrà munirsi di idonea assicurazione - garantire lo sgambamento di tutti i cani e la relativa rotazione, utilizzando gli spazi antistanti il canile, che sarà oggetto di intervento manutentivo da parte dei volontari - i volontari potranno accedere all'interno del canile 7 gg. su 7, alla presenza di almeno un dipendente, al fine di poter garantire l'accoglienza e l'uscita dei cani a rotazione, muniti di un adeguato riconoscimento. - i volontari risponderanno del proprio operato esclusivamente nei confronti del Presidente dell'Associazione, con espresso veto di qualunque interferenza da parte dell'Adigest srl. E' stata istituita una commissione tecnico-consultiva composta da quattro membri: un membro dell'Associazione, uno del Comune di verbania, uno dell'ASL VCO ed uno dal veterinario convenzionato. Tale commissione avrà funzioni di monitoraggio sulla gestione e potrà proporre soluzioni migliorative al servizio, con impegno a relazionare il Comune. Il gestore dovrà garantire la qualità del cibo offerto ai cani, attenendosi alle indicazioni del veterinario locale, ai fini della salvaguardia del benessere e della salute del cane. L'insediamento di tale commissione è prevista per il 10.7.14 alle ore 17.00= L'associazione riconosce come unico interlocutore il Comune di verbania, che ne garantisce la presenza presso il canile come ente protettore degli animali, il cui unico obiettivo è quello di garantire il benessere dei cani ospiti. L'associazione risponderà del proprio operato unicamente nei confronti del Comune di verbania. All'associazione viene messo a disposizione un locale che sarà adibito ad ufficio, al fine di rendere possibile l'espletamento delle funzioni assegnate, nell'interesse della salute e del benessere dei cani ospiti del canile. Sono stati messi a disposizione, altresì, n.3 box che verranno utilizzati dall'Associazione per ospitare dei cani, in casi di emergenza. Questo in sintesi è il contenuto della convenzione stipulata il 1.7.14 fra il presidente dell'Associazione, il sindaco di verbania e la soc. Adigest srl. E' evidente che il contenuto di tale convenzione prescinde da qualsiasi altra questione di carattere legale, che ovviamente seguiranno il naturale corso, attesa la contestazione circa la legittimità della determina dirigenziale. Tale convenzione aveva ed ha lo scopo di garantire la presenza dell'Associazione all'interno del canile per garantire l'espletamento delle sue funzioni specifiche e quindi tutelare e garantire il benessere e la salute dei cani. Se non vi fosse stata tale convenzione, l'associazione non avrebbe potuto accedere al canile e quindi non avrebbe potuto monitorare la situazione. Al riguardo vi è da precisare che i cani sono stati mantenuti dall'Associazione dal 1.7 al 4.7.14 ed ancora oggi il cibo umido viene fornito dalla stessa, in quanto la soc. Adigest ha fornito solo mangime secco. Anche i medicinali sono forniti dall'associazione. Del resto il nostro scopo è quello di attuare e mantenere il rifugio del cane, creato tanti e tanti anni fa da persone che credevano nella tutela degli animali e da tanti volontari che sacrificano tempo e denaro per tali ideali.
SQUILLA IL TELEFONO - 17 Aprile 2014 - 17:31
A patrizia
Da parte nostra c'è l'impegno di essere a disposizione della città per una futura amministrazione che possa occuparsi di quanto lei evidenzia. Da dieci mesi stiamo valutando e meditando sulle miserie che stanno facendo di verbania una città sempre più povera. Sul nostro programma potrà trovare idee per "una verbania possibile". Venga anche lei a lavorare con noi: magari qualcosa cambierà.
La crisi e il commercio locale - 21 Marzo 2014 - 09:56
i commercianti
mi permetto di fare presente un altro punto di vista : i negozi di verbania cosa vendono ? su 10 negozi, 8 vendono abbigliamento tra abiti , biancheria ed accessori, passeggiare nella ruga di Intra è una noia mortale tra mutande e canottiere, san fabiano idem . Che provassero ad offrire qualcosa di più utile ed interessante e vario .Di questi tempi forse si sceglie come spendere e di vestiti della festa ne servono meno. Insomma, guardiamo questa offerta dei commercianti e guardiamo la possibile domanda locale ed estera magari qualche idea viene in mente.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - CATTIVA COSCIENZA? - 27 Maggio 2013 - 08:07
verbania ha cambiato aspetto
Sembrerebbe solo un'impressione vaga, quasi un malessere, ma è realtà: l'aspetto della Città è cambiato; si scorgono prospettive prima mai viste, angoli di paesaggio urbano che rimanevano celati, in parte a causa del tornado, molto perché le persone hanno avuto paura e hanno approfittato dell'occasione per abbattere gli alberi più importanti dei loro (nostri) giardini. Ora quelle persone sono certe che non potranno più creare grane. Naturalmente il Comune ha dato l'esempio a tutti, dimostrando di non avere a cuore il verde pubblico come elemento fondamentale del paesaggio di una bella città lacustre e insostituibile elemento determinante della qualità e dello stile di vita. E il depauperamento prosegue senza sosta. Come sia possibile permettere l'abbattimento continuo dei nostri alberi mi è oscuro, perché non conosco il regolamento comunale. Sono certa però che la scappatoia sia il mantra che dopo il tornado erano diventati instabili e pericolantissimi. Di fatto questa pericolosità, seguita da sacrosanto taglio, andrebbe certificata dall'esperto perché, se qualche albero rimasto in piedi ha avuto le radici smosse dalla furia del vento, altri sono (erano) ancora ben saldi sul terreno e andrebbero tenuti (sarebbero dovuti essere tenuti) carissimi. Così non è (non è stato. Purtroppo anche questo drastico mutamento del paesaggio va annoverato tra le brutture dell'orrido momento che stiamo attraversando. Quanto lontani sono i tempi in cui si faceva a gara tra le amministrazioni e i cittadini a chi introduceva nei parchi e nei giardini pubblici e privati gli alberi più belli, più rari, più interessanti.... Si dirà che non è più un clima da alberi alti: tranquilli, me l'hanno già detto i due boscaioli che volevano abbattere la mia povera magnolia e il mio povero platano adesso strapelati, ma ancora saldi sulle loro strepitose fondamenta. Invece sono stati sradicati, sempre qui da me, altri dieci alberi più giovani e meno nobili, ma assai più adatti a piccoli giardini.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - PARCO GIOCHI DA BRIVIDO - 22 Aprile 2013 - 16:07
noi ci siamo
Buongiorno il parco Alpi Giulie è costantemente oggetto di attenzione per il Quartiere e controllato da un cittadino che GRATUITAMENTE lo custodisce come fosse il suo giardino, le pulizie vengono eseguite costantemente come pure il taglio verde . E’ stata posizionata una rete molto alta a protezione delle macchine e cittadini che transitano sulla strada. Nel mese di maggio è stato previsto e concordato in collaborazione Quartiere Intra e C C dei ragazzi la posa di nuove reti per il campo di calcio,dipingere i giochi e i cancelli e la posa di ulteriore cestini oltre ai due già presenti. La fontanella che perdeva è stata chiusa per il periodo invernale .E’ stata poi cambiata la serratura del bagno che è stato ridipinto all’interno oltre che all’esterno . Sono sempre grata ai cittadini che fanno le segnalazioni e contrariamente alla mia abitudine sono con questa mia precisazione a esplicitare quanto l’attenzione da parte del consiglio di quartiere non cessa mai neanche in questo momento di incertezze per verbania Sul sito del comune oltre a leggere i verbali dei lavori del consiglio di quartiere di Intra è possibile leggere anche i lavori della commissione partecipazione dei Presidenti di tutti quartieri. Loredana bazzacchi presidente quartiere intra
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - DOVE PORTO FIDO? - 29 Agosto 2012 - 18:48
Capisco ma approvo la decisione comunale
Parlo da non padrone di cane , ma da azzanato all\'avvanbraccio , \"ma il cane non fa niente\" , frase di rito piu\' volte sentita che mi fa inca**are come una bestia , un anno per recuperare l\'uso della mano senza aver dolori , il problema non sono i cani , ma la malaeducazione di molti padroni , si parla di regolamento dove c\'è l\'obbligo di museruola , mai visto un cane in verbania anche di grossa taglia con la museruola , non dimentichiamo che il parco giochi di Trobaso alla sera veniva chiuso per evitare che portassero a sgambare i cani che lasciavano il loro bel regalo e a quanto pare la cosa veniva fatta in altri parchi dove possibile la chiusura. Ho visto nella zona sgambatura cani della biblioteca cani di piccola taglia dentro la zona e cani di grossa taglia liberi di correre nel parco. Ora giusto e sacrosanto lamentarsi è vero che ci sono padroni responsabili , ma a mio avviso la maggioranza non sa neppure come si deve tenere un cane e guarda caso questi sono sempre cani grossi e aggressivi , quindi ben venga il divieto ai cani , anche se per dirla tutta il divieto andrebbe fatto ai padroni.
GRAFFITARI O IMBRATTATORI? - 20 Agosto 2012 - 10:03
Braccano
Sono stato a Braccano proprio questa primavera, simpatico paesino composto da una manciata di case sulle colline marchigiane. E quasi ogni casa presenta una "graffito" fatto da veri e propri artisti (alcuni dell'accademia di Brera). E' vero, è un'attrazione turistica, ma mi chiedo se veramente verbania necessiti di un intervento simile, visto che sarebbe (condizionale d'obbligo se fosse mantenuta tale) una città d'attrazione turistica anche senza i graffiti. Bisogna poi distinguere anche tra i graffiti artistici e tra gli scarabocchi ("tag") fatti a caso su un muro solo per il gusto di lasciare il segno del proprio passaggio. Si sa, senza un adeguato controllo i vandali e i delinquenti fanno quello che vogliono, ma a quanto pare l'unica arma a disposizione del nostro sindaco è il potente richiamo al senso civico... e di questo richiamo ne possiamo vedere tutti gli effetti proprio sulla nostra città. Per quanto riguarda Santa Marta, sono d'accordissimo con l'autore, magari sarebbe stato possibile sfruttare in tal senso i fondi del PISU, invece di destinarli alla costruzione del colosso fronte lago... ma si sa, una semplice riqualificazione non fa scena, molto meglio un maestoso teatro che legherà il nome di chi l'ha costruito per decenni...
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti