Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

prezzo

Inserisci quello che vuoi cercare
prezzo - nei post
Interpellanza sul canile di Verbania - 8 Dicembre 2016 - 11:14
In attesa che finalmente si concluda la vicenda del canile di Verbania, che ha raggiunto a nostro parere livelli incredibili di personalismi illogici, proponiamo la nostra interpellanza all'Amministrazione
Piccole riflessioni comparative - 29 Marzo 2015 - 18:59
di Livio Serafini
9802,70 euro buttati - 18 Marzo 2015 - 14:43
Il prezzo dell'arroganza del potere esercitato d'autorità oggi è questo, domani chissà?
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Gli scheletri sulla città - 26 Febbraio 2014 - 15:00
di Giuseppe Cangialosi
Un nuovo progetto per Verbania con Carlo Bava Sindaco. - 25 Luglio 2013 - 23:19
Si è costituito un movimento civico composto da cittadini che da tempo stanno lavorando sul territorio, ad un progetto per una Verbania alternativa, centrata sulla qualità della vita dei suoi cittadini, su una più qualificata e trasparente azione degli amministratori e su un più attento uso della risorsa ambientale in chiave lavorativa e conservativa.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - CATTIVA COSCIENZA? - 20 Maggio 2013 - 13:08

SATURAZIONE DA SPOT - 4 Dicembre 2012 - 23:08

CI AVEVANO PROMESSO 4...! - 9 Ottobre 2012 - 12:53

DICHIARAZIONI - 30 Agosto 2012 - 20:05

A MISURA DI TURISTA - 22 Agosto 2011 - 21:34

prezzo - nei commenti
La crisi e il commercio locale - 26 Marzo 2014 - 00:02
turismo e commercio
Un consiglio ai commercianti verbanesi, orario estivo con apertura a scelta ma chiusura alle ore 23.00. I turisti e noi indigeni , dopo cena potremo passeggiare e fare acquisti in una citta' in linea con tutte le realta' turistiche. Consiglio vivamente un giro sugli altri laghi. Pienamente d'accordo con l'annuncio funebre, Verbania e' morta anche per colpa vostra. A parte rare eccezioni, troviamo pessimo rapporto qualita' prezzo, cortesia sconosciuta e simpatia tipo gatto attaccato ai maroni. Discorso a parte i ristoratori, dopo le 21.30 cucine chiuse...ma nemmeno a Cinisello Balsamo son messi cosi male.
Rifiuti in città - 17 Gennaio 2014 - 18:17
Rosy ha ragione
Ridurre i consumi. Un grosso intervento a favore della politica dei rifiuti deve essere anche quello della loro riduzione a monte. Di tanti sacchetti, imballaggi, involucri, ecc se ne può fare a meno, ma ormai siamo arrivati all'esagerazione. Quando si torna dalla spesa si riempie una pattumiera di vaschette di plastica, sacchetti e sacchettini, contenitori di vario genere...per un etto di prosciutto in certi supermercati ti rifilano mezzo metro di alluminio, oltre al resto...per due etti di ricotta ci vanno la pellicola di cellophane, la vaschetta di plastica, l'alluminio per avvolgerla, il sacchetto di carta su cui apporre il prezzo... Anche se si chiede di ridurre il tutto, o di mettere salumi e formaggi nello stesso sacchetto, c'è il rifiuto perché l'indirizzo commerciale non lo permette.
RISERVA DI FONDOTOCE. E GIU' CEMENTO - 26 Febbraio 2013 - 17:57
Fondotoce
[color=purple][/color] Sono esterrefatto! In certi casi è sufficiente spostare una foglia per promuovere un finimondo di proteste, in questo caso di Fondotoce, tutti (o quasi) fanno finta di non vedere. I campeggi, rissicchiando una ...concessione alla volta, si sono appropriati di tutto il fronte lago e ora, non potendo più espandarsi in orizzontale, dalla foto risulta che stanno espandendosi in verticale. Poi salta fuori un altro campo da golf, oltre quello che è a ridosso della stazione. Quindi non ne basta uno ce ne vogliono due: per cosa farne ? per soddisfare chi? a quale prezzo? Cosa fanno gli ambientalisti? Va tutto bene per loro o hanno cambiato professione? Cosa fa l\'opposizione: al Comune, alla Provincia, alla Regione? Bla,Bla,Bla! O dobbiamo invocare anche qui Grillo perchè li mandi tutti a casa? Non ho altro da dire: sono veramente sdegnato. Giuseppe Federici
CENTRO EVENTI: DUBBI SU DUBBI - 28 Novembre 2011 - 14:55
commento
Il Sindaco ha sempre la capacità di stupirmi...Proprio per non apparire \"bastian contrario per forza\", ho posto al primo cittadino interrogativi e dubbi concreti: di risposte \"puntuali e convincenti\" ai quesiti esposti, non ne ho visto traccia, nè al Consiglio Comunale, nè tantomeno alla seduta plenaria delle Commissioni Consiliari. Questo va detto, per onestà e verità. La Sua replica, signor Sindaco, è stato un accorato appello ad accettare questo progetto, a credere ne futuro, che è ben altra cosa dall\'aver fornito risposte convincenti ai leciti e sereni quesiti posti, peraltro ponendosi nelle vesti di un comune cittadino. Quanto costa il prezzo d\'una risposta precisa ad ogni interrogativo posto? E\' così faticoso?
MILIONI,MILIONI,MILIONI... - 7 Novembre 2011 - 09:05
commento
Ad immagine e somiglianza del loro padrone, i difensori ad oltranza in servizio permanente attivo, continuano a \"menar il can per l\'aia\"senza dare risposte esaustive,in questo caso per manifesta incapacità,lasciando le legittime domande e dubbi dei cittadini sulla questione squisitamente economica inevase e quindi\"repetita iuvant\"si chiede se nel prezzo\"chiavi in mano\"è compresa la buonauscita dell\'attuale gestore e i parcheggi auto,perchè su quello che si farà all\'interno della struttura polivalente lo hanno capito anche quelli del Mato Grosso.
MILIONI,MILIONI,MILIONI... - 5 Novembre 2011 - 11:08
commento
Vorrei conoscere anche se nel prezzo \"chiavi in mano\" sono compresi gli arredi (poltroncine, palco, scenogrfie, impianto luci palcoscenico, lampadari, ecc.) che viste le dimensioni non sono cose da poco.
MILIONI,MILIONI,MILIONI... - 5 Novembre 2011 - 09:02
commento
Oh che bella notizia..ci saranno dei nuovi ristoranti..meno male perchè essendo perennemente pieni,almeno avremo qualche possibilità in piu\' per andare fuori a cena o a pranzo! Le domande che si pone Minocci sono anche le mie:a quanto ammonta la \"buonauscita\"dell\'attuale gestore, e aggiungo nel prezzo \"chiavi in mano\"sono contemplati anche i parcheggi o le auto le dovremo lasciare in Piazza(parcheggio)F.lli Bandiera e dintorni?
NON È IL CASO - 27 Ottobre 2011 - 08:19
commento
L\'unica legge che regola la vita dell\'uomo è il denaro! Guadagnare sempre e comunque e a qualsiasi prezzo,ma a volte, il piu\' delle volte, il prezzo sono vite umane, e solo in quel momento, e solo per un momento, si versano lacrime di coccodrillo per poi ricominciare. Certo anche la pulizia delle caditoie, delle cunette,la dragatura dei fiumi puo\' contribuire a farci dormire sonni tranquilli..ma costano!
LA COCCARDA RINNEGATA - 17 Marzo 2011 - 19:15
commento
Ho letto solo questa sera i commenti sull\'omaggio della piccola coccarda tricolore che ho voluto fare ai membri della Giunta e a tutti i consiglieri il 7 marzo per ricordare il 150\' dell\'unità d\'Italia. Vi ringrazio tantissimo. Ringrazio anche i miei genitori che mi hanno insegnato il rispetto e l\'amore per la nostra patria e gli studi che ho fatto e che mi hanno permesso di conoscere la storia del nostro paese. Probabilmente non tutti sanno che il Sud ha pagato un prezzo altissimo per il Risorgimento italiano e ha dato in denaro , in vite umane ,in braccia da lavoro infinitamente di più di quello che ha ricevuto in cambio... moltissimi libri di storia hanno omesso o sorvolato su tanti cruenti episodi,battaglie e umiliazioni.la questione meridionale esplode in seguito all\'unificazione...ma che cosa sarebbe l\'Italia senza la Sicilia ? Senza la valle dei templi di Agrigento, senza Taormina ,la Cappella Palatina di Palermo, il duomo di Monreale,Capri, Ischia... La sera del 7 marzo al Consiglio Comunale ero molto emozionata e mi sono sentita orgogliosa di essere italiana fra italiani.Tutti insieme per fare con amore il nostro dovere come amministratori di questa città e dell\'Italia tutta. E se qualcuno non condivide non sa che cosa si perde...Grazie ancora Maria Canale
CINEMA SOCIALE - petizione popolare - 25 Ottobre 2010 - 10:12
Proviamo a salvare il vecchio Sociale
Sono uno dei 630 abbonati al cineforum che si tiene al Teatro Sociale di Pallanza il martedì ed il giovedì. Francamente, pur avendo già avuto notizie in merito, martedì 19 ottobre ho ascoltato l\'introdzuone fatta da una organizzatrice della rassegna e per poco non mi rovinavo la serata. L\'amarezza per un altro pezzo di storia di questa città che si smarrisce, e non è soltanto nostalgia (c\'è un pizzico anche di quella) ma disappunto e l\'enensima conferma che la cultura (e gli spazi per mandarla in scena) è in questa città vittima di una persistente e paurosa indifferenza. Sociale a Intra, Vip (ex. Impero) ora riaperto con le nuove sale, Ariston, Apollo e adesso anche il vecchio glorioso Cinema Teatro Sociale di Pallanza. Non è soltanto una questione di cineforum (che però conta centinaia di iscritti che per 15 giorni a stagione vanno al cinema) ma dietro a questa nuova regressione di spazi culturali si nascondono tante componenti. La crisi delle sale cinematografiche è ben nota a tutti come sono noti i motivi, e forse proprio la novità intrese della multisala ha accelerato questa situazione. Ciò non toglie che, in attesa del nuovo Grande Teatro, l\'assenza di spazi adeguati teatrali e cinematografici si spalanca e diventa una voragine per tutta la città. Bene ha fatto Cannobio a costruire un nuovo Teatro, moderno, a misura di quella cittadina, e nel quale oggi si svolgono tantissme iniziative. A Verbania si chiude il presente e si progetta per il futuro. Ma c\'è un presente (che si annuncia per nulla breve) da vivere, per tutti coloro (e non sono pochi eletti) che vogliono ancora schiodarsi da divani e televisori per recarsi a Pallanza. Quale valore possiamo dare al grande schermo, alla condivisione con gli altri che gremiscono la sala,ai commenti sussurati, alla commozione o alla risata liberatoria che circola come energia tra i presenti, ai piccoli istanti ma partecipativi momenti di incontro prima e dopo gli spettacoli ? Hanno un prezzo ? Il tutto poi assaporando film che di rado troviamo sulle comuni reti (qualcosa su Sky) troppo impegnate a depistare la cultura, le emozioni, i valori reali essendosi svenduti alla tivù commerciale, ai plastici di Porta a Porta. Forse è il momento che un po\' tutti si facciano carico di questa necessità: investire nella cultura. Per Tutti intendo le Istituzioni, le Associazioni, i Cittadini e tutti coloro che non vogliono assistere ad un ulteriore impoverimento. Con la cultura non si mangia, ma si cresce e si rischia di essere un po\' più felici. Siamo disposti a correre questo ...rischio ? PAOLO
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti