Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

sostenibilità

Inserisci quello che vuoi cercare
sostenibilità - nei post
Comunicato stampa di fine/inizio anno - 17 Gennaio 2017 - 18:41
abbiamo cercato di essere sintetici, ma le cose da dire sono davvero tante.
Chi Eravamo - 5 Luglio 2014 - 00:56

Terra FESTA DI VERBANIA CITTA' SOLIDALE - 25 Giugno 2014 - 18:20
Parco di Madonna di Campagna viale Azari 115, Verbania (VB)
Responso felino - 1 Giugno 2014 - 20:04

Elezioni 2014: Cittadini Con Voi - 20 Aprile 2014 - 10:36

Maratonda - Circolo ARCI - Tobaso - 14 Novembre 2013 - 11:46
Un circolo di musica, cultura, idee, cibo, sostenibilità... per un'economia solidale
Pluralismo di idee per la Verbania di domani - 24 Ottobre 2013 - 11:44
Città Giardino: dai parchi alla valorizzazione del territorio. Molteplici gli spunti di riflessione, anche sulla aree industriali dismesse.
Un nuovo progetto per Verbania con Carlo Bava Sindaco. - 25 Luglio 2013 - 23:19
Si è costituito un movimento civico composto da cittadini che da tempo stanno lavorando sul territorio, ad un progetto per una Verbania alternativa, centrata sulla qualità della vita dei suoi cittadini, su una più qualificata e trasparente azione degli amministratori e su un più attento uso della risorsa ambientale in chiave lavorativa e conservativa.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - UNA TAV CHIAMATA CEM - 21 Marzo 2013 - 16:05

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - CI SAREMMO ASPETTATI... - 21 Marzo 2013 - 15:57

sostenibilità - nei commenti
CASA CERETTI - 25 Aprile 2015 - 11:50
Casa Ceretti
Le parole di Livio (poeta della nostra memoria storica) impone a tutti noi una riflessione. Salvaguardare e valorizzare il presidio culturale di casa Ceretti è un obiettivo ed una sfida - specie dal punto di vista della sostenibilità economica - che vale la pena di essere condivisa da tutti coloro i quali, in questi anni, si sono innamorati di questo luogo ed hanno collaborato - attraverso eventi, mostre e laboratori di grande rilevanza culturale - a far crescere e realizzare il sogno di Elide Ceretti, generosa benefattrice ed artista - anche in questa stagione difficile, ed avendo grandi riscontri come in occasione della mostra in corso - "Tempo di Lupi" la storia di un ritorno - inaugurata sabato 18 aprile e che vi invito a visitare (apertura: venerdì, sabato domenica e festivi dalle 10.00/13.00 e 15.00/18.30). Dite la vostra e buon XXV Aprile a tutti.
Cinema Sociale: Il Comitato rilancia !! - 30 Novembre 2010 - 10:43
Precisazioni utili alla concretezza
Mi pare sia utile qualche precisazione in merito alla riunione cui sono stato invitato il 17 novembre dall’assessore Parachini, come citato nel pezzo di cui sopra. - il sottoscritto e Pier Carlo Ottoni non sono rappresentanti di Cinelandia che è azienda di Cantù che, tra il resto, ha in gestione la multisala di Intra. Siamo stati invitati in quanto, rispettivamente, consigliere e presidente di Digima, azienda del Gruppo CO-VER che distribuisce nuove tecnologie e moderni contenuti per sale ‘cinematografiche’ digitali; l’invito era motivato anche dalla sensibilità mostrata con la passata amministrazione, verso la quale abbiamo in diverse occasioni fatto proposte in tema analogo a questo, poi rimaste, purtroppo, senza esiti collaborativi e costruttivi - alla riunione era presente anche l’architetto Maurizio Forella che ha curato la realizzazione della multisala Cinelandia; questi ha offerto diversi contributi preziosi per ipotizzare un progetto concreto a Pallanza - il cineforum era ben rappresentato, oltre che da Paolo Sulas, anche da Eugenio D’Andrea - non ho inteso che la proprietà dell\'immobile ha proposto uno spazio per realizzare una sala da 150 posti, ma che l’amministrazione ha richiesto alla proprietà – che ha, appunto, una libera e legittima titolarità dell’immobile – di concedere uno spazio a uso pubblico in proprietà al Comune nel quadro di una convenzione tutta da costruire - nel corso della riunione non sono stati fatti riferimenti al teatro come progetto antitetico a questo. L’assessore Parachini ha comunicato che l’amministrazione comunale non può gestire direttamente un ipotetico cinema ex novo a Pallanza, quindi sono indispensabili offerte di responsabilità in tal senso - tutti i presenti hanno convenuto che è necessario comunque aggiornare i criteri quantitativi e qualitativi di un’ipotetica sala cinema: 150 posti sono corrispondenti, oggi, a una sala medio grande; per questo anche l’organizzazione del cineforum, basilare per una futura sala, va ripensata e armonizzata a questa - il punto focale, quindi, è lavorare a una sostenibilità del progetto gestionale di una futura sala a Pallanza che merita uno studio economico – che stiamo in via volontaria e collaborativa abbozzando con gli amici del cineforum – in vista di una definizione più precisa di quanto si vuole e si può realizzare in piazza Gramsci. Per il resto, nel resoconto del vostro blog, mi pare di cogliere una vivace energia oppositiva e immaginativa, certo utili alla democrazia, che meritano però anche di un buon senso progettuale che pure si è molto apprezzato nel corso della riunione in Comune sotto lo stimolo dell’assessore Marco Parachini. Giorgio Scroffernecher
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti