Banner: 71

riflessioni, informazioni e approfondimenti sulla realtà verbanese

nobili

Inserisci quello che vuoi cercare
nobili - nei post
Lega Vs PD , una brutta politica - 9 Marzo 2017 - 17:49
Sarebbe stato comodo rimanere alla finestra su un tema tanto delicato, ma noi siamo convinti che fare politica sia prendere posizione, e prenderla quando i fatti accadono, non quando conviene politicamente. Da questa riflessione nasce il seguente comunicato
Movicentro si, movicentro no. - 27 Luglio 2015 - 19:21

VERBANIA E PROGETTI COMPENSATIVI POST DDT - 17 Giugno 2013 - 15:54

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - MERITATA RISPOSTA - 23 Febbraio 2013 - 16:00

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - DAL PRESIDENTE DELLA PROVINCIA - 19 Dicembre 2011 - 23:36

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - MADE IN...? - 3 Novembre 2011 - 21:04

RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - Sanità:immobilismo di fronte allo sfascio - 13 Giugno 2011 - 21:12

Il DESTINO DELLE RISORSE REGIONALI - 31 Gennaio 2011 - 13:47

In bùn dumà da lèpa - 10 Settembre 2010 - 10:49

O mi eleggete il consigiere o .....(?) - 27 Agosto 2010 - 15:32

nobili - nei commenti
Movicentro si, movicentro no. - 28 Luglio 2015 - 10:00
movicentro
se le cose stanno esattamente come scritto, non posso che essere d'accordo. Peraltro, ho sempre pensato che quest'opera fosse pressoché inutile, ma speravo di sbagliarmi. Direi, comunque, che bisognerebbe valutare l'opportunità di denunciare la Giunta nobili per l'avvenuto dirottamento di fondi, che non sono certo si potesse fare, visto che l'opera andava completata e non lasciata a bagnomaria per tutti questi anni. Un'ultima annotazione: certo che questo delle Ferrovie di stato (comunque le si chiami) sono proprio dei bei tipi; di peggio non si potrebbe fare (chiedere ai pendolari)
ANNO NUOVO....USANZE E MALEDUCAZIONE VECCHIE !!! - 4 Gennaio 2014 - 15:23
la polemica è tutta qui
Non continuiamo a scrivere solo per il gusto della polemica ma per il tentativo di ridimensionare un certo modo di fare politica in città: quello del no a tutto, della polemica a tutti i costi. E' vero che, visto che questo è un blog di parte, di una piccola parte, potreste dirmi che se non voglio leggere le vostre sterili polemiche posso liberamente chiedervi di cancellarmi. E' vero che potrei avere di meglio da fare che leggervi ed anche dire la mia sulle vostre pagine ma siccome le vostre mail le ricevo da mooolto tempo e la prima non mi è arrivata perchè richiesta, come nemmeno la seconde e così via, allora rivendico il diritto di dire la mia su quello che mi inviate. E la mia è che forse si potrebbero indirizzare le forze verso altri problemi della città, verso cause più nobili e veramente dirimenti per la nostra esistenza cittadina, ma è facile alzare polvere contro il nulla dove la faccia non bisogna metterla, magari anche ignorando i problemi veri legati ai botti: i controlli non effettuati. Tutto facile, troppo. magari, visto che vi ergete a paladini salvatori della metropoli che verbania ancora non è (e che sarà solo con voi), usare le fatiche e le risorse verso l'utile e necessario......... lasciando i botti alla notte di capodanno e poi tutti alla triste e silenziosa realtà. BUON ANNO
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - CATTIVA COSCIENZA? - 27 Maggio 2013 - 08:07
Verbania ha cambiato aspetto
Sembrerebbe solo un'impressione vaga, quasi un malessere, ma è realtà: l'aspetto della Città è cambiato; si scorgono prospettive prima mai viste, angoli di paesaggio urbano che rimanevano celati, in parte a causa del tornado, molto perché le persone hanno avuto paura e hanno approfittato dell'occasione per abbattere gli alberi più importanti dei loro (nostri) giardini. Ora quelle persone sono certe che non potranno più creare grane. Naturalmente il Comune ha dato l'esempio a tutti, dimostrando di non avere a cuore il verde pubblico come elemento fondamentale del paesaggio di una bella città lacustre e insostituibile elemento determinante della qualità e dello stile di vita. E il depauperamento prosegue senza sosta. Come sia possibile permettere l'abbattimento continuo dei nostri alberi mi è oscuro, perché non conosco il regolamento comunale. Sono certa però che la scappatoia sia il mantra che dopo il tornado erano diventati instabili e pericolantissimi. Di fatto questa pericolosità, seguita da sacrosanto taglio, andrebbe certificata dall'esperto perché, se qualche albero rimasto in piedi ha avuto le radici smosse dalla furia del vento, altri sono (erano) ancora ben saldi sul terreno e andrebbero tenuti (sarebbero dovuti essere tenuti) carissimi. Così non è (non è stato. Purtroppo anche questo drastico mutamento del paesaggio va annoverato tra le brutture dell'orrido momento che stiamo attraversando. Quanto lontani sono i tempi in cui si faceva a gara tra le amministrazioni e i cittadini a chi introduceva nei parchi e nei giardini pubblici e privati gli alberi più belli, più rari, più interessanti.... Si dirà che non è più un clima da alberi alti: tranquilli, me l'hanno già detto i due boscaioli che volevano abbattere la mia povera magnolia e il mio povero platano adesso strapelati, ma ancora saldi sulle loro strepitose fondamenta. Invece sono stati sradicati, sempre qui da me, altri dieci alberi più giovani e meno nobili, ma assai più adatti a piccoli giardini.
Primarie e parlamentarie: un vero strumento di democrazia? - 21 Gennaio 2013 - 12:49
commento
ad ognuno il compito di guardare in casa propria. io non ambisco al modello che un qualsiasi sconosciuto con potenti mezzi di comunicazione possa addirittura diventare presidente (ma questo è successo anche da noi, forse meno sconosciuto, meno onesto ma comunque un danno). Io non ambisco alla politica dell\'uomo immagine, perchè spesso è un\'immagine ritoccata, ripulita, e poi il condottiero è troppo spesso circondato da fedeli sanguisughe, pronte a suggere linfa da tutto e tutti. Infine, vorrei raccontare una storia che ormai da tre anni circola tra le stanze di partito: la storia di un locale condottiero che suo malgrado si è trovato a \"guidare\" una lista civica di opposizione quando voleva andare con la maggioranza ed ha dovuto dire al sig nobili (quello pdl) \".. mi spiace ma due giorni fa ho accettato di correre con gli altri, non potevi chiamarmi prima..\" Le primarie saranno anche poco democratiche ma almeno tentano di arginare la salita sul carrozzone in corsa e magari all\'ultima tappa. peccato ma è così..... o almeno così me la raccontano da tre anni e poi aggiungono che non ci sarà da stupirsi di una finale corsa al tesseramento tra qualche mese, in vista delle comunali..... chi vivrà vedrà. Alegar
FUTURO DEL VCO E BISOGNI DELLA GENTE - 29 Agosto 2012 - 16:52
Ma siete matti?
Noto con piacere che i toni di questo articolo sono abbastanza accesi e che il redattore tiri delle somme senza nemmeno citare un dato (questa si chiama argomentazione a vuoto, per la cronaca). Comunque, da cittadino della Provincia e non abitante in città ma in un piccolo paese della zona, le faccio presente che se la provincia dovesse venir meno, verranno meno alcune poltrone ma non solo. Si sposteranno gli uffici di Inps e Inail così come TUTTI gli ospedali perderebbero risorse. Anche se ero piccolo ricordo bene come era prima: pochi servizi, non esisteva una rete di bus facenti capo ad un unico ente (la provincia con VCO in bus), Verbania era una cittadina di poco conto, la strada del Sempione molto peggio di ora, per andare in Val Vigezzo la strada era strettissima e per Macugnaga un disastro. é stata poi la provincia a premere su Anas per il collegamento via tunnel per la Formazza e per il miglioramento (ancora in corso) del Sempione tra Crevola e Iselle. Per quanto riguarda l\'ospedale di Domo è stato appena diramato un comunicato in cui TUTTI in Provincia hanno chiesto fondi alla Regione. Inoltre credo che abolire quattro poltrone in una piccola provincia non porti a dei risparmi: il vero problema è Roma e la sua inefficienza... nobili da circa 3 anni chiede un vero status di autonomia oltre che per la specificità montana anche per il fatto che siamo distanti sia da Torino che da Novara (sia culturalmente che fisicamente) e da ultimo, anche per il fatto che molta gente è morta ormai 60 anni fa per la nostra libertà e io non voglio che mi venga portata via da un paese che non è il mio. Caro redattore, scusi la lingua poco curata, non so siceramente cosa frulli nella testa di voi in città ma io non voglio che la mia montagna muoia perché lei e alcuni altri volete ucciderla in nome di una favola non vera.
RICEVIAMO E PUBBLICHIAMO - MADE IN...? - 4 Novembre 2011 - 09:05
commento
Chi vive sperando muore a Montecatini Terme! I blocchetti sono proprio turchi,con buona pace dell\'occupazione locale,ma sicuramente costeranno meno. A spiegarlo a Zanetta e a nobili sarà uno scherzo per il ns Sindaco abituato com\'è a non dare spiegazioni da buon politico!
×
Ricevi gratuitamente i nostri aggiornamenti