Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

piazza mercato

Inserisci quello che vuoi cercare
piazza mercato - nei post
"Parcheggio diffuso"? Interpellanza. - 3 Luglio 2018 - 14:05
Ma il piano parcheggi???
Un interpellanza su piazza mercato - 7 Dicembre 2017 - 17:45
malgrado non ci siano i soldi le cose proseguono, conseguentemente chiediamo conto di come stiano realmente le cose, ricordando che il costoso intervento sarà solo su parte della piazza...
Baracùn - 26 Gennaio 2016 - 00:25
di Livio Serafini
Aggiornamento date banchetti - 16 Dicembre 2015 - 15:41
Una Verbania Possibile sostiene il comitato per il Referendum contro la privatizzazione del forno crematorio
Aggiornamento date banchetti - 7 Dicembre 2015 - 11:42
Una Verbania Possibile sostiene il comitato per il referendum contro la privatizzazione del forno crematorio
Turismo, anche su questo tema si dovrebbe ascoltare di più - 13 Marzo 2015 - 14:27
Ingressi a Villa Taranto e ufficio turistico
piazza mercato e un progetto partecipato - 27 Gennaio 2015 - 16:08
Scritto da administrator
Ex Camera del Lavoro addio! - 10 Dicembre 2014 - 14:21
di Livio Serafini
Ordine del Giorno Consiglio Comunale - 11 Novembre 2014 - 10:16
Richiesta tavolo di lavoro per piazza mercato
Fusse che fusse la volta bbona ! - 15 Ottobre 2014 - 18:13
di Livio Serafini
piazza mercato - nei commenti
Ordine del Giorno Consiglio Comunale - 12 Novembre 2014 - 17:57
Riqualificazione "Sassonia"
Sono decenni che si parla di riqualificazione della località "sassonia" per renderla parte integrante, viva e partecipe della vita della città. Ora ci risiamo. Ma prima di addentrarsi in immaginabili contrapposizioni, siamo sicuri che ci sono i fondi necessari e fino a quale limite ci si può spingere? Perché un conto è andare sul concreto ed altro ...sognare..!! Come primo pensiero mi viene in mente: e il mercato dove si farà? vista la sua notoria importanza caratteristica, e le autovetture che il progresso ce ne ha donato in abbondanza, dove parcheggieranno? Si dirà cosa c'entra ciò con la riqualificazione della piazza (già piazza d'armi del Battaglione Intra) ma, bisognerà pur pensarci se non si vuole, come si suol dire; "spogliamo un altare per vestirne un altro" Buon lavoro e cordiali saluti.
PERCHE' NON VERRO' A BREGENZ - 24 Settembre 2012 - 09:24
Un\'altra bella gita
Tanti cittadini di Verbania vorrebbero fare un\'altra bella gita. Una gita semplice, non complicata, una gita che è nel loro diritto di cittadini, un diritto che spesso è usurpato da politici che pensano di essere illuminati e al disopra di tutto.La città di Verbania non è del sindaco ma dei cittadini di Verbania, di tutti i cittadini. Il sindaco è stato eletto anche grazie alla campagna elettorale contro il teatro in piazza mercato, quindi, a maggior ragione, questo cambiamento di indirizzo avrebbe bisogno di una conferma da parte dei verbanesi. La gita che tanti vorrebbero fare è nella democrazia: chiedere ai verbanesi se vogliono la costruzione del CEM in riva al lago oppure no.Mi sembra tutto molto semplice.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza - 6 Agosto 2012 - 16:04
Il sindaco ha forse paura di un referund sul CEM?
Se esistono dubbi sulla volonta dei cittadini Consultiamoli! Cercare di definire gli oltre 3000 firmatari del comitato come "fantomatici" o "anonimi" è una vecchia prassi politica di negazione della democrazia. Chi ha firmato ha chiaro in testa che non vuole cemetificazioni di un'area ambientalmente rilevante idonea per un progetto di lake park che colleghi con un percorso verde Intra a Pallanza attraverso Arena, biblioteca,villa Taranto,villa San Remigio,il percorso pedonale dell'Eden .Considera il progetto CEM una spesa di soldi pubblici non adeguata alle necessità locali che rischia di divenire un problema gestionale ed un indebitamento rilevante.Molto più idoneo per la qualità di vita dei cittadini,dei centri stori urbani e dei turisti degli alberghi la ristrutturazione del Teatro Sociale di Pallanza e la riqualificazione della piazza mercato. ...E con meno indebitamenti e costi lasciati alle future generazioni.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza - 6 Agosto 2012 - 11:43
punti di vista motivati non pregiudizi
Gli anonimi cittadini , in democrazia, nelle cose che li riguardano devono dare il loro parere.La costruzione del CEM, considerati i soldi da spendere adesso e in futuro, poichè non sono i soldi del sindaco ma della comunitù hanno diritto a dire la loro Questo non mi sembra un parere preconcetto. La lettera del comitato antiCEM eleca tutta una serie di punti precisi per motivare il no e non mi pare che dica che è contro perchè il sindaco è a favore. A tal proposito rinvio al commento molto appropriato fatto al riguardo dal Sig. Luca Scolari http://www.vcoazzurranews.tv/index.php/news-menu-2/politicamenu/6202-scolari-zacchera-imprenditore-investirebbe-sul-teatro. Per ultimo dato che il sindaco è diventato tale anche in conseguenza di una campagna elettorale contro il teatro in piazza mercato, questo lo obbligherebbe moralmente, secondo il mio parere, a consultare di nuovo gli anonimi cittadini. Il CEM non è il teatro; è un'opera molto più impegnativa; e quindi l'obbligo della consultazione è ancora maggiore.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Dal Comitato pro Arena e Cinema Sociale di Pallanza - 6 Agosto 2012 - 06:19
Promemoria....
Il Comitato per la difesa e la valorizzazione del Cine Teatro Sociale di Pallanza" Indice la seguente petizione: I sottoscritti cittadini del Comune di Verbania chiedono alla Amministrazione comunale della propria Città: 1) Di recedere dal progetto di costruzione (Arroyo 2) del Teatro Civico in zona Arena. Il progetto in questione appare sovradimensionato rispetto alle esigenze cittadine, eccessivamente oneroso in termini di costi economici realizzativi e di gestione, impattante dal punto di vista ambientale; 2) Di intraprendere gli atti progettuali ed amministrativi per realizzare il Teatro Civico, all'interno di una struttura polivalente e polifunzionale, in luogo dell'attuale "Cine Teatro Sociale di Pallanza"; I sottoscritti cittadini del Comune di Verbania ritengono che: 1) La scelta sopra indicata, in tempi di crisi economica e contrazione occupazionale, risponda a esigenze di ottimizzazione della finanza pubblica. Ed eviti uno spreco imperdonabile di risorse economiche; 2) La scelta sopra indicata liberi una riflessione più ampia sulla valorizzazione urbana e turistica della Città, troppo a lungo sequestrata dal dibattito sulla ubicazione del Teatro Civico. A questo proposito si auspica che le tre aree interessate da questo dibattito vengano valorizzate attraverso: 3) La riqualificazione di piazza F.lli Bandiera (zona mercato) con la realizzazione di parcheggi interrati e una vasta area verde in superficie, connessa alla ristrutturazione dell’ex Camera del Lavoro ed alla valorizzazione delle vicine sponde fluviali. 4) La realizzazione di un progetto di "Lake Park" (parco del lago) in zona Arena che comprenda la valorizzazione delle attigue aree del parco della Biblioteca e del Cantiere Nautico oggi attivo in area di concessione demaniale; 5) La valorizzazione di piazza Gramsci a Pallanza, in una ottica di rilancio turistico, commerciale, urbano della frazione di Pallanza.
MOTOR SHOW E COMPATIBILITA' - 27 Luglio 2012 - 14:02
SOTTO CASA TUA ?
Harry, quella volta che andasti in piazza mercato, tutti gli abitanti attorno avevano firmato una petizione per chiedere di non replicare mai più una manifestazione così chiassosa ed inquinante, e sono stati ascoltati, perchè in piazza mercato non si è più verificata. Ti piacerebbe se venissero sotto casa tua a fare casino, senza avvisarti e sdenza chiedere il tuo permesso ? Evidentemente allora eri ancora un ragazzino, ed allora eri giustificato. Il buon senso supera tutto.
VIABILITA' A SUNA: TAPIRO IN ARRIVO - 24 Giugno 2012 - 22:02
GUARDIAMO OLTRE
Ci sono cose molto più importanti da risolvere quotidianamente a Verbania !!! Questo delle regole infrante è irregolare, ma è solo per un giorno, giusto ? Ed il mercato ad Intra e pallanza, che spacca i marroni a chi deve attraversare una piazza, a chi deve parcheggiare e non trova più posto, a chi ha un'attività commerciale fissa e si vede trascinati via i clienti da 4 bancarelle, spesso venditrici di barlesc copiati ? Un colpo al cerchio ed uno alla botte..........
ASCOLTO, QUESTO SCONOSCIUTO - 21 Maggio 2012 - 13:39
Dico in proposito...
...innanzitutto, caro Sindaco, di andarci piano con le generiche etichettature di "tendenziosità e fuorvianza" circa la ricostruzione dei fatti: gradirei a questo punto che rileggesse con calma ogni considerazione e che, oltre all'improvvisata reazione emotiva che è quella che l'ha poi costretta a ridimensionare i toni nei confronti dei bambini, contestasse punto per punto ciò che sostengo nella sostanza, dal momento che il tema della strumentalizzazione potrebbe riferirsi solo a una parte dei contenuti. Rimanendo sul punto che la tormenta così tanto, ci andrei piano anche con quel "tutti", ovvero tutti coloro che sostengono una linea, perché altri e coloro che hanno abbandonato la sala, ad esempio, non facevano parte di quei "tutti". Ma non c'è niente di male se le questioni vengono viste dal proprio punto di vista: l'importante è rispettarlo e non ostentarlo sempre a comunque come "tutto ciò che non è in linea con le mie scelte è strumentale". Ricorda: sono le stesse affermazioni che giravano all'epoca della raccolta di firme da lei giudicate "estorte" per il cinema Sociale di Pallanza. Insomma, fortunatamente ci si può ancora esprimere contestando le decisioni che si rivelano poco opportune per la città, che ci lascino perplessi dal punto di vista ambientale, economico, funzionale e tempistico. Nella logica democratica. Il problema è che ora le cose pizzicano un tantino di più perché c'è una grossa contraddizione di fondo. Da un lato lei continua a sostenere di accogliere sempre con favore le iniziative che coinvolgono le persone, a lanciare appelli al cittadino, lo invita ripetutamente a venire a conferire con lei per i suoi problemi (e a onor del vero devo dire che per alcune esigenze della quotidianità i suoi riscontri a volte sono solleciti). Però quando si tratta di scelte importanti per la città, la consultazione è davvero difettosa ( nel caso in questione addirittura fittizia, visto che l'intervento è già stato approvato in commissione lavori pubblici ). A partire da quella più eclatante del teatro cittadino , mai avvenuta nonostante un annunciato referendum, per arrivare alle proposte su piazza mercato degli studenti del Ferrini, snobbate sul presupposto della priorità di un vostro progetto.... Potremmo allora altrettanto definire pretestuosa la continua querelle circa le polemiche cittadine che remano contro e i continui annunci che "stiamo lavorando per voi" nelle segrete stanze del palazzo "... e vi diremo a tempo debito". A me sembra che tutta questa ostentata operosità potrebbe essere davvero apprezzata se fosse il realistico frutto di un effettivo ascolto dei cittadini. Circa la lettura della strumentalizzazione degli alunni, rimando allo specifico passaggio dell'articolo soprastante che mi pare esaustivo ad un'attenta rilettura. Non voglio invece nemmeno indugiare sull'atteggiamento squalificante tenuto nei miei confronti dall'assessore LLPP quando, a proposito della presenza dei bambini, ha insinuato "Sei tu che hai organizzato tutto questo?". Per dire come non c'è limite al sospetto.
PIU' POSTI AUTO=MENO ALBERI - 7 Maggio 2012 - 08:22
controtendenza?
se è per questo il sindaco Zacchera va in controtendenza anche su moltri alti temi, rispetto alle altre città. Ad esempio, mentre altre città (prendiamo Milano) incentivano l'uso di mezzi alternativi, il bike sharing, il potenziamento dei mezzi pubblici, la mobilità sostenibile, il sindaco Zacchera appena eletto ha affossato il progetto LiberoBus, unico in Italia, che consentiva ai cittadini verbanesi si usufruire dei mezzi pubblici senza pagare il biglietto (grazie all'addizionale IRPEF che però, sparito il servizio, è rimasta al suo posto...) diminuito le corse dei mezzi pubblici, smantellato il nascente progetto di bike sharing (per il quale sono state perse decine di migliaia di euro...), interrotto, di fatto, la cotruzione di piste ciclabili che da tre anni non hanno visto un metro in più di quello che erano. Invece il progetto "1000 posti auto in più", volto a incoraggiare l'uso dell'auto privata, sventolato in campagna elettorale, si smuove solo adesso con il cantiere per recuperare qualche posto auto vicino all'ospedale (tagliando però quelle inutili piante che occupano solo spazio!). A meno che non si voglia ricordare quella manciata di posti auto sorti dove si trovava il tendone di piazza mercato, ma qui allora bisognerebbe chiedere al sindaco che fine ha fatto, tale tendone, che era si brutto, ma usato in modo accurato poteva tornare utile alla città...
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - "Un bel tacer non fu mai scritto" - 31 Gennaio 2012 - 11:50
Teatro
Da tempo volevo intervenire sull\'argomento Nuovo Teatro, ora l\'occasione, me la offre la riflessione di Ruta che condivido. Vorrei semplicemente aggiungere un punto di vista diverso in base al quale considerare lo \"spinoso\" argomento: tutti ritengono che su questo tema debbano esprimersi solo i verbanesi. Io penso invece che, siccome il teatro lo fruiranno anche gli abitanti dei dintorni (collina, riviera a est e a ovest, valli dell\'entroterra ecc.), sarebbe stato doveroso sentire anche gli abitanti di questi luoghi. A me personalmente non piace il progetto Arroyo, né il primo né il secondo, non sono architetture, ma \"sculture\"! La scelta di piazza mercato era più indovinata, a mio parere, sia perchè permetteva di riqualificare l\'area intorno, sia perchè vedo meglio un teatro all\'interno della città. Ho visto la mostra dei progetti e ritengo che si potesse, con una riflessione più ampia, anche da parte della precedente Amministrazione, fare una scelta più consona a Verbania. Anche il discorso sul Sociale di Pallanza meriterebbe ora più attenzione. L\'impressione dall\'esterno è che ormai si sia deciso e non si voglia in nessun caso \"fare marcia indietro\".
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti